PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La luce che brilla sui tetti”, incontro con i lettori a Bobbio

MariaGiovanna Luini, autrice del libro “La luce che brilla sui tetti”, in libreria dal 21 aprile, incontrerà i lettori sabato 7 maggio, alle ore 17, presso il Centro Culturale del Palazzo Comunale di Bobbio (Piacenza). 

Più informazioni su

MariaGiovanna Luini, autrice del libro “La luce che brilla sui tetti”, in libreria dal 21 aprile, incontrerà i lettori sabato 7 maggio, alle ore 17, presso il Centro Culturale del Palazzo Comunale di Bobbio (Piacenza).
 
La narratrice, saggista e sceneggiatrice è laureata in Medicina e Chirurgia ed è ricercatrice di medicina integrata, attenta ad un approccio olistico, empatico e razionale nei confronti della malattia, ma soprattutto dei pazienti.

Questa doppia anima le conferisce una qualità pressoché unica, sia nella sua attività medica, sia in quella di scrittrice.

Scrive regolarmente su quotidiani e periodici e tra le sue numerosissime pubblicazioni ricordiamo le frequenti collaborazioni con il Dott. Umberto Veronesi.

Modera l’incontro con i lettori la scrittrice Barbara Garlaschelli.

LA TRAMA

Nel grande ospedale all’avanguardia è arrivato un nuovo direttore generale, Andrea Fucini: un uomo duro, disincantato, colpito di recente dalla morte della moglie.

Proprio il primo giorno incontra Lucilla Natoli, donna e medico speciale, adorata dalle sue pazienti, guardata con sospetto dai colleghi, a eccezione di Sauro de Santis, vero amico e grande alleato nella lotta quotidiana contro il dolore.

Lucilla è razionale e al tempo stesso intuitiva, attenta ai messaggi che arrivano dalla dimensione dell’energia; Andrea ha messo a tacere le emozioni e usa solo la testa e si trova al centro di un inevitabile scontro di potere; Sauro, tra i due, guarda lontano e ragiona sempre con il cuore.

Tra loro si sviluppa uno strano rapporto in cui l’amicizia si mescola all’amore, un rapporto fatto di lunghe conversazioni, di improvvise fughe dall’ambiente teso dei reparti, di furibonde gelosie e di un’ombra scura che a poco a poco prende corpo…

La sofferenza, fisica e psicologica, talvolta è un fossato che bisogna riattraversare per aprirsi a una nuova stagione della vita.

Per tornare a vedere la luce che brilla sui tetti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.