PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La Matita Parlante”, Ausl e “Calvino” insieme per realizzare gli In-book foto

Ragazzi e giovani adulti autistici e studenti delle medie che lavorano gomito a gomito per creare libri molto speciali, dove le parole sono sostituite da simboli che possono essere letti da chiunque e che presto diventeranno anche audio volumi da ascoltare

Più informazioni su

Progetto La Matita Parlante: Scuola Calvino e Ausl insieme per realizzare In-Book – La nota stampa

Ragazzi e giovani adulti autistici e studenti delle medie che lavorano gomito a gomito per creare libri molto speciali, dove le parole sono sostituite da simboli che possono essere letti da chiunque e che presto diventeranno anche audio volumi da ascoltare.

Si chiama La Matita Parlante, lo straordinario progetto di integrazione realizzato a Piacenza grazie alla sinergia tra Azienda Usl, la scuola Calvino e la biblioteca per ragazzi Giana Anguissola, che porta sul territorio nazionale un’esperienza inedita e importante.

L’iniziativa ha permesso di creare un laboratorio multimediale finalizzato alla produzione di audiolibri, libri, audiovisivi e In-Book (libri illustrati con testo integralmente scritto in simboli) dedicati in modo particolare a minori con disabilità, soprattutto con bisogni educativi complessi, ma in generale anche agli alunni delle scuole materne e delle prime classe delle elementari.

Infatti, il lavoro realizzato può essere rivolto a tutti, perché favorisce un approccio naturale alla lettura, l’inclusione di tutte le diversità e facilitano le relazioni tra i pari.

Il progetto è stato supervisionato dal Centro sovrazonale di Comunicazione aumentativa di Milano e Verdello, insieme alle Biblioteca di Brugherio. In questo momento, il lavoro svolto dai ragazzi piacentini è in fase di valutazione: una volta accertata la validità, i libri potranno fregiarsi del “bollino” di qualità di questo ente.

La biblioteca comunale Passerini Landi, e in particolare la biblioteca dei ragazzi Giana Anguissola, sono state coinvolte per entrare a far parte della Rete nazionale delle biblioteche In-Book (RBI) che permette il prestito inter bibliotecario nazionale, offrendo una maggior possibilità di scelta ai lettori del territorio. Per entrare nel circuito, sono necessari cinque libri in file, appunto quelli già realizzati dai ragazzi del programma autismo e dagli studenti della Calvino.

La seconda parte del progetto prevede la collaborazione con una casa editrice per produrre In-book in forma cartacea con possibilità di collegamento multimediale per accedere alla versione audio e audio grafica per tablet.
Sabato e domenica: due giorni dedicati a La Matita Parlante

Il progetto sarà ufficialmente presentato alla cittadinanza e alle famiglie sabato 6 maggio, alle ore 10, nell’Auditorium della scuola Calvino (via Boscarelli, 23). Per l’occasione sarà trasmesso anche un video con le testimonianze dei ragazzi e degli studenti che hanno lavorato al progetto. Domenica 7 maggio, invece, alle ore 17.00 presso Il Centro Commerciale Il Gotico di Piacenza, i ragazzi del programma autismo 0-30 e gli alunni della scuola Calvino presenteranno “Pinocchio”, letture ad alta voce e mimi. I fondi che verranno raccolti in questa occasione saranno donati al Progetto La matita parlante.

Le peculiarità del progetto
I ragazzi autistici si sono formati per acquisire le competenze necessarie, frequentando un corso per operatori grafici all’Enaip di Piacenza. Gli educatori che li affiancano hanno a loro volta conseguito competenze specifiche sulla comunicazione alternativa aumentata e sulla creazione degli In-book al centro sovrazonale di Milano. Gli insegnanti della Calvino hanno seguito un corso di lettura ad alta voce e hanno trasferito le capacità acquisite agli alunni coinvolti nel progetto.

Per i ragazzi del programma autismo è un’importante occasione di empowerment e un’opportunità di inclusione sociale e lavorativa, grazie all’acquisizione di competenze professionali e socio comunicative.

Per la scuola il progetto è un ausilio prezioso nell’ambito della prevenzione dell’abbandono scolastico con il coinvolgimento di alunni in situazione di fragilità, disagio e disabilità in laboratori coinvolgenti e gratificanti.  Inoltre è fondamentale per l’inclusione.
La Matita Parlante ha permesso inoltre di creare nuove forme di libro, integrando la parte grafica del testo con l’aspetto audio per favorire una lettura accessibile a tutti.

Gli In- Book rappresentano la modalità principale per avvicinare per la prima volta il bambino e la sua famiglia ai simboli. Essi rappresentano inoltre un fattore di prevenzione e supporto precoce per le situazioni di rischio linguistico e dello sviluppo, per chi presenta problemi di comunicazione e di attenzione, ritardo del linguaggio, scarso interesse per la lettura o difficoltà di comprensione in quanto straniero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.