Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
19 settembre 2017
"A Roncaglia mai più un'alluvione" Le richieste al Comune
19 settembre 2017
l'incontro a Roncaglia
l'incontro a Roncaglia
l'incontro a Roncaglia
l'incontro a Roncaglia
'A Roncaglia non vogliamo più assistere a un'altra alluvione, la gente ha paura'. I cittadini della frazione alle porte di Piacenza hanno incontrato il sindaco Patrizia Barbieri e la giunta, per far presente le esigenze più sentite dalla comunità. 

L'incontro rientra nel tour dell'amministrazione comunale nelle frazioni cittadine. 

Il sindaco Barbieri ha anticipato alcune richieste, già note, dei residenti di Roncaglia: mantenere alto il livello di attenzione post alluvione e la viabilità. La frazione e attraversata da un flusso continuo di traffico pesante, con disagi e problemi di sicurezza. 

'Le soluzioni devono essere trovate e devono essere condivise - dice il sindaco Barbieri -. Durante altri incontri le persone hanno fatto proposte concrete, oppure è stata avanzata la richiesta di sopralluoghi del personale del Comune'. 

La parola poi è passata ai residenti. 

Luigi Felice chiede aggiornamenti sulla situazione dell'alveo del torrente Riello. 'Per quanto riguarda il traffico, chiediamo siano posizionate o le telecamere - dice - o due semafori, posizionati  verso Piacenza e verso Caorso, per far rallentare camion e macchine.

I biscotti lungo la strada Caorsana vanno tolti, perché creano disagi. Roncaglia non deve essere favorita rispetto ad altre realtà ma deve essere aiutata a crescere. Non deve più succedere un'altra alluvione, la gente ha paura. Ricordo che vanno puliti i tombini per evitare allagamenti'. 

Altri cittadini hanno stilato un elenco di richieste da sottoporre agli amministratori: risolvere il problema del traffico intenso lungo la Caorsana, il posizionamento di telecamere intelligenti anche per contrastare il fenomeno della prostituzione, gli interventi iniziati nel 2015 relativamente all'alveo Nure e Riello, una attività di manutenzione da non abbandonare. 
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: