Chiudi X
21 aprile 2017
Primo maggio in musica con il Cuncertass PROGRAMMA
21 aprile 2017
La presentazione
Lunedì primo maggio negli spazi della Coop di Sant'Antonio in via Emilia Pavese 238 a Piacenza ritorna il Cuncertass, il festival urbano di primavera nel cortile più famoso della città.

Una festa del lavoro per tutti, una lunga giornata ad ingresso libero e gratuito articolata dalle ore 15 fino a tarda sera in 10 concerti con artisti locali e da tutto il Nord Italia e dj-set.

L'evento è organizzato quest'anno in prima linea dalla Cgil - Camera del Lavoro di Piacenza, con la direzione artistica di Pietro Corvi (associazione Crows E20), la collaborazione della Coop S.Antonio, dei giovani volontari storici del Cuncertass e altri partner locali.

Tanta musica e buona cucina nostrana negli stand gastronomici attivi tutto il giorno. Spazio all'associazionismo giovanile, sociale e civile, ma anche a temi di attualità attraverso alcuni micro-spazi "talk" e spazio infine alla creatività e all'interattività, con un occhio di riguardo verso i temi sollevati dalla ricorrenza, attraverso il mitico contest culinario "Il panino del lavoratore".

I CONCERTI - LA MUSICA - Super ospiti del "Concertone" piacentino sono quest'anno i lombardi Black Beat Movement.

Premiati in autunno al KeepOn Prize tra le migliori live-band italiane e già applauditi due volte allo Sziget Festival di Budapest, poi qui a Piacenza al Tendenze Festival 2015, i sette elementi del gruppo nu-funk/nu-soul con base a Milano, reduci di importanti featuring con il rapper italiano Tormento (ex Sottotono) e con il rapper newyorkese M1 del duo Dead Prez, si muovono a tutto tondo nella black music con afflato contemporaneo, senza disdegnare accenti hip-hop, reggae e "beat" urbani, per un messaggio carico di groove e di buone vibrazioni, quelle sprigionate da un combo di musicisti di prima grandezza solcato dalla voce e dalla presenza scenica della cantante Naima Faraò, con Jacopo Boschi alla chitarra, Luca Bologna al basso, Luca Specchio al sax, Nico Roccamo alla batteria, Dj Agly ai piatti e agli scratch e Fabio Visocchi nuovo ingresso alle tastiere.

Il comparto live sarà praticamente diviso in due blocchi. Cinque concerti diurni e cinque concerti serali, separati da "Il panino del lavoratore".

A rompere il ghiaccio alle 15.30 in punto saranno gli accenti country-blues e folk-rock dei piacentini Fattore Rurale, freschi di debutto allo Spazio2 di Piacenza. Spazio poi alle stravaganti invenzioni rock demenziali di Renzo e i tafferugli, sempre da Piacenza, dunque al pluridecennale punk-rock sbroccato e festaiolo dei lodigiani Bad Frog.

Alle 17 ecco il post-wave militante dei genovesi Arbos capitanati dallo scrittore piacentino Lorenzo Calza: presenteranno il loro album fresco di stampa "Sogno di luce". Ultima performance del primo lotto, il duo piacentino Mikeless & Morrywood, due voci pronte a tutto, chitarra, loopstation e tanto spirito di strada tra cantautorato, rap, funky, sperimentazione e freestyle.

Dopo "Il panino del lavoratore" i concerti ripartiranno alle 19.30 con l'originale mescola busker blues/folk/punk dei pavesi Oh Lazarus e, dopo di loro, con l'intrigante amalgama electro-pop del duo tutto al femminile Vale & The Varlet, da Bologna, una autentica chicca "rubata" alla prima edizione di XNL Festival 2016. Subito dopo, a rappresentare il miglior stoner-rock psichedelico in circolazione nelle nostre lande saranno i Red Sun, assenti da tempo sui palchi nostrani e protagonisti negli ultimi mesi di un autentico exploit in mezza Europa.

Senza tirare il fiato, un'altra botta. Alle 22 occhi puntati sul ritorno dei The Link Quarter, eroi internazionali dell'hammond-funk-rock'n'roll più galoppante appena usciti con il nuovissimo album "Minimal Animal". Alle 23, palco ai già citati special guest nazionali Black Beat Movement.

Dopo mezzanotte, ultimi fuochi con i vinili rock'n'roll/beat/revival del dj Gianni Fuso Nerini (Festival Beat).

IL CONTEST CULINARIO SERATA WARM-UP E ALTRI CONTENUTI DEL FESTIVAL - Una parentesi goliardica ma non troppo, diventata negli ultimi anni uno dei marchi irrinunciabili del Cuncertass. Chiunque può partecipare. Bisogna solo immaginarsi, preparare e consegnare in cassa al festival entro e
non oltre le ore 18.50 del 1/5 il sandwich che si vorrebbe trovare sul tavolo nella propria pausa pranzo ideale.

Alle ore 19 l'oste Giacomo Pavesi della Ostreria Fratelli Pavesi e della Bottega Pavesi assaggerà tutti i panini pervenuti al contest commentandoli sul momento. L'autore del sandwich più buono vincerà un pranzo o una cena per due presso l'Ostreria nella bellissima Corte della Faggiola (PC).

Una giornata così densa non si poteva affrontare senza un po' di rodaggio, così domenica 30 aprile ci si potrà preparare al Cuncertass con la serata "Warm-Up" ospitata al Danny Says live pub (ex Bullone) di Via Atleti Azzurri d'Italia a poche centinaia di metri dalla Coop S.Antonio.

Aperitivo e maxi buffet inaugurale con djset dalle ore 18. Poi, tre concerti e dj-set dalle 22.30 a notte fonda. In scena il poderoso post- core dei torinesi Noise Trail Immersion ma anche il tekno-punk espresso dai milanesi Filthy Generation e dal duo di loro concittadini Dude Stalker.

Nutrito il comparto dj con Chris Polecat, Dj Crows, Paul Gascoigne e Scarecrow, dal rock'n'roll al revival, dalla trash alla electro e drum'n'bass per ballare sino alle prime luci dell'alba. In campo anche il visual live show di Rorschach Visual Project.

Il Primo Maggio all'interno del festival alla Coop Sant'Antonio non mancheranno alcune proposte extra destinate a rendere questa edizione particolarmente vivace. Da un lato, la postazione della web radio lodigiana Bang Bang Radio, un vero e proprio network mobile già incontrato al Tendenze Festival 2016 che accompagnerà tutta la giornata con dirette, interviste agli artisti e incursioni tra la gente.

Dall'altro, come tradizione vuole, ci sarà una piccola sezione expo aperta alla partecipazione di bancarelle, associazioni e attività socio-culturali e ricreative del territorio. Si può fare domanda alla mail cuncertasspc@gmail.com.

Nutrita sarà l'offerta enogastronomica attiva dalle 15 a chiusura festival, basata su cucina tipica (primi nostrani, carne alla griglia, dolci ecc...), vino dei nostri colli, birra, cocktail e analcolici. Il caratteristico palco del grande cortile della Coop S.Antonio all'imbrunire si vestirà di nuovo grazie alle proiezioni e al video-mapping curato da Roscharch Visual Project.

Negli intervalli tra un concerto e l'altro troveranno inoltre spazio brevi momenti talk dedicati a temi di stretta attualità e direttamente collegati alle tematiche del lavoro con particolare riguardo verso lo scenario giovanile.

Un ringraziamento dagli organizzatori all'artista piacentino Emilio EMX Solenghi che anche quest'anno ha omaggiato il festival di un disegno originale, "latore di un messaggio di pace più che mai necessario visti gli inquietanti venti di guerra che infuriano, un disegno che è diventato l'illustrazione caratteristica e subito riconoscibile di tutto il materiale promozionale riconducibile a questa XII edizione del Cuncertass".
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: