11 aprile 2017
Preso il "boss" dello spaccio nelle campagne piacentine
11 aprile 2017
Filippo Sordi Arcelli Fontana, capo di gabinetto della questura di Piacenza
Era riuscito a sfuggire agli uomini della squadra mobile di Piacenza nel luglio 2016, nel corso dell'operazione Melik, ma dopo oltre un anno e mezzo di latitanza il "boss" dello spaccio di cocaina nelle campagne di Piacenza è finito in manette.

Si tratta di un 28enne marocchino, con precedenti per stupefacenti, bloccato dagli agenti nella serata di domenica 9 aprile, a Rozzano, Milano.

Lo straniero, in Italia da diversi anni e con dei famigliari a Piacenza, aveva fatto perdere le proprie tracce nei campi vicino al casello di Melegnano, dove i poliziotti avevano rintracciato tre dei suoi complici.

Lì' era iniziata la latitanza del "re" della cocaina, capace di gestire un giro di circa cento clienti, solo nel piacentino, per un reddito giornaliero tra i 3mila e i 5mila euro. Un pusher dotato di grande spirito imprenditoriale, come sottolineato dalgli inquirenti, secondo cui il 28enne controllava la droga in entrata e in uscita, reclutava i "galoppini" (sei quelli identificati nel corso delle indagini) e gli acquirenti.

Il tutto procedendo con grande cautela e spostando le "piazze" di vendita (Monticelli, Rivalta, Mortizza, Campremoldo solo nella nostra provincia) al primo segnale sospetto.

Un'accortezza che non ha reso facile il compito degli agenti della squadra mobile, che con l'ausilio di accertamenti tecnici, sono poi riusciti a risalire alla sua posizione. Pare che subito dopo la fuga il 28enne avesse raggiunto la Spagna, ma alcuni mesi fa ha fatto nuovamente rientro in Italia, in particolare nel milanese. 

In più di un'occasione sono riusciti ad individuare alcuni dei suoi spostamenti, fin quando lunedì l'hanno sopreso, mentre camminava con la famiglia nella zona di Rozzano. L'uomo non ha opposto resistenza, accogliendoli con un "vi stando aspettando". Dopo la cattura è stato condotto al carcere di San Vittore. 

L'INTERVISTA A FILIPPO SORDI ARCELLI FONTANA, CAPO DI GABINETTO DELLA QUESTURA DI PIACENZA
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: