Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
11 novembre 2017
Due etti di droga, 23mila euro e 5 arresti "I giardini devono essere fruibili"
11 novembre 2017
la droga e i soldi sequestrati
la droga e i soldi sequestrati
Due etti di droga, oltre 23mila euro e 5 arresti "I Margherita devono essere fruibili"

Due etti di droga, oltre 23mila euro, 4 arresti per spaccio di stupefacenti e un "topo d'appartamento" colto sul fatto e finito in manette.

È l'esito del blitz messo in campo dai carabinieri della compagnia di Piacenza e Bobbio venerdì 10 novembre ai giardini Margherita e zone limitrofe della città.

Un'iniziativa che sarà replicata anche in futuro e non solo nel quartiere Roma, come annunciato dal comandante provinciale Corrado Scattaretico in conferenza stampa:"I giardini devono poter essere fruibili da tutti". 

L'operazione ha fruttato il sequestro, 100 grammi di hashish, 73 grammi di marijuana, 15 grammi di cocaina e 18 grammi di sostanza da taglio, oltre a grinder e varia attrezzatura varia (bilancini e grinder).

Gli uomini dell'Arma, in tutto 30 operatori, hanno circondato l'area, controllato 60 soggetti (41 di nazionalità straniera e 19 italiani) e segnalato 4 persone come assuntori di stupefacenti.

Nel corso delle perquisizioni un 21enne piacentino ha cercato di darsi alla fuga, ma è stato bloccato in via Colombo, con addosso 100 grammi di "fumo".

Agli arresti è finito anche un 64enne italiano, già noto, il cui domicilio è stato passato al setaccio dai militari di Bobbio e dove sono stati rinvenuti i 15 grammi di coca, la sostanza da taglio e 22mila 500 euro in contanti del totale sequestrato.

Sempre nella giornata di ieri sono state eseguite anche due ordinanze cautelari per spaccio nei confronti di un 20enne di Rivergaro e di un 19enne residente a San Rocco, in seguito a degli accertamenti compiuti dal Norm e dalla stazione di Piacenza Principale.

Nonostante il forte dispiegamento di forze dell'ordine un 23enne della Guinea, richiedente asilo e domiciliato a Milano, ha comunque "tentato la fortuna", introducendosi in un'abitazione di via Trebbiola, rompendo il vetro di una portafinestra.

Ad accorgersi dello sconosciuto i residenti, che se le sono trovati letteralmente di fronte e hanno subito chiamato il 112. L'intruso avrebbe spintonato e cercato di colpire il residnete con un pugno, poi si è calato dal balcone è ha cercato di fuggire, ma è stato bloccato dai carabinieri e arrestato. Oggi comparirà in direttissima.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: