Copra Morpho ancora ko (1-3). Lorenzetti: “Serve una svolta”

Marmi Lanza Verona batte i biancorossi nel turno infrasettimanale. Il PalaBanca accoglie un match equilibrato per i primi tre set, ricco di colpi di scena, vantaggi clamorosi e successive rimonte che hanno saputo divertire, emozionare e infuocare il pubblico.

Più informazioni su

Copra Morpho-Marmi Lanza Verona 1-3 (25-21; 22-25; 19-25; 22-25): ancora una sconfitta per i biancorossi nel turno infrasettimanale al PalaBanca.

COPRA MORPHO PIACENZA – MARMI LANZA VERONA 1-3 (25-21, 22-25, 19-25, 22-25) – COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 9, Marra (L), Gonzalez 5, Ruiz, Nilsson 7, Massari, Zlatanov 24, Holt 7, Tencati 8, Boschi. Non entrati Piano, Perazzolo. All. Lorenzetti. MARMI LANZA VERONA: Latelli, Pajenk 9, Kosmina, Brunner 9, Meoni 2, Lasko 20, Smerilli (L), Lotman 12, Cala Gerardo 20, Herpe. Non entrati Zingel, Mazzi. All. Bagnoli. ARBITRI: Boris, Cesare. NOTE – Spettatori 2800, incasso 2800, durata set: 29’, 29’, 27’, 30’; tot: 115’.

La Copra Morpho Piacenza inaugura il turno di ritorno casalingo consegnando al capitano Zlatanov la maglia numero 500 in onore delle giornate giocate in serie A, ma la partita finisce a suo discapito con una nuova e dolorosa sconfitta.
Il PalaBanca accoglie un match equilibrato per i primi tre set, ricco di colpi di scena, vantaggi clamorosi e successive rimonte che hanno saputo divertire, emozionare e infuocare il pubblico.
Il quarto set vede una predominanza della Marmi Lanza Verona sicura e determinata e una  Piacenza assente e troppo fallosa.
Il primo parziale è da principio acceso e Verona conquista immediatamente 3 punti. Piacenza non permette a Verona di distaccarsi e grazie a Zlatanov limita il vantaggio degli avversari. Piacenza è in difficoltà, commette errori in difesa e a servizio. Dopo pochi minuti di gioco il punteggio è di 3 – 7.
Sul 4 – 8, come nel 3 – 5, si frappongono delle incomprensioni arbitrali che costano alla squadra casalinga l’assegnazione di entrambi i punti a Verona.
Piacenza recupera prontamente i punti di distacco grazie a due splendide giocate di Luca Tencati e si porta a 7 – 8.
Zlatanov nelle giocate successive accorcia il distacco da Verona portando la squadra a 9 – 10, il pareggio arriva immediato con un muro pronto di Nilsson. Inizia un agguerrito testa a testa che termina sul 15 – 14 quando Piacenza passa in testa e inizia ad accumulare punti lasciandosi alle spalle Verona. Zlatanov e Tencati favoriscono il distacco di Piacenza e si giunge al 20 -16.
Verona contiene il distacco ma Piacenza rimane in vantaggio di quattro lunghezze. Il punto conquistato da Popp assegna il primo set alla Copra Morpho Piacenza.
Nel  secondo set la Marmi Lanza Verona parte agguerrita e mette a segno immediatamente 5 punti. Per Piacenza si ripropongono i problemi iniziali in difesa.
L’ace di Gonzalez permette a Piacenza di ridurre il vantaggio di Verona con un 5 -9, Verona si dimostra nervosa e dopo due invasioni di campo e un punto di Zlatanov, Piacenza si posiziona sull’8 – 10.  Zlatanov gioca bene e Piacenza si avvicina sempre di più a Verona e siamo  sull’11-12.
Il pareggio giunge sul 13-13 grazie ad un ace di Holt. Riprende il testa a testa fino al 16-15 quando Piacenza va in vantaggio fino ad arrivare avanti di 3 lunghezze. Il pareggio si ripropone sul 20 – 20 dopo alcuni errori della squadra piacentina.
Verona passa in vantaggio con due ace consecutivi, si porta sul 22-24 e conquista il set con un muro rapido e chiuso.
L’avvio del terzo set vede le due squadre battersi immediatamente con un testa a testa agguerrito, volenterose di distaccate l’avversaria; Zlatanov sul 4-3 porta in vantaggio Piacenza ma subito Verona risponde. Entrambe le squadre commettono errori sia in battuta che in difesa, la situazione si destabilizza sul 13-14 quando Verona va in vantaggio. Piacenza continua a commettere errori e permette a Verona di guadagnare 4 lunghezze.
Verona mantiene il vantaggio acquisito fino al 19-24: il punto viene fischiato per la squadra veneta a causa di un doppio palleggio di Piacenza. Il 19-25 arriva poco dopo grazie ad un ace di Verona che conquista il terzo set.
Il quarto parziale  sembra vedere un Piacenza ritemprato che distacca immeditamente l’avversaria di tre lunghezze. Verona però non lascia spazio alla squadra casalinga e recupera lo svantaggio portandosi poco dopo sul 4-4.
Verona va in vantaggio di due lunghezze fino al 7-10, quando Piacenza recupera e grazie ad una trattenuta dell’avversaria  pareggia sul 10-10. La Marmi Lanza Verona però è fredda e lucida e ritorna subito in vantaggio approfittando degli errori di Piacenza che subisce un distacco di 6 punti.
La Copra Morpho Piacenza recupera qualche punto ma Verona rimane avanti di 2 lunghezze.
Viene richiesto time out sul 22 – 24, al rientro in campo Nilsson è alla battuta, ma Verona all’attacco è implacabile e segna il punto decisivo che le consegna la vittoria.

Angelo Lorenzetti (Copra Morpho Piacenza): “Sono molto amareggiato per l’esito della partita in questo momento è giusto parlare con il Presidente e mettersi in discussione, me compreso perché bisogna dare una svolta a questa stagione piena di insuccessi”.
Marco Meoni (Marmi Lanza Verona): “Tre punti d’oro. Siamo stati bravi noi a approfittare dei problemi di Piacenza. E’ stato bello ritornare qui. La gara di domenica prossima sarà di grande importanza per la classifica”.

La Copra Morpho Piacenza torna a giocare dopo la pausa necessaria a decretare, domenica 23 gennaio, la vincitrice della Coppa Italia. Il titolo è stato aggiudicato alla Bre Banca Lannutti Cuneo, alla fine della battaglia contro la Itas Diatec Trentino in una partita conclusasi con un netto 3-0 a favore della squadra di Cuneo.
Piacenza, non essendo riuscita ad entrare nelle prime otto in classifica, ha dovuto assistere da spettatrice prima alla Final Eight, così come alla Final Four e alla Finale.
La squadra biancorossa torna a giocare al PalaBanca per la prima volta nella fase di ritorno, desiderosa di vincere dopo la dolorosa sconfitta del 16 gennaio contro l’Acqua Paradiso Monza Brianza, partita discussa anche a causa del tifo monzese non propriamente corretto e conclusasi a sfavore dei Piacentini con un amaro e disarmante 3 – 0.
La Copra Morpho Piacenza ha affrontato una settimana di duro e serrato lavoro e si presenta al match come detentrice del decimo posto, 17 punti, 6 partite vinte e 8 perse, 24 set vinti contro i 31 persi.

La squadra piacentina è ancora orfana del convalescente Andrea Semenzato.
La Marmi Lanza Verona, anch’essa esclusa dalla Coppa Italia, si presenta a Piacenza dopo la vittoria casalinga contro la M.Roma Volley, partita terminata 3 – 0 il 16 gennaio 2011.
Verona si trova undicesima in classifica a pari punti con Piacenza, 5 partite vinte e 9 perse, 24 set vinti contro i 32 persi.
La partita contro Piacenza sarà un test molto importante per confermare i progressi visti nella vittoria contro Roma; Verona da inizio anno è cresciuta come gruppo e nel cambio palla ha registrato uno sviluppo progressivo in linea con i miglioramenti di Meoni, storico ex e capolista tra le file di Piacenza dal 2007 al 2010.
Copra Morpho Piacenza – Marmi Lanza Verona sarà un incontro importante anche per la squadra casalinga perché mette in palio la possibilità di conquistare punti preziosi per scalare la classifica.
Maxwell Philip Holt:  “Ricordo con grande piacere e affetto l’esperienza e l’avventura di Verona, ho vissuto in un bell’ambiente: una bella città con un bel pubblico; ho condiviso le gioie e le sconfitte di un’ottima squadra. Ora, per quanto riguarda la Copra Morpho Piacenza, ogni singola partita, da qui alla fine del campionato, è per noi importantissima. Non è un elemento da sottovalutare, dobbiamo giocare al meglio delle nostre possibilità e contro Verona dobbiamo lottare per portare a casa i tre punti e ricominciare la rincorsa ai Play Off”.
ARBITRI:
Boris Roberto
Cesare Stefano
PRECEDENTI: 15 di cui 11 successi di Piacenza e 4 di Verona
EX: Marcus Popp a Verona nel 2008-2009, Maxwell Philip Holt a Verona nel 2009-2010, Maurizio Latelli a Piacenza nel 2002-2003, Marco Meoni a Piacenza dal 2007 al 2010.
A CACCIA DI RECORD
In Regular Season: Javier Gonzalez – 1 battuta vincente alle 100, Marcus Popp – 12 attacchi vincenti ai 1000.
CLASSIFICA
Itas Diatec Trentino 41, Bre Banca Lannutti Cuneo 33, Lube Banca Marche Macerata 32, Sisley Treviso 26, Casa Modena 23, Acqua Paradiso Monza Brianza 23, Tonno Callipo Vibo Valentia 22, RPA-LuigiBacchi.it San Giustino 20, M. Roma Volley 19, Copra Morpho Piacenza 17, Marmi Lanza Verona 17, Andreoli Latina 14, BCC-NEP Castellana Grotte 4, Yoga Forlì 3

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.