Idv: "Afghanistan, la priorità è il ritiro"

Nel solo mese di gennaio abbiamo dovuto assistere alla morte di due soldati italiani impegnati nella presunta 'missione di pace' in Afghanistan.

Più informazioni su

Comunicato stampa a firma di Andrea Fossati – coordinatore giovani Italia dei Valori Piacenza

Nel solo mese di gennaio abbiamo dovuto assistere alla morte di due soldati italiani impegnati nella presunta ‘missione di pace’ in Afghanistan. L’ultima pochi giorni fa, quando il caporalmaggiore Luca Sanna ha perso la vita  ingannato da un uomo presentatosi a lui con la divisa dell’esercito afgano che gli chiese aiuto per sistemare un’arma inceppata. Di risposte in generale sul tema ne sono state date tante, spesso contrastanti fra loro, ma una cosa, fondamentale, non è stata mai chiarita: che cosa ci facciamo ancora in questo Paese dilaniato da una vera e propria guerra dove vengono adottate le tecniche più  disparate e vigliacche per eliminare pure i soldati italiani ? Sarebbe il caso di renderne conto agli italiani invece di tergiversare in modo inspiegabile sulla pelle di nostri  soldati. Vero Ministro La Russa ? Vero Presidente Berlusconi ? Tuttavia siamo consapevoli che l’appello sarà destinato a cadere nel vuoto, cosa ci si potrebbe mai attendere da un Premier che, invece di presenziare al funerale del parà Alessandro Romani, manda il fido Letta perchè la notte precedente si sfinì con una serata a base di bunga bunga. Non va meglio al Ministro della Difesa, autore di incomprensibili parole volte alla ricerca di nuove idee per ridisegnare la strategia italiana. D’altronde per mascherare i lampanti interessi economici in atto cui è seguito l’acquisto – da parte del Ministero della Difesa – di nuovi caccia bombardieri per la modica cifra di 15 milioni di euro è costretto a fare questo ed altro; il denaro in questione sarebbe invece stato bastevole per numerosi settori della vita pubblica sottoposti ai tagli dei Ministro Tremonti. Perciò siamo nauseati della demagogia di un Governo che calpesta la Costituzione – nel caso specifico l’art.11: l’Italia ripudia la guerra come strumento di difesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. A sostegno di queste tesi Italia dei Valori ha presentato alla Camera una mozione in cui viene chiesto il ritiro immediato del nostro contingente dall’Afghanistan; non e’ più pensabile restare in quel drammatico teatro di guerra solo per coprire errori strategici altrui che stanno producendo perdite dolorose in termini di vite umane.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.