Quantcast

Il Colombini compie 150 anni. "Riscoprire il valore morale dell’educazione" VIDEO foto

La preside del liceo Colombini, Margherita Fiengo, ha aperto oggi le celebrazioni per 150 anni della fondazione dell’istituto di viale Malta.

Più informazioni su

"Che cosa significa per il nostro liceo chiamarsi "Giulia Molino Colombini"? Raccogliere il testimone di chi ha colto il valore dell’educazione, della formazione anche di tipo morale, dei giovani che crescono, elementi importanti della società". La preside del liceo Colombini, Margherita Fiengo, ha aperto oggi le celebrazioni per 150 anni della fondazione dell’istituto di viale Malta. Una ricorrenza che cade, e non è un caso, in concomitanza con quella dell’Unità d’Italia. La poetessa e letterata Giulia Molino Colombini, chiamata da Gioberti la "fieridonna", è infatti figlia del Risorgimento, con quel suo porre attenzione all’educazione al femminile in un periodo storico in cui, ricorda la preside Fiengo, questo argomento non era di certo una priorità.  

"Per Giulia Molino Colombini l’animo delle donne è particolarmente incline all’affettività e al sentimento, che devono essere però controllati, e non a caso sottolinea come anche l’arte, ad esempio la poesia devono servire a sollecitare la forza morale" prosegue la preside, durante la conferenza tenutasi oggi nell’aula Magna del liceo, cui hanno preso parte il presidente della Provincia di Piacenza, Massimo Trespidi (prof del Colombini) e l’assessore provinciale alle Politiche scolastiche Andrea Paparo. Il coro della scuola ha intonato (e suonato) l’inno del liceo, mentre dopo la preside sono intervenute anche la professoressa Valeria Palmas e Daniela Morsia.

cpilive on livestream.com. Broadcast Live Free

Ecco il programma completo delle iniziative, curato dalla professoressa Rossana Frati:23 febbraio 2011 
Aula Magna “G. P. Torre” Liceo Colombini
 
CONVEGNO:
“IL SENSO DEL SAPERE. SULLA LEGITTIMITÀ
DELLE SCIENZE UMANE NELLA CASA 
DI TECHNE”
 
Relatore:
Prof. MICHELE MARANZANA 
Docente di Scienze Umane ad Alessandria
 
L’attività si sviluppa in due momenti, l’uno destinato 
agli studenti, l’altro, in orario pomeridiano, ai docenti 
che vorranno intervenire.
1 marzo 2011, ore 17.00
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
 
CONVEGNO 
“ESEMPI DI ECCELLENZA NELLA RICERCA 
A PIACENZA”
 
Relatori:
Prof. LUIGI CAVANNA
Direttore Reparto di Medicina Oncologica 
Ospedale “Guglielmo da Saliceto” di Piacenza
“CELLULE STAMINALI COME NUOVE 
POSSIBILITÀ DI CURA”
 
Prof. LORENZO MORELLI
Preside Facoltà di Agraria UCSC Piacenza – Cremona
Direttore Istituto di Microbiologia 
e Centro Ricerche Biotecnologie
“BATTERI E UOMO: NON SOLO MALATTIE”
 
 
6 aprile 2011, ore 15.30
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
 
TAVOLA ROTONDA: 
“EDUCARE NEL TEMPO DELL’INCERTEZZA 
CON LO SGUARDO AL FUTURO”
Moderatore: Dott. Gaetano Rizzuto
 
Relatori:
Prof. MAURO MAGATTI
Preside Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica 
di Milano
“DESIDERIO LIBERTÀ OPPORTUNITÀ: UNA 
SFIDA PER TUTTI”
 
Mons. ANTONIO LANFRANCHI 
Arcivescovo Metropolita di Modena – Nonantola, 
già docente del Liceo Colombini
“OSARE L’EDUCAZIONE A SCUOLA PER DARE
FUTURO E SPERANZA ALLE NUOVE GENERAZIONI
E ALLA SOCIETÀ”
ottobre 2011
Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
 
TAVOLA ROTONDA: 
“LA CONSERVAZIONE PER L’ARCHITETTURA 
E LA PIANIFICAZIONE URBANISTICA ”
 
Relatori: 
Dott. Arch. GIORGIA ROSSI 
Dott. Arch. GIULIANA CARDANI
Dott. Arch. MICOL DELL’ORTO
 
“Il ruolo della diagnostica nel progetto di 
conservazione: dall’analisi storica alla proposta di 
intervento. Metodologie e tecniche a confronto”
 
“Le nuove tecniche di rilevamento a supporto del 
progetto di conservazione. Metodologie e casi studio”
 
 
 
 
 
 
Nell’anno delle celebrazioni, gli studenti dei diversi 
indirizzi liceali danno vita ad alcune iniziative correlate
all’evento:
gli “Apprendisti Ciceroni”, in collaborazione con il FAI, propongono visite guidate ai luoghi del Risorgimento a Piacenza: il tratto di mura  austriache – descrizione e ipotesi  per la  restituzione alla Città
la redazione del Giornalino scolastico dedica  un numero alla storia della Scuola e documenta  gli eventi
i rappresentanti di Istituto e Consulta, con un gruppo di studenti, si dedicano alla ricerca e alla documentazione nell’Archivio scolastico;  i risultati saranno presentati in una mostra e  confluiranno in un prodotto multimediale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.