Quantcast

Ongina volley scatenata, 3 a 0 alla Campi Bisenzio

Non conosce davvero ostacoli la Canottieri Ongina, che inizia alla grande il 2011 conquistando in modo netto i tre punti nel match casalingo contro l’ormai ex capolista Bacci Campi Bisenzio

Più informazioni su

Volley B2 maschile, Canottieri Ongina scatenata: 3-0 all’ex capolista Bacci Campi Bisenzio 

CANOTTIERI ONGINA-BACCI CAMPI BISENZIO 3-0
(25-23, 25-22, 25-20)
CANOTTIERI ONGINA: Azzarà 2, Boniotti 27, Codeluppi 12, Merli 10, Festa 3, Tencati 8, Butturini (L), Fiorentini, Premoli, Bozzoni. N.e.:, Ferraguti, Lucotti. All.: Bruni
BACCI CAMPI BISENZIO: Mannini 6, Della Concordia Au. 5, Rugi, Bolognesi 11, Pedone 11, Sgrilli 14, Razzi (L), Giovannoni, Meli, Benes, Della Concordia An. All.: Tofanari.

Non conosce davvero ostacoli la Canottieri Ongina, che inizia alla grande il 2011 conquistando in modo netto i tre punti nel match casalingo contro l’ormai ex capolista Bacci Campi Bisenzio e difendendo anche l’imbattibilità casalinga in campionato. L’infermeria piena, con diversi acciacchi e con il centrale titolare Bozzoni ai box per lombalgia, e un avversario di assoluto valore per la categoria non hanno fermato la squadra di Bruni, che ha risposto all’appello di una prova di cuore del suo tecnico fornendo una prestazione maiuscola. Non era facile, aldilà dei problemi fisici: i toscani hanno confermato le loro doti, soprattutto difensive, e contro squadre così quadrate, pur senza qualità offensive eccezionali, basta poco per far scendere la catena e regalare punti agli avversari. La Canottieri, però, non è caduta nel tranello, anzi: messo in cascina il primo parziale dopo una lotta serrata, l’Ongina è poi salita in cattedra nei successivi due set. Una ricezione costantemente precisa (ogni frazione si è chiusa sopra al 70 per cento di positività), un attacco in crescendo e soprattutto un muro super (12 block vincenti contro i 4 ospiti) hanno messo alle corde il Bacci, che di fatto se l’è giocata solo nel primo set, quando l’opposto Sgrilli ha sorretto l’attacco fiorentino. Sceso di tono lui, il Campi Bisenzio ha pagato dazio, pur provandoci fino alla fine.
Protagonista della serata è stato l’opposto giallonero Andrea Boniotti, autore di una prova super conclusa con 27 punti, di cui 2 muro e i restanti 25 in attacco sui 56 palloni attaccati con solo 4 errori e il 45 per cento di positività. Accanto a lui, buone le prove del martello Codeluppi (ottimo soprattutto nel terzo set) e del centrale Merli (4 muri e 6 primi tempi vincenti), sorretti da capitan Tencati (bersagliato invano in ricezione e positivo a muro), dalla regia di Festa, dalle difese del libero Butturini e dal cuore del jolly Azzarà.
La partita inizia alla grande per la Canottieri Ongina, subito aggressiva e capace di portarsi sul 10-5 con il muro di Boniotti. Lo stesso opposto ha un passaggio a vuoto in attacco con due errori, che riportano il Bacci a – 1 (12-11). Il bomber di Gambara, però, si riscatta alla grande, prendendo in mano la squadra, che dopo aver subito il sorpasso toscano (16-17) ha reagito volando sul 21-19 con il muro di Festa e un tocco sottorete di Codeluppi. Campi Bisenzio, però, non molla e sta in partita con l’opposto Sgrilli (73 per cento in attacco nel primo set). L’arrivo è in volata e sul 23-23 decidono un attacco di seconda linea di Boniotti e un primo tempo out del centrale Aurelio Della Concordia.
Nel secondo set, la Canottieri riparte di slancio con un bis a muro che vale il 6-2. Il Bacci diventa falloso in attacco con Bolognesi e Sgrilli e così i monticellesi allungano sul 14-9. I fiorentini  (nel frattempo con Meli al posto di Rugi in regia) cercano di rientrare con due ace, ma le ottime battute di Festa e il muro di Merli mettono il parziale al sicuro per l’Ongina: 25-22 e 2-0. La partita non è finita, perché il Bacci mostra i muscoli e trovando varchi soprattutto al centro prova ad allungare il match. La squadra di Tofanari, però non fa i conti con la Canottieri che vorrebbe sempre mister Bruni, che riduce al minimo gli errori e che riceve e attacca con efficacia. Boniotti non smette di bombardare e sale in cattedra anche Codeluppi, che poi chiude sul 24-20 scatenando la festa piacentina.
Per la Canottieri, tre punti d’oro e una grande occasione: con la vetta a soli due punti, martedì  sera alle 21 i gialloneri recupereranno la sfida di Firenze contro il Jumboffice; in caso di successo, l’Ongina salirebbe al primo posto.

Ufficio stampa Canottieri Ongina
Luca Ziliani

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.