Giovani Idv Piacenza: "Dal Governo nessun rispetto per la laicità"

Sabato scorso noi Giovani dell'Italia dei Valori abbiamo manifestato in piazza per difendere la libertà di scelta sulla nostra vita.

GIOVANI IDV: DAL GOVERNO  NESSUN RISPETTO PER LA LAICITA’ E I DIRITTI CIVILI

Sabato scorso noi Giovani dell’Italia dei Valori abbiamo manifestato in piazza per difendere la libertà di scelta sulla nostra vita. Il Governo infatti deve rispettare la libertà di coscienza e le varie sensibilità individuali dando il diritto di scegliere ad ognuno  anticipatamente a quali trattamenti sanitari non essere sottoposto e che questa decisione individuale sia vincolante per lo Stato. Il 9 febbraio invece si è celebrata la giornata nazionale degli stati vegetativi, istituita per volontà del governo nel giorno dell’anniversario della morte di Eluana Englaro. Come i peggiori aguzzini che, invece di cogliere l’occasione per avviare nel paese un confronto aperto su temi tanto sensibili, istituiscono una ricorrenza mortificante, insultante e irrispettosa non solo della famiglia Englaro ma della laicità dello Stato e dei diritti civili. A questo Governo e a questo presidente del Consiglio dei temi e valori etici in
gioco non importa niente assolutamente nulla. Per loro è l’ennesima partita politica, soprattutto in questi tempi di sopravvivenza difficile per l’esecutivo, dopo che gli scandali con protagonista Berlusconi hanno compromesso  i rapporti con il Vaticano. E’ per cancellare i peccati del Premier che la legge sul testamento biologico viene ritirata fuori proprio ora
dopo essere rimasta chiusa per due anni nel cassetto. Ci troviamo di fronte un Parlamento ancora una volta piegato agli interessi esclusivi del Presidente del Consiglio, umiliato e vilipeso per garantire lunga vita ad un Re ormai agonizzante. La proposta di legge del governo sul testamento biologico è profondamente incostituzionale, così come la giornata nazionale degli stati vegetativi è stata un insulto e una vergogna. Idv si confronterà in Parlamento per una legislazione più umana e costituzionale. Nessuno può essere curato
contro la sua volontà. Riflettano quanti in queste ore si accaniscono terapeuticamente per mantenere in vita un governo morto, su quello che Aldo Moro, uomo profondamente e intimamente cattolico ma laico, scriveva anni fa: “la legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

GIOVANI ITALIA DEI VALORI PIACENZA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.