Quantcast

Insegnanti di religione, in crescita anche a Piacenza

Diminuisce la richiesta di ore di religione, ma aumentano il numero dei prof "certificati" per questo tipo di insegnamento. Un’anomalia messa in evidenza da Repubblica.it, che fa riferimento ai dati pubblicati

Più informazioni su

Diminuisce la richiesta di ore di religione, ma aumentano il numero dei prof "certificati" per questo tipo di insegnamento. Un’anomalia messa in evidenza da Repubblica.it, che fa riferimento ai dati pubblicati dal “Servizio nazionale della Conferenza episcopale italiana per l’Insegnamento della Religione cattolica”, a maggior ragione se si prende in considerazione la difficile situazione della scuola italiana, alle prese con continui tagli di personale.

Anche a Piacenza si registra un parziale incremento degli insegnanti di religione, secondo quanto riferisce don Luigi Bavagnoli, responsabile dell’ufficio catechistico diocesano. "I docenti (ritenuti idonei all’insegnamento dalla Diocesi, ndr) presso le scuole medie e superiori sono 56, di cui 12 sono sacerdoti, mentre alle elementari e alle materne sono 49. Sono proprio questi ultimi ad aver visto un aumento nell’ultimo anno, anche se è necessario ricordare che la nostra Diocesi non coincide con la provincia di Piacenza ma comprende anche altri Comuni, come Bedonia, Borgotaro e Bardi". Un incremento che si spiega con richieste arrivate dalla scuola stessa. "Con i tagli apportati al personale docente, la scuola chiede un insegnante in più per poter meglio – spiega don Bavagnoli – organizzare l’orario scolastico". Cresce l’offerta, ma la "domanda" resta invariata a Piacenza.  

"La richiesta dell’ora di religione da parte delle famiglie è sempre superiore al 90% – conclude don Bavagnoli – e quindi gli insegnanti sono necessari per venire incontro a queste esigenze".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.