Piroli (Pd): “Indignata dal Milleproroghe”

Tra le novità introdotte dalla conversione in legge del Decreto Milleproroghe c'è lo slittamento al 30 giugno 2011 del pagamento delle multe per coloro che hanno sforato le quote latte

Più informazioni su

Tra le novità introdotte dalla conversione in legge del Decreto Milleproroghe c’è lo slittamento al 30 giugno 2011 del pagamento delle multe per coloro che hanno sforato le quote latte. Un provvedimento che danneggia le aziende che hanno creduto nello Stato e si sono messe in regola affrontando duri sacrifici economici. Ma i cittadini devono anche sapere che i 5 milioni necessari a coprire questo slittamento sono stati sottratti dai fondi per l’assistenza e cura ai malati oncologici, oltre che da quelli stanziati per la benzina dei carabinieri e della polizia, per elicotteri e Canadair utilizzati per spegnere gli incendi. Questo Governo, dopo aver voltato la testa per non vedere il caso Ruby, nella versione del decreto approvato nei giorni scorsi ha sostanzialmente sancito che i malati di cancro “valgono”meno di coloro che non rispettano le regole a scapito di migliaia e migliaia di imprenditori onesti. Spiace constatare che i legislatori non conoscano il dramma vissuto da oltre 2 milioni e 200 mila i malati di tumore in Italia ed oltre 400 mila i nuovi casi registrati ogni anno. Solo a Piacenza, nell’ultimo anno si sono riscontrati 960 nuovi pazienti colpiti dal cancro, come dichiarato dal dott. Luigi Cavanna, direttore del dipartimento di Onco-ematologia. Senza considerare il dramma vissuto dai famigliari che di fronte alla sofferenza del proprio caro provano sentimenti di impotenza e di rabbia verso le cause ancora in parte ignote del male del secolo. Il fatto ancora più grave è che questo provvedimento è un’ulteriore sopraffazione compiuta da questo governo nei confronti dei malati terminali. Infatti, il Disegno di Legge sul Fine Vita proposto dal PDL, in discussione alla Camera nei prossimi giorni, è ispirato non al principio di libertà ma a quello di autorità. Come ha scritto Stefano Rodotà : “Una politica incapace di guardare ai problemi veri della società si fa di colpo prepotente, si dichiara padrona dei corpi delle persone, pretende di impadronirsi davvero delle “vite degli altri”.

 Giulia Piroli Consigliera Comunale PD 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.