Sospensione dei debiti per le piccole aziende, Confapi: "Bene la moratoria"

Dal mondo creditizio arriva un segnale concreto per le piccole e medie imprese: la settimana scorsa

Più informazioni su

Comunicato stampa Confapi Piacenza

Dal mondo creditizio arriva un segnale concreto per le piccole e medie imprese: la settimana scorsa, infatti, è arrivato il via libera formale alla proroga di sei mesi per la richiesta da parte delle aziende in difficoltà, finora escluse dalla moratoria, della sospensione dei debiti. Si tratta di un provvedimento molto importante, destinato, come dimostrano i numeri elencati dal presidente di Confapi Piacenza Pier Maria Mantelli, a dare una boccata di ossigeno alla base del nostro sistema economico, ossia le piccole e medie imprese. «Dalla sua entrata in vigore, la moratoria – ha ricordato Mantelli – ha riguardato i debiti di 190mila piccole e medie imprese, per un controvalore di 56 miliardi di euro di finanziamenti». Il dato, aggiornato al 31 dicembre 2010, «la dice lunga – ha aggiunto il presidente – sulle difficoltà che le imprese vivono in fatto di equilibrio finanziario: per questo non possiamo che essere contenti per il fatto che anche la nostra Confederazione abbia firmato l’accordo con l’Abi». Ad esprimere soddisfazione per l’accordo raggiunto è stato anche il presidente nazionale di Confapi, Paolo Galassi. «La proroga della moratoria non risolverà certo tutti i problemi legati all’effetto crisi, ma rappresenta un segnale importante per il mondo produttivo – ha detto -, coerente con le misure annunciate nell’ampio piano di crescita approvato dal Governo in Consiglio dei ministri».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.