Tariffe hospice, Pollastri (Pdl) interroga la Regione

In Emilia-Romagna, al 30 giugno 2010, risultavano attivi diciotto Hospice, con una media di 0,5 posti letto ogni 10 mila abitanti

Più informazioni su

PIACENZA: POLLASTRI (PDL) INTERROGA LA REGIONE SUGLI HOSPICE – Comunicato stampa

In Emilia-Romagna, al 30 giugno 2010, risultavano attivi diciotto Hospice, con una media di 0,5 posti letto ogni 10 mila abitanti, mentre si prevede che, entro la metà del 2011, le strutture diventino ventiquattro (0,66 posti ogni 10 mila abitanti).
Lo afferma il consigliere regionale Andrea Pollastri (pdl) in un’interrogazione, in cui evidenzia che “Piacenza risulta essere la terzultima tra le province emiliano-romagnole per posti letto”.
Attualmente – scrive il consigliere – l’unica struttura attiva si trova presso l’Asp Azalea, sede di Borgonovo V.T., con dieci posti, che, entro il primo semestre 2011, saranno incrementati di tre unità. La struttura, inoltre, diversificherà la propria offerta, introducendo un nucleo per pazienti inseriti nel progetto “Gracer”. Verrà poi avviato un nuovo Hospice a Piacenza, in località “La Madonnina”, la cui realizzazione avrà un costo di “40 milioni di euro”.
Malgrado sia l’unico centro nel piacentino, l’Hospice di Borgonovo – aggiunge Pollastri – “ha avuto per diversi mesi un funzionamento parziale a causa della difficoltà della rete delle cure palliative a coprire i posti letto” e l’ASL di Piacenza, in seguito al convenzionamento, “forniva la tariffa regionale, applicando gli adeguamenti, fino all’attuale tariffa di 197,00 euro/procapite/die, oltre alla fornitura diretta di alcuni beni e servizi”, condizioni che “non hanno mai consentito l’autosufficienza economica della struttura, per cui si è reso necessario il reperimento di contributi da parte di istituzioni locali e di sponsorizzazioni esterne”.
Pollastri chiede quindi alla Giunta regionale se preveda che l’apertura di un nuovo Hospice a Piacenza possa avere delle ripercussioni su quello di Borgonovo e di che tipo, se si impegni a garantire il funzionamento della rete delle cure palliative, che comprenderà due Hospice, provvedendo ad assicurare ad entrambe le strutture pari opportunità ed il pieno utilizzo dei posti a favore dell’utenza del territorio provinciale, ed infine se intenda adeguare la tariffa giornaliera in relazione agli effettivi costi degli Hospice.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.