Copra al tie break su Cuneo. Ora manca un punto alla salvezza 

Una vittoria fondamentale per i ragazzi di Lorenzetti che incassano due punti preziosi: domenica a Roma serve almeno un punto

Più informazioni su

COPRA MORPHO PIACENZA – BRE BANCA LANNUTTI CUNEO 3-2 (25-18, 25-15, 22-25, 18-25, 15-11) – COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 14, Semenzato, Marra (L), Gonzalez 4, Ruiz 20, Perazzolo 1, Nilsson 1, Massari (L), Zlatanov 12, Holt 11, Tencati 7, De Almeida. Non entrati Boschi. All. Lorenzetti. BRE BANCA LANNUTTI CUNEO: Mastrangelo 4, Henno, Parodi 24, Galic 2, Fortunato 6, Montagna (L), Carletti 3, Grbic, Nikolov 21, Volkov 13. Non entrati Peda, Patriarca. All. Giuliani. ARBITRI: Castagna, Pessolano. NOTE – Spettatori 19000, incasso 3500, durata set: 26’, 25’, 29’, 25’, 16’; tot: 121’.

La Copra Morpho Piacenza, dopo 4 sconfitte ritorna a vincere e guadagna 2 punti fondamentali per la salvezza. Vittoria sudata per i piacentini che vengono portati dalla Bre Banca Lannutti Cuneo al tie-break. Avvio di partita equilibrato, il primo parziale denota una Bre Banca Lannutti Cuneo che non riesce ad entrare in partita, forse per la formazione insolita, visto l’infortunio al capitano Wijsmans. Piacenza per i primi due set dimostra un gioco fluido, deciso e sicuro con un attacco fulmineo e una difesa impeccabile grazie alle ottime azioni di Marra; differente Cuneo che si dimostra spenta e sottomessa al gioco biancorosso.Nell’avvio di partita Cuneo commette molti errori in battuta e in difesa, Piacenza ne approfitta e rapida si porta facilmente avanti di 6 lunghezze (16 – 10), Cuneo recupera terreno, si posiziona 20 – 16 ma Ruiz, che si dimostra in perfetta forma, e Holt difendono il vantaggio di Piacenza portando la propria squadra facilmente sul 25 – 18. Secondo parziale simile al primo, Piacenza si porta immediatamente avanti di 4 lunghezze. Cuneo tenta la rimonta, ma la sua difesa stenta a percepirsi e Piacenza ne approfitta affondando l’attacco con Zlatanov che segna il 25 -15. Nel terzo set Cuneo si rianima, Piacenza parte subito in vantaggio, ma il parziale è infuocato e i piemontesi non vogliono lasciare vittoria facile a Piacenza. La Bre Banca Lannutti Cuneo rimonta, va in vantaggio e dopo una lunga sfida punto a punto Cuneo con Nikolov stacca i piacentini e conquista il terzo set ai vantaggi (22 – 25). Cuneo nel quarto parziale è agguerrita, l’attacco dei piemontesi è micidiale e Piacenza ne risente. Cuneo non perdona e Piacenza è costretta a seguirne la scia, cerca di limitare il vantaggio degli avversari ma Nikolov e Parodi sono impeccabili e portano Cuneo sul 18 – 25. Tie – break infuocato, Piacenza con Ruiz, Tencati e Holt combatte fino alla fine, Cuneo a sua volta tenta il tutto per tutto. La squadra piacentina esige la vittoria e Popp schiaccia il 15 – 11 portando alla Copra Morpho Piacenza due punti che lasciano accesa una speranza. Mvp: Benito Ruiz.

Vladimir Nikolov (Marmi Lanza Verona): “La partita era estremamente difficile, la Bre Banca Lannutti Cuneo ha problemi fisici. Patriarca ha problemi alla schiena, Wijsmans è fuori gioco a causa della caviglia. Eravamo costretti, per problemi di regolamento, a giocare con il secondo libero. Giuliani ha provato a sistemare la situazione, ma nel secondo set abbiamo commesso troppi errori in ricezione. Piacenza ha giocato bene, e alla fine, ha meritato giustamente la vittoria”.

Marcus Popp (Copra Morpho Piacenza): “Nei primi due set abbiamo avuto un gioco impeccabile, probabilmente anche perché ci siamo presentati al match più rilassati rispetto alle precedenti partite. Nel terzo e quarto set il nostro attacco non ha funzionato come nell’avvio. Cuneo ha giocato con una formazione insolita, sembravano rilassati, privi di grinta. Hanno recuperato la carica quando ci sono stati i primi cambi che hanno portato ad un gioco più fluido e più agguerrito”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.