Sconfitta per 3 a 0 per il Copra Morpho a Vibo Valentia

La Tonno Callipo conquista tre punti importantissimi in chiave play off, contro Piacenza che era arrivata a Vibo valentia con ben altre intenzioni.

Più informazioni su

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA – COPRA MORPHO PIACENZA 3-0 (25-23, 28-26, 25-17) – TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Rivera Caamano 11, Coscione 5, Feroleto (L), Suljagic, Anderson 11, Baroti, Simeonov 16, Ananiev, Barone 10, Fanuli (L), Nikolov 8. Non entrati Ferraro, Kindgard. All. Di Pinto. COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 4, Semenzato, Marra (L), Gonzalez 4, Ruiz 8, Perazzolo 1, Nilsson 1, Zlatanov 12, Holt 8, Tencati 5. Non entrati Massari, Boschi. All. Lorenzetti. ARBITRI: Sobrero, Braico. NOTE – Spettatori 1300, incasso 4200, durata set: 29′, 28′, 26′; tot: 83′.

La Tonno Callipo conquista tre punti importantissimi in chiave play off, contro Piacenza che era arrivata a Vibo valentia con ben altre intenzioni. Ma la voglia di riscattare la brutta gara di Castellana ha spinto i vibonesi a giocare con il cuore e anche con altro. Piacenza invece ha dimostrato di avere dei grossi limiti di tenuta e forse anche caratteriali. Primo set: le due squadre partono in maniera nervosa e lo spettacolo ne risente parecchio. Prima Vibo in vantaggio, poi Piacenza pareggia. Poi ancora i padroni di casa che mettono la freccia, sino a quando un turno di battuta di Gonzalez mette in croce la ricezione della Callipo. Poi Di Pinto riporta la calma ed i suoi ragazzi lo ripagano portandosi a casa il parziale grazie ad un attacco di Simeonov, che tocca le mani del muro ospite. Nel secondo set la Tonno Callipo sembra partire più decisa. Ma continua l’altalenanza nel gioco e nel punteggio che da una parte diverte il pubblico, ma dall’altra invece dimostra, che essendoci in palio una posta altissima le due squadra soffrono molto. Forse questo secondo set è un po’ meglio del primo, anche se gli errori sono tantissimi, tra battuta ed attacco. Il punteggio è sempre in bilico, si lotta sul punto a punto, in una fase di stallo che porta sino al punto a punto. Poi la Tonno Callipo ha la meglio grazie ad un muro messo a segno sul 27-26, che scava un solco e porta i padroni sul due a zero. Quindi Piacenza crolla all’improvviso sotto i colpi della Tonno Callipo che ha tutta la voglia di chiudere subito la contesa. La squadra di casa infatti parte fortissimo al servizio e gli emiliani non sembrano reggere, nonostante un Gonzalez in grande spolvero che non vuole assolutamente mollare. Ma alla fine manca l’apporto degli attaccanti più importati che non riescono a mettere a terra i palloni che pesano. Purtroppo Lorenzetti le prova tutte ma nulla può fare contro un’avversaria così determinata e cattiva. Il divario si fa sempre più largo con un Coscione che gioca alla grande con tutti gli uomini a sua disposizione che mettono sistematicamente palla a terra. In più il muro funziona benissimo. Una buona nota di merito al libero della Tonno Callipo Fabio Fanuli, decisivo su tantissimi palloni difesi ma che è stato anche molto ma molto bravo anche ad impostare le azioni di contrattacco. In casa Piacenza, purtroppo continua il momento no che fa allontanare la squadra di Lorenzetti dalle posizioni importanti. La corsa ai play off rimane ancora aperta e tutto di deciderà nel rush finale.
Angelo Lorenzetti (allenatore Copra Morpho Piacenza): “E’ molto difficile commentare questa gara. Il primo set lo abbiamo giocato come al solito bene, per poi sprecare su alcune situazioni di gioco, viste, riviste dette e ridette a video, che non sono davvero poche. Poi il secondo set abbiamo cominciato bene come in quello precedente però abbiamo continuato a sprecare troppo ed anche nei momenti più importanti. Si fa davvero fatica in questo modo anche perché da un possibile uno a uno siamo passati sul due a zero e si è fatto durissima”.
Vincenzo Di Pinto (allenatore Tonno Callipo Vibo Valentia): “Questa vittoria ci fa ben sperare per il nostro proseguo del campionato. Sono stati tre punti conquistati davvero con il cuore e venuti dono una partita molto ma loto intensa. La vittoria della mia squadra è più che meritata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.