A Vicenza l’ultima del Piace 2. Madonna: "Ritrovare il filo"

Obiettivo almeno un punto al Menti (ore 15),  per fermare sul nascere il rischio di una serie negativa e per muovere una classifica non ancora tranquilla per i biancorossi. Il mister: "Importante il rientro di Guerra, voglio una squadra ordinata e concreta".

Più informazioni su

Ultima giornata senza Cacia per il Piacenza di Armando Madonna, oggi al Menti di Vicenza (ore 15) per la tredicesima giornata di ritorno del campionato di serie Bwin. L’allenatore biancorosso ammette: "Dopo aver raggiunto un assetto ottimale, che ha portato risultati e soprattutto buone prestazioni, alcune assenze pesanti ci hanno fatto perdere il filo. Mi dispiace per domenica con il Portogruaro, c’era tanta gente allo stadio e ciò nonostante è arrivata la peggiore partita del Piace. Loro sono stati bravi ad approfittare delle nostre difficoltà, ci hanno aggredito alti e disinnescato il nostro progetto di puntare sul possesso palla. Purtroppo non avevo soluzioni alternative per cambiare a partita in corso".

Un punto a Vicenza aspettando Cacia? "Dipenderà dalla condizione fisica, e da questo punto di vista la squadra sta bene. Voglio una partita ordinata, concreta, e soprattutto che i ragazzi non sbaglino l’approccio, l’atteggiamento in campo. Dobbiamo ritrovare il filo". Dobbiamo aspettarci un Piace meno autoritario dopo le due sconfitte? "La mentalità ormai è quella, siamo una squadra che prova sempre a fare la partita: lo abbiamo fatto anche a Bergamo, e bene a mio parere. Logico che cambiando i protagonisti in campo possa anche variare l’interpretazione della gara. Rientrerà Guerra, per noi è molto importante".

Vicenza formazione da playoff? "Oggi la classifica dice quello, i veneti sono in zona playoff nonostante abbiano perso, secondo me immeritatamente, le ultime due partite contro Ascoli e Varese. Maran afferma che l’obiettivo rimane la salvezza, ed è giusto che sia così. Certamente è stato molto bravo a cambiare modulo e volto alla sua squadra, facendone una bella realtà. E’ una delle poche squadre del campionato, insieme alla Reggina, a giocare con il 3-5-2 e davanti con Abbruscato e Cellini può fare male". Centrocampo più folto anche per il Piace? "Al di là del modulo che sceglierò, cercherò più densità a centrocampo".

Obiettivo almeno un punto, pertanto, per fermare sul nascere il rischio di una serie negativa e per muovere una classifica non ancora tranquilla per i biancorossi. Ancora tanti gli indisponibili per mister Madonna, alle prese con l’ennesima revisione dell’assetto della squadra. In difesa mancheranno lo squalificato Gervasoni e l’infortunato Conteh, mentre rienterà a destra Zenoni: probabile il rilancio di Zammuto, giocatore prezioso, in coppia con Rickler. In caso di centrocampo spazio ad Avogadri o Marchi a destra, con la conferma della coppia Catinali e Cofie in mezzo e Bianchi a sinistra. A meno che non sia Tommaso l’uomo a cui chiedere il raccordo tra le linee in caso di conferma del 4-3-1-2, nel ruolo di Sbaffo. Davanti ci sarà Simone Guerra, al rientro dopo la squalifica, probabilmente supportato da uno tra Piccolo e Guzman.

Questi i probabili convocati da Madonna: Cassano, Donnarumma, Anaclerio, Avogadri, Mei, Rickler, Zammuto, Zenoni, Catinali, Bianchi, Cofie, Marchi, Mandorlini, Tremolada, Volpi, Guzman, Piccolo, Guerra.

E questa la probabile formazione del Piacenza (4-4-2): CASSANO, ZENONI, ZAMMUTO, RICKLER, ANACLERIO; MARCHI (AVOGADRI), CATINALI, COFIE, BIANCHI; PICCOLO (GUZMAN), GUERRA. All. Madonna. A disposizione: Donnarumma, Mei, Avogadri, Mandorlini, Volpi, Tremolada, Guzman.

I veneti scaricheranno in campo la rabbia accumulata per l’ingiustizia subita a Varese, in uno scontro diretto per la zona playoff. A quota 45, infatti, il Vicenza non può sottrarsi al dovere di provare la rincorsa agli spareggi per la promozione. All’andata al Garilli la squadra di Maran fu travolta dal ciclone Cacia, purtroppo assente domani. Nelle fila dei biancorossi di casa ci sarà l’ex Matteo Paro, finalmente ritrovato dopo un lungo calvario, mentre non sarà della partita Denis Tonucci, indimenticato protagonista della rimonta del Piace di Ficcadenti. In avanti ballottaggio a tre per affiancare il cecchino Elvis Abbruscato: Cellini, Misuraca e Tulli (niente a che fare con il nostro Tulli, sarebbe stata una beffa).

Questa la probabile formazione del Vicenza (3-5-2): RUSSO, SCHIAVI, MARTINELLI, GIANI; SOLIGO, GAVAZZI, PARO (MOROSINI) BOTTA, DI MATTEO; ABBRUSCATO, CELLINI (TULLI). All. Maran

Si gioca al Menti di Vicenza alle ore 15, dirige il Sig. Ostinelli di Como.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.