Quantcast

Copra Morpho Bakery, la rimonta fallisce all’ultimo canestro

Piacenza sconfitta 80-78 dal Moncalieri, e raggiunta al primo posto da Brescia e Perugia. Playoff certi per i ragazzi di Piazza

Più informazioni su

Per questa stagione l’ormai eterna sfida fra COPRA MORPHO BAKERY e PMS Zerouno Moncalieri S. Mauro si conclude sul punteggio di assoluta parità: 1-1, cioè una vittoria per parte, ciascuna ottenuta davanti al pubblico di casa, e ciascuna maturata dopo quaranta minuti vissuti tutti d’un fiato. E’ proprio vero che non ci si annoia mai a guardare queste due formazioni sfidarsi, era cosi l’anno passato in B Dilettanti, è stato cosi anche in questo campionato perché, sempre per non rompere la tradizione, anche l’odierno match ha regalato colpi di scena e momenti da "cuore in gola". Se all’andata finì sul +1 per i biancorossi, al PalaRuffini i ragazzi di Faina hanno strappato il successo di sole due lunghezze, al termine di un quarto parziale in cui è accaduto di tutto e di più.

Motivata al cento dieci per cento, la Zerouno infatti ha condotto le danze per l’intero incontro, riuscendo a respingere in più di un’occasione gli arrembaggi piacentini, tanto da arrivare avanti di 14 a meno di cinque minuti da fine gara. Mai dare però il trionfo per scontato: Passera e Co., in poco più di due giri di lancette, ricompongono il gap e si riportano a -2, giusto in tempo per il rush finale. Al termine della roulette dei liberi (80-78), l’ultima occasione di vittoria piacentina passa dalle mani di Scarone (21 p. e 34 di valutazione), ma la sua tripla viene sputata fuori dal cerchio, lasciando cosi il successo ai padroni di casa.

Adesso la COPRA MORPHO BAKERY si riposiziona al secondo posto nel girone, dietro a Perugia e davanti a Brescia, tutte e tre appollaiate a quota 40 punti. A playoff già acquisiti, le prossime due partite saranno fondamentali per definire la griglia del primo turno di post-season, non resta che attendere il responso che uscirà dai match contro Trieste (in casa) e Pavia (fuori casa).

Cosi Enrico Montefusco, vice allenatore: "Questo è un campo difficilissimo, Torino è una grande squadra. Sapevamo che su questo parquet non si vince facilmente, noi abbiamo giocato una buona partita, siamo rientrati dallo svantaggio e abbiamo avuto la palla per vincere, ma alla fine hanno trionfato loro, e lo hanno fatto con merito. Speravamo di rimanere primi in classifica fino alla fine del campionato, purtroppo non ci siamo riusciti però guardiamo avanti. Questa partita ci è servita anche come banco di prova in prospettiva playoff, dove troveremo squadre con giocatori esperti e mai arrendevoli; noi siamo pronti a giocarci le partite che contano."

LA PARTITA: L’inno d’Italia scalda gli animi del pubblico e i motori delle due squadre, soprattutto quello di Piacenza che sigla il quarto punto dell’incontro con una schiacciata in contropiede, tanto per fare capire che nulla verrà regalato. La PMS però non si lascia spaventare anzi, in due azioni si porta avanti di 6 spinta dalle triple di Masper e Giadini (10-6). Che sarà una partita dura e fisica non ci si impiega tanto a capirlo, gli arbitri mettono spesso mano al fischietto in particolar modo sotto canestro, dove si susseguono i potenziali giochi da tre punti (canestro più fallo). Nonostante le buone cose viste sul parquet, Piacenza subisce le bombe dall’arco della PMS trovandosi sotto di 8 a tre min dalla fine. Se i biancorossi riescono a rimanere in scia il merito è di Capitan Passera e del "sesto" uomo Plateo, bravissimi nel trovare gli spazi giusti e i punti dai 6.75 (23-21).

Si inizia il secondo quarto col terzo fallo di Perego, subito sostituito da Cazzaniga. Non tarda molto ad arrivare il time out di Piazza poi Loschi accorcia le distanze dall’angolo (25-23). Non sbaglia più niente però dall’arco Torino (31-27) e la differenza fra le due squadre sta proprio nei giochi d’attacco: se la PMS insiste da tre (con ottime percentuali), la COPRA MORPHO BAKERY trova invece il suo bottino di punti con penetrazioni o soluzioni sotto le plance. Fra le numerose proteste ospiti, dopo sette minuti di quarto arriva la parità assoluta firmata Scarone (40-40). Subito dopo ecco il vantaggio piacentino, prima che Torino torni a mettere un punto di margine proprio sul finale (48-47).

Si riprende a giocare nel segno di Masper, lasciato troppo libero di segnare ovunque gli pare. Più che canestri, nei primi cinque minuti di parziale, si vedono botte da orbi all’ombra del tabellone, poi quando Torino torna ad ingranare i punti di distacco dalle due formazioni diventano nove (62-53). Ci mette una pezza Plateo (0-4), ma Parente recupera a metà campo e sigla il 64-57.
Mettendo sul parquet una difesa serratissima, la Zerouno continua ad avere in mano l’inerzia della sfida, complice anche una Piacenza che sembra aver smarrito la lucidità necessaria per recuperare il gap (69-57). I falli fischiati (in attacco) contro gli ospiti non aiutano di certo a realizzare l’impresa; le speranze più solide sono legate ai tiri dall’arco, ma è pur vero che i padroni di casa viaggiano a ritmi elevatissimi, rimanendo con quei nove – dieci punti rassicuranti di scarto. Quando ormai il risultato finale sembra già scritto, il Palazzetto si ricorda che non c’è sport più imprevedibile del basket e i piacentini non perdono l’occasione di dimostrarlo: in due minuti passano dal -12 al -2. Come già successo, Torino non si fa riagganciare e allunga di 4 , Perego segna il -2 dalla lunetta e Cazzaniga spara sul ferro la bomba del possibile +1. La partita non è finita, Scarone si procura tre liberi a 11"dal termine e ne realizza due (79-78). L’ultimo tiro della serata è ancora dell’italo- argentino, ma il cerchio lo respinge. La PMS vince la sentitissima sfida per 80-78.

Zerouno Moncalieri S. Mauro – Copra Morpho Bakery Piacenza 80-78 (23-21, 25-26, 16-10, 16-21)

TORINO: Parente 7, Tassinari 16, Conti 7, Giadini 11, Masper 20, Cotani 8, Maffeo ne, Maggiotto 6, Giusto 5, Gaetani ne. All. Faina.

PIACENZA: Cazzaniga 8, Perego 6, Antozzi ne, Loschi 2, Passera 21, Trapella 6, Rizzitiello 7, Scarone 21, Cornacchione ne, Plateo 7. All. Piazza

Ufficio Stampa COPRA MORPHO BAKERY
Davide Rancati

AGGIORNAMENTI – Esce sconfitta di due punti la Copra Morpho Bakery Piacenza al Palazzetto di Torino dalla Zerouno Moncalieri S. Mauro. Una partita vibrante, giocata sul filo dell’equlibrio estremo nei primi due quarti: nel terzo quarto il decisivo break dei piemontesi, che chiudono sul 64-57. La rimonta della squadra di Piazza si ferma sull’ultimo tentativo, fallito, da tre punti: 21 punti a testa per Passera e Scarone. Ora la Copra Morpho è stata raggiunta al primo posto da Perugia e Brescia, che hanno travolto rispettivamente Ozzano e Osimo.

Testa a testa tra Moncalieri e Copra Morpho Bakery: il secondo parziale si chiude con i piemontesi avanti di un solo punto, 48-47. Tra i biancorossi 14 punti di Passera e 10 di Scarone

Chiude sotto di due punti il primo parziale la Copra Morpho Bakery sul parquet dello Zerouno Moncalieri S.Mauro: 23-21

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.