Quantcast

Ex Acna, Civardi: "Sulla bonifica perso troppo tempo"

"Si è perso del tempo inutilmente", dice il consigliere, "ma la grave situazione imponeva e impone di non frapporre indugio ulteriore, perché c’è in gioco la salute dei cittadini”.

Più informazioni su

“Già nello scorso mese di febbraio avevo chiesto, con un’interrogazione, un intervento da parte del Comune al fine della riavvio immediato delle operazioni di bonifica nell’area ex Acna. Già allora, infatti, Arpa aveva sottolineato come detti interventi dovessero essere ripresi “nel più breve tempo possibile”, in quanto le operazioni già eseguite nell’area avevano di fatto reso vulnerabile il sito.
Lo dice il consigliere comunale del Pdl Marco Civardi. "Passati inutilmente due mesi, vista l’ordinanza odierna, presumo che le ultime segnalazioni di Arpa e soprattutto Ausl abbiano descritto una situazione di ancora maggiore pericolosità, rispetto anche alla risposta a me resa nello scorso mese di marzo, nella quale l’Assessore Carbone rassicurava sul fatto che Arpa non avesse “evidenziato l’urgenza di intervenire”.
“E’ chiaro – continua Civardi –  che si è perso del tempo inutilmente, anche a causa dei contenziosi sorti tra Amministrazione comunale e la società Porta Borghetto e la SACE. Ma la grave situazione imponeva e impone di non frapporre indugio ulteriore, perché c’è in gioco la salute dei cittadini”.
“Per quanto riguarda il futuro – conclude il consigliere – colgo favorevolmente l’invito del consigliere D’Amo di ricomprendere, nell’eventualità, nella discussione sull’area anche la riapertura alla città del Bastione di Porta Borghetto, cosa su cui – proprio nel dibattito in consiglio comunale sul piano d’iniziativa privata dell’ex Acna nel 2008 – aveva insistito l’allora consigliere Andrea Paparo, e che mi trova assolutamente concorde, al fine di una piena rivitalizzazione dell’area e dell’intera città”.  
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.