Quantcast

Fiorenzuola, il 30 aprile taglio del nastro per l’argine dell’Arda

Si inaugura sabato 30 aprile l’argine costruito nel tratto urbano a Fiorenzuola per la mitigazione del rischio idraulico. All’ex Macello anche una mostra a corredo: “Arda le acque, le sponde, la storia che noi siamo”.

Più informazioni su

Si inaugura sabato 30 aprile l’argine costruito nel tratto urbano a Fiorenzuola per la mitigazione del rischio idraulico. L’organizzazione della inaugurazione si deve alla iniziativa del quartiere Posta dei Cavalli, che allestirà all’ex Macello anche una mostra a corredo: “Arda le acque, le sponde, la storia che noi siamo”. La mostra sarà inaugurata sabato 30 aprile alle 17 e resterà aperta al pubblico fino al 14 maggio (visitabile giovedì, sabato e domenica 10-12/16-19). La mostra racconta un po’ l’intreccio tra la storia di Fiorenzuola e l’Arda (con il suo storico Ponte di Maria Luigia), racconta la storia della costruzione della diga, illustra il progetto di costruzione degli argini e il progetto di parco Arda. Sempre sabato 30 aprile, alle 18, si terrà quindi l’inaugurazione dell’argine nel tratto urbano (presso passerella pedonale), e poi un aperitivo al tramonto sull’argine.
All’inaugurazione parteciperanno le nuove generazioni, quelle che rappresentano il futuro della nostra città. Partecipa la scuola dell’infanzia Rodari, dove le insegnanti Silvia Rocchetta, Domenica Barone e Alessandra Contini accompagneranno i bambini di 5 anni, i ‘Delfini’ del Rodari, a raccontarci la storia della colonia di folletti che – ne hanno le prove – abitano le sponde dell’Arda. Parteciperà anche un gruppo di studenti dell’Istituto Superiore E. Mattei, che con la loro classe, sotto la guida della prof.ssa Annella Zoppi, hanno seguito i lavori di costruzione dell’argine: con sopralluoghi sul campo, lezioni tenute dai progettisti, interviste e ricerche.
L’intervento si presenta come un riuscito esempio di politiche integrate: grazie alla Regione Emilia-Romagna, nelle persone degli Assessori Mario Luigi Bruschini prima, e ora Paola Gazzolo, del responsabile del Servizio Tecnico del Bacino degli Affluenti del Po dottor Gianfranco Larini, e dei progettisti (l’ingegner Cristina Francia, il dottor Paolo Tomasi e il geometra Stefano Agosti) l’intervento di mitigazione del rischio idraulico si è configurato anche come un recupero paesaggistico delle sponde del torrente e una possibilità di fruizione: rendendo utilizzabile la pista di manutenzione per belle passeggiate lungo il torrente. In questo modo, tale intervento ‘restituisce’ l’Arda ai fiorenzuolani, pur ricordando il prudente rispetto che al torrente sempre si deve.

E’ anche, questo, un altro tassello, concretissimo, della avviata realizzazione del parco dell’Arda. In occasione della inaugurazione sarà disponibile e distribuito il volumetto Arda le acque, le sponde, la storia che noi siamo, curato dal Quartiere Posta dei Cavalli, dal Comune di Fiorenzuola d’Arda – Assessorato alla Pianificazione del Territorio e dal Servizio Tecnico del Bacino degli Affluenti del Po, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna. L’intervento sarà inaugurato dall’assessore regionale Paola Gazzolo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.