Fiorenzuola, la Liberazione dedicata agli internati nei campi di lavoro

Sarà dedicata ai concittadini internati nei campi di lavoro, la ricorrenza della Liberazione della città di Fiorenzuola. Le manifestazioni si terranno sabato 23 aprile, a partire dalle 16,30.

Più informazioni su

Sarà dedicata ai concittadini internati nei campi di lavoro, la ricorrenza della Liberazione della città di Fiorenzuola. Le manifestazioni si terranno sabato 23 aprile, a partire dalle 16,30. Dopo il raduno in piazzale Taverna, il corteo si trasferirà al Teatro Verdi, dove si approfondirà il tema “L’altra Resistenza – Gli internati militari di Fiorenzuola”.
L’introduzione sarà affidata al sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani, mentre il ricercatore fiorenzuolano Franco Sprega (Museo della Resistenza piacentina) affronterà il tema “La deportazione in Germania nel territorio piacentino”; a seguire la relazione “I soldati di Fiorenzuola internati in Germania”, curata da Andrea Di Betta, del Centro Studi Resistenza ANPI Roma. La giornata, aperta a tutta la cittadinanza, si chiuderà con la presentazione dell’elenco degli internati militari in Germania residenti a Fiorenzuola nel periodo 1943-1945.
Sono intervenuti alla conferenza stampa di presentazione dell’evento tre fiorenzuolani internati nei campi di lavoro: Callisto Carini e Carlo Rossi, internati militari, Secondo Viciguerra internato politico, insieme a Danilo Frati, presidente dell’ANPI di Fiorenzuola. Come ha evidenziato Andrea Di Betta, che con la collaborazione di Eugenio Fabris ha effettuato la ricerca sugli archivi comunali che verrà presentata sabato 23 aprile, tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945 sono stati circa 300 gli internati militari fiorenzuolani transitati nei campi di lavoro, una quindicina dei quali sarebbero ancora viventi. L’Amministrazione comunale invita tutti i parenti degli internati fiorenzuolani a portare, nella giornata di sabato 23 aprile, il loro contributo per la ricostruzione di questa triste pagina di storia.
 
 
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.