Quantcast

Minaccia di darsi fuoco nell’ufficio del sindaco: ricoverato 47enne

Attimi di paura a Castelsangiovanni, nell’ufficio del sindaco Carlo Capelli, dove un 47enne ha minacciato di darsi fuoco. "Se non mi trovate un lavoro mi do fuoco", ha detto spargendosi addosso della benzina contenuta in una bottiglietta.

Più informazioni su

"Se non mi trovate un lavoro mi do fuoco". La minaccia, questa mattina stava per tramutarsi in realta a Castelsangiovanni, nell’ufficio del sindaco Carlo Capelli. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L’uomo, un 47enne di Castello, ha accettato il ricovero.

Già in mattinata l’uomo si era recato in Municipio, e dopo aver parlato con il primo cittadino aveva già espresso l’intenzione di compiere l’insano gesto, per poi allontanarsi. Ma più tardi, verso le 12, è tornato di nuovo in Comune, ed ha nuovamento chiesto di poter parlare con il sindaco Capelli, la cui segretaria ha subito avvisato la caserma dei carabinieri di Castelsangiovanni. I militari sono subito accorsi e l’uomo, dopo averli visti, ha iniziato a cospargersi di benzina ed ha impugnato un accendino. Bloccato, l’uomo ha desistito, ed ha accettato di ricorrere a cure in ospedale. Il tutto si è svolto sotto gli occhi di una decina di persone, tra impiegati ed assessori.

A quanto pare l’uomo, sposato con due figli, era disoccupato da qualche tempo, dopo aver lavorato come operaio e muratore. La notizia è stata data dal capitano Helios Scarpa, dal maresciallo Domenico Colantoni e il brigadiere Mario Petito di Castello.
 
La testimonianza del sindaco di Castelsangiovanni, Carlo Capelli.
"Paura non ho avuta, ma di certo mi spiace moltissimo per questo signore, che sicuramente si trova in una condizione disperata. Purtroppo il Comune non ha posti di lavoro vacanti, e l’unica realtà in cui è possibile ricollocare persone senza occupazione è la logistica, con contratti a tempo determinato. Ma questo signore cercava un posto come muratore e purtroppo questo è un periodo molto difficile per l’edilizia. Da parte mia va un plauso ai carabinieri, che sono intervenuti subito, contattati dalla mia segretaria e quindi non sottovalutando la minaccia. Non solo, ma hanno operato con grande professionalità, immobilizzando subito l’uomo, senza trambusto ed evitando il peggio, visto che sono sufficienti i vaporui della benzina per scatenare le fiamme".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.