Quantcast

"Nuova alleanza" piacentina per un’agricoltura all’avanguardia

Sinergia tra Consorzio Agrario, Facoltà di Agraria della Cattolica eIstituto Tecnico Raineri: un'alleanza comune che comprende 2 progetti sulla sicurezza alimentare, 2 borse di studio e la possibilità di stage per laureati e laureandi della Cattolica.

Più informazioni su

All’interno della cornice istituzionale del Palazzo dell’Agricoltura, il Consorzio Agrario di Piacenza presenta la “nuova alleanza” tra la struttura consortile, la Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica e l’Istituto Tecnico Raineri: una sinergia comune che comprende 2 progetti di ricerca in tema di sicurezza alimentare, 2 borse di studio da 500 € e possibilità di stage per laureati e laureandi della Cattolica, con l’obiettivo finale di un comparto agricolo sempre più competitivo e all’avanguardia.

 

Il legame – da oggi ancora più saldo – tra Consorzio e Facoltà di Agraria prevede nello specifico lo sviluppo di 2 progetti di ricerca focalizzati entrambi sul tema della sicurezza alimentare. Nel primo caso, si tratta di un progetto di ricerca avviato lo scorso anno in collaborazione con l’Istituto di Patologia Vegetale – finanziato inoltre dalla Regione Emilia Romagna – che si pone come obiettivo la produzione di grano duro di alta qualità; il secondo, in corso di avviamento, è invece un progetto sperimentale che vede la collaborazione tra il CAP e l’Istituto di Patologia Vegetale e di Agronomia, al fine di studiare l’effetto della microirrigazione e della fertirrigazione sulle rese produttive e sulla sanità della coltura del mais. La nuova sinergia tra il CAP e la facoltà universitaria piacentina prevede, inoltre, la possibilità di stage presso la struttura consortile – in particolare all’interno delle aree agronomica, zootecnica e nuove energie – rivolta sia a laureati, sia a laureandi: una opportunità preziosa per rendere ancora più salda la connessione tra mondo della ricerca e mondo del lavoro, per un comparto agricolo caratterizzato da una professionalità sempre più all’avanguardia.

 

Altrettanto rilevante la collaborazione avviata dal Consorzio Agrario con l’Istituto Tecnico Marcora. Le iniziative che accomunano le due realtà in un percorso di relazione reciproca sono, nello specifico, l’istituzione di 2 borse di studio da 500 euro per le migliori tesine che valorizzino le eccellenze agroalimentari del territorio; a ciò si aggiunge la possibilità di stage all’interno della struttura consortile per 3-4 studenti dell’ultimo anno scolastico e l’organizzazione di una serie di incontri tecnici con i professionisti del Consorzio Agrario in relazione alle aree agronomica e zootecnica. Tutto ciò, nella ferma convinzione che gli studenti dell’Istituto Marcora rappresentino una risorsa potenziale di grande importanza a vantaggio dello sviluppo agricolo del nostro territorio.

 

"Sono particolarmente fiero della nuova sinergia tra CAP, Facoltà di Agraria e Istituto Raineri – sottolinea al riguardo il Presidente del Consorzio, Pierluigi Scrocchi – che in questa occasione viene presentata nelle sue linee di massima: il legame con le realtà d’eccellenza del nostro territorio, quotidianamente impegnate in attività di ricerca e di formazione in relazione al comparto agricolo diventa in questo modo ancora più saldo e concreto. Sono queste le premesse migliori per una agricoltura di eccellenza, capace di coniugare insieme le risorse più promettenti del mondo scolastico e universitario, il prezioso supporto della ricerca scientifica e l’importante contributo dato dalla professionalità e dall’esperienza della nostra struttura consortile.”

 

“Occasioni come questa – conferma il Preside della Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica, Professor Lorenzo Morelli – si rivelano importanti e utili al fine di comunicare la capacità di un territorio nell’organizzare, in un insieme operativo, realtà eccellenti già in maniera autonoma, ma sicuramente più efficaci se coordinate e cooperanti in un sistema integrato.”

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.