Quantcast

Pertite, consegnate in Comune 5200 firme. I piacentini vogliono il parco foto

Pertite, consegnate oggi in Comune le 5200 firme raccolte dal comitato pro parco per l’accorpamento del referendum comunale alla consultazione del 12 giugno. La soddisfazione della presidente del comitato, Maria Pia Romano. VIDEO

Più informazioni su

Piacenza – Pertite, consegnate oggi in Comune le 5200 firme raccolte dal comitato pro parco per l’accorpamento del referendum comunale alla consultazione del 12 giugno. "Anche dopo aver raccolto le 4mila adesioni necessarie – spiega la presidente del comitato, Maria Pia Romano – molti piacentini hanno voluto firmare ugualmente, segno di quanto questo progetto stia a cuore ai piacentini". "Siamo consapevoli che il nostro non è un referendum abrogativo, ma confidiamo nel fatto che un suo esito favorevole possa servire a far partire le procedure necessarie presso il ministero della Difesa per far sì che il Parco della Pertite possa diventare realtà".

L’intervista a Maria Pia Romano, presidente del comitato per il Parco della Pertite

Watch live streaming video from cpilive at livestream.com

Pertite, Pd: "Si al referendum e sostegno all’amministrazione per ottenere l’area"

Un forte sostegno all’amministrazione comunale di Piacenza nella sua azione istituzionale per ottenere dallo Stato la disponibilità dell’area dell’ex Pertite, attraverso la legge sul federalismo demaniale, e l’appoggio al sì in occasione dell’imminente referendum cittadino sulla creazione del parco.

E’ la posizione emersa nel corso della direzione provinciale del Pd tenutasi ieri sera, dedicata all’imminente consultazione referendaria promossa dal Comitato promotore del parco. Una direzione caratterizzata da un’ampia e articolata discussione, che non ha mancato di considerare anche gli aspetti problematici legati alla destinazione futura della superficie urbana, tuttora di proprietà del Ministero della Difesa.
La direzione ha convenuto nel dare pieno appoggio al sì al referendum, ma è stato altresì sottolineato come la vittoria di tale posizione nella consultazione non sia di per sé sufficiente per conseguire gli obiettivi fissati dal comitato promotore.
Da definire non c’è infatti soltanto la questione cruciale del trasferimento dell’area ex Pertite al Comune di Piacenza, ma occorrerà successivamente mettere in campo un progetto organico di riqualificazione che consenta di reperire le risorse necessarie per bonificarla ed attrezzarla.
Per questo è altrettanto importante sostenere tutte le azioni messe in campo dal Comune di Piacenza nei confronti del Ministero della Difesa e del governo perché giungano finalmente risposte chiare sul trasferimento agli enti locali delle aree militari in fase di dismissione, anche in relazione alle nuove opportunità di decentramento legate al provvedimento del federalismo demaniale. In questo senso la direzione del Pd ha manifestato forte preoccupazione per la latitanza da parte dell’esecutivo, a fronte delle ripetute sollecitazioni fatte pervenire dall’amministrazione di Palazzo Mercanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.