Volley B2, è derby Canottieri Ongina – Copra Morpho

Attesa e curiosità per una sfida che catalizzerà il panorama pallavolistico piacentino in un sabato decisamente importante. Alle 19 la Canottieri Ongina sfiderà nel derby in programma al PalaBanca i giovani terribili del Copra Morpho.

Più informazioni su

Attesa e curiosità per una sfida che catalizzerà il panorama pallavolistico piacentino in un sabato decisamente importante. Alle 19 la Canottieri Ongina sfiderà nel derby in programma al PalaBanca i giovani terribili del Copra Morpho in una sfida aperta a ogni risultato, come dimostra il 3-2 dell’andata a favore dei gialloneri.

La formazione di Gabriele Bruni si presenterà con l’etichetta di capolista solitaria in virtù del 3-0 rifilato sabato scorso al Chiavari e delle contemporanee sconfitte di Grosseto e Jumboffice Firenze, squadre sulle quali la Canottieri ha rispettivamente tre e cinque punti di vantaggio. Al termine del campionato mancano cinque partite, dove Ferraguti e soci cercheranno ovviamente di difendere a denti stretti il primo posto che vale la promozione diretta in B1 senza passare dai play off. Guai, però, a guardare troppo avanti, perché un primo, severo esame arriverà al PalaBanca contro la formazione di Tubertini, che storicamente spesso e volentieri ha dato filo da torcere tra campionato e Coppa Italia ai gialloneri monticellesi.

“Affrontiamo una partita – spiega il tecnico della Canottieri Ongina Gabriele Bruni – da prendere con le molle, non solo perché è un derby, ma perché per noi ha un valore maggiore. Siamo in testa e ce la metteremo tutta per vincere il campionato, sapendo che questi sono passaggi obbligati verso il traguardo. Il Copra Morpho è una bella squadra, con giovani che si allenano ogni giorno e che sono motivati. Piacenza ha buone individualità come Cordani e Piano, ma gioca bene nel suo complesso: anche chi entra dalla panchina sa cosa deve fare e questa abitudine deriva da una certa continuità di allenamento”. Quindi aggiunge. “All’andata abbiamo vinto 3-2 e, riguardando a video la partita, abbiamo peccato un po’ troppo in numero di errori commessi, soprattutto nel quarto set. Il risultato, alla fine, ci poteva stare e mi aspetto una parrtita aperta, anche perché al PalaBanca non è facile giocare, con punti di riferimenti diversi dal solito viste le dimensioni dell’impianto”. In casa Canottieri Ongina, con il regista Festa tornato in gruppo dopo l’infortunio, l’unico dubbio è relativo al libero Butturini, colpito dall’influenza; se non dovesse farcela, è pronto il jolly Luciano Azzarà.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.