Quantcast

350 concorrenti in gara per i Concorsi di Musica della Valtidone

Presentata la quattordicesima edizione dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, che prenderà il via domenica 12 giugno. “ "Un appuntamento tra i più significativi della nostra provincia" – ha detto l’assessore Maurizio Parma

Più informazioni su

E’ stata presentata stamani in Provincia la quattordicesima edizione dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, che prenderà il via domenica 12 giugno. “ Un appuntamento tra i più significativi della nostra provincia – ha detto l’assessore Maurizio Parma – non solo per i 350 i concorrenti in rappresentanza di una quarantina di Paesi e delle più importanti scuole di musica del mondo e per premi per quasi 30.000 euro ma anche e soprattutto per l’altissimo livello dei musicisti partecipanti”
“Siamo molto soddisfatti per il programma di quest’anno e per il successo crescente della manifestazione – ha detto Gianpaolo Fornasari sindaco di Pianello e presidente della Fondazione Val Tidone Musica – dovuto alle forti sinergie tra tutti i comuni che aderiscono alla Fondazione e a tutti gli Enti e Istituzioni che concretamente sostengono la manifestazione, prima fra tutti la Fondazione di Piacenza e Vigevano”.
“Ormai riconosciuti come una delle competizioni musicali più prestigiose d’Europa – ha spiegato Livio Bollani, direttore della manifestazione –, i concorsi possono fregiarsi di numeri sempre da record, che ne hanno fatto un qualcosa di unico nel panorama musicale non solo della Regione Emilia Romagna, ma di tutto il nord Italia”.
Quest’anno sono già 320 gli iscritti (e altre iscrizioni sono attese nei prossimi giorni), in rappresentanza di una quarantina di Paesi (Australia, Austria, Belgio, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Brasile, Canada, Cile, Cina, Croazia, Danimarca, Ecuador, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Inghilterra, Iran, Italia, Lituania, Macedonia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Rep. Ceca, Rep. Corea, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Spagna, Taiwan, Turchia, Ucraina, U.S.A. …), 4 Continenti e delle più importanti Scuole di Musica del mondo (dal Conservatorio di Mosca al Mozarteum di Salisburgo, dalle Musikhochschulen tedesche al Conservatorio Superiore di Musica di Parigi, dalle Accademie di Santa Cecilia ed Imola alle grandi Università americane).
I Concorsi, diretti artisticamente da Livio Bollani responsabile dell’intero progetto-musica della Val Tidone (partito nel 1998 per iniziativa del Comune di Pianello Val Tidone ed oggi promosso da quindici enti che hanno dato vita alla Fondazione Val Tidone Musica), come sempre si varranno del determinante sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
I risultati di questa manifestazione sono sicuramente da attribuirsi a una concomitanza di fattori, non da ultimi l’entità dei premi (quest’anno ammontanti a quasi 30.000,00 euro più una decina di concerti) e, soprattutto, il prestigio delle giurie internazionali, composte da concertisti e didatti di fama mondiale.
Riguardo ai membri delle varie giurie dei concorsi di esecuzione, fra i nomi di maggior spicco, i pianisti e concertisti Sergio Perticaroli (presidente della giuria del Premio pianistico “Silvio Bengalli”, titolare della cattedra di pianoforte e direttore dei corsi all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma e alla Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo), Boris Bloch (concertista di pianoforte, didatta, direttore d’orchestra e docente alla Essen Folkwang University), Jura Margulis (docente all’Università dell’Arkansas, alla Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo e direttore della International Piano Academy di Friburgo), Ratko Delorko, Ayami Ikeba, Ippazio Ponzetta, Siro Saracino e Rustam Shaykhutdinov (concertisti e docenti di pianoforte, rispettivamente alla Musikhochschule di Francoforte, all’Universitat fuer Musik di Graz, all’Istituto Pianistico Superiore “F. Mendellsohn” di Taurisano, ai Conservatorio di Milano e Darfo Boario Terme, al Talent Arts Institute di Ufa); i fisarmonicisti Raimondas Sviackevicius (presidente della giuria del Premio “Carlo Civardi” per solisti di fisarmonica, concertista e docente di fisarmonica alla Accademia Lituana di Musica di Vilnius, presidente della Lithuanian Accordionists Association), Frederic Deschamps (concertista di fisarmonica, docente al Conservatorio di Paris IX, presidente della Confédération Mondiale de l’Accordéon e del Comitato Musicale della Confédération Internationale des Accordéonistes), Radzhap Shaykhutdinov, Corrado Rojac e Mario Stefano Pietrodarchi (concertisti di fisarmonica, docenti rispettivamente al Talent Arts Institute di Ufa, in Russia, e al Conservatorio di Trieste); Andrea Talmelli (presidente della giuria del Premio “Tina Orsi Anguissola Scotti” per gruppi da camera e direttore dell’Istituto Musicale Pareggiato “Peri” di Reggio Emilia), Alfred Rutz (primo flauto dell’Orchestra della Svizzera Italiana e docente al Conservatorio di Lugano), Leonardo Colonna (già primo contrabbasso del Teatro alla Scala di Milano e docente al Conservatorio di Piacenza), Pierino Miretti (già primo clarinetto del Teatro Regio di Torino e docente all’Accademia di Biella), Marco Fornaciari (concertista di violino), Frieder Berthold (concertista di violoncello e direttore artistico di numerosi festival) ed Ester Gattoni (già prima arpa dell’Orchestra RAI e docente al conservatorio di Monopoli);  i compositori Francois Paris (presidente della giuria del Concorso di Composizione “Egidio Carella”, docente al Conservatorio di Nizza e direttore del CIRM – Centre National de Creation Musical e del Festival MANCA a Nizza), Sonia Bo (direttrice del Conservatorio di Milano) e Andrea Portera (docente alla Scuola di Musica di Fiesole).
 
Già dal 9 maggio ci sarà una sorta di “anteprima” dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone.
Ormai da alcuni anni è attiva una collaborazione tra i Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone e l’Istituto Musicale Pareggiato “Achille Peri” di Reggio Emilia che, regolarmente, offre concerti ai vincitori della competizione valtidonese ed organizza l’esecuzione di brani selezionati nel Concorso di Composizione “Egidio Carella”.
Quest’anno l’Istituto Peri festeggia i 40 anni del pareggiamento e lo fa organizzando una serie di iniziative dal 9 al 12 maggio a cui saranno invitati rappresentanti di tutti i Conservatori d’Italia. Nel contesto di queste iniziative, è stata collocata la riunione plenaria della giuria del Concorso di Composizione “Egidio Carella”, chiamata a selezionare le partiture vincitrici.
 
Nonostante i grandi numeri, i Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone sono storicamente una competizione molto selettiva, in cui vengono richiesti standard qualitativi particolarmente elevati per l’aggiudicazione dei premi: per questo motivo, nella maggior parte dei casi, l’affermazione in simili rassegne rappresenta un importante "salvacondotto" per la carriera.  Volendo restare al Premio pianistico, paradigmatici sono gli esempi di Alice Sara Ott, Premio “Bengalli” 2004 e sottoscrittrice di un contratto discografico con la famosa etichetta discografica Deutsche Grammophone, Lukas Geniusas (Premio “Bengalli” 2009, vincitore del “Gina Bachauer” a Salt Lake City e secondo classificato al Concorso Chopin di Varsavia 2010) e dell’uzbeko Mikhail Lifits, Premio “Bengalli” 2003, vincitore in carica del Concorso “Busoni” di Bolzano.
Parallelamente ai Concorsi, 4 in tutto, si terranno anche mostre fotografiche allestite in tutta la Val Tidone. Le fotografie racconteranno i luoghi, gli avvenimenti e la gente della Vallata.
 Un ultimo aspetto che merita di essere sottolineato è quello relativo alla valorizzazione turistica della vallata e al relativo indotto, stimabile ogni anno in centinaia di miglia di euro (l’anno scorso, grazie agli Eventi Musicali Internazionali della Val Tidone, sono stati occupati oltre tremila posti letto e serviti quasi ottomila pasti). Non si dimentichi poi che i Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, grazie anche al loro sito internet, visitato non solo da operatori del settore, ma anche da migliaia di semplici “navigatori”, rappresentano uno dei principali strumenti attraverso cui l’area occidentale della provincia di Piacenza è conosciuta nel mondo: digitando le parole chiave “music competitions” su google, il principale motore di ricerca del web, il sito internet www.valtidone-competitions.com apparirà in prima pagina su milioni di risultanze. Un numero che dà l’idea della portata del progetto-musica della Val Tidone.
I Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone sono, come tradizione, cinque e si terranno presso la Rocca Comunale di Pianello con audizioni aperte al pubblico: Concorso "Comune di Pianello Val Tidone" per Giovani Talenti (sezioni: pianoforte, fisarmonica e musica da camera), Premio pianistico "Silvio Bengalli", Premio "Carlo Civardi" per solisti di Fisarmonica, Premio "Contessa Tina Orsi Anguissola Scotti" per Gruppi da Camera, Concorso di Composizione "Egidio Carella". Ad essi si aggiungono due premi speciali: il Premio del pubblico del Quotidiano “Libertà” (in programma all’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano sabato 18 giugno alle ore 21.15. Al proposito, va ricordato il determinante contributo dato al progetto-musica della Val Tidone da Libertà e dalla sua editrice, Donatella Ronconi) e il Premio Speciale per la Musica Popolare “Tidone Folk”, nato nel 2006 dall’esigenza di istituzionalizzare le menzioni per la musica etnica che in passato venivano spesso accordate ai gruppi partecipanti al Premio "Contessa Tina Orsi Anguissola Scotti".
Gala dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, domenica 19 giugno alle ore 21.15 nella splendida cornice di Rocca d’Olgisio a Pianello Val Tidone.
I Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, assieme al Val Tidone Festival e al Val Tidone Summer Camp, rientrano nel progetto-musica della Val Tidone, che, promosso dalla Fondazione Val Tidone Musica (Comuni di Pianello Val Tidone – capofila storico, Sarmato – sede della Fondazione, Agazzano, Borgonovo Val Tidone, Calendasco, Castel San Giovanni, Gragnano Trebbiense, Nibbiano, Pecorara, Rottofreno e Ziano Piacentino; Fondazione di Piacenza e Vigevano, Provincia di Piacenza, Associazione Eventi Musicali della Val Tidone e Fondazione Libertà), patrocinato dalla Regione Emilia Romagna sotto gli auspici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo e dalla Camera di Commercio di Piacenza, sostenuto da Tidone Energie, Engineering 2K, Enel, Banca Popolare di Lodi e Caffex (main sponsors), Schimmel Pianos, Edizioni Musicali Berben, Libertà e Valtrebbia Acque Minerali (fornitori e sponsor tecnici), ed organizzato dall’Associazione Culturale Tetracordo in collaborazione con Piacenza Turismi sotto la direzione artistica di Livio Bollani, sarà possibile trovare per esteso sul sito internet www.valtidone-competitions.com (per informazioni telefoniche: 0523.321820).
Da citare anche le Pro-Loco, le Parrocchie e le associazioni di volontariato di Pianello e degli altri Comuni coinvolti nel progetto, il Gruppo Alpini Alta Val Tidone, l’Avis di Gragnano Trebbiense, la Tampa Lirica di Piacenza, i proprietari delle ville e castelli in cui si svolgono i concerti del Val Tidone Festival e tutti gli altri soggetti che, a vario titolo, contribuiscono alla realizzazione dell’iniziativa.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.