Quantcast

Amministrative, Pdl: “Soddisfazione per i risultati raggiunti”

Il coordinamento del Pdl ha espresso la piena soddisfazione per il risultato raggiunto nelle consultazioni amministrative della nostra provincia, evidenziando in particolare la vittoria ottenuta a Rottofreno, dove l’unità della coalizione oltre all’individuazione di un candidato giovane, capace e dinamico come Raffaele Veneziani si sono rivelati armi vincenti.

Più informazioni su

Comunicato stampa inviato dalla segreteria provinciale Pdl in merito ai risultati delle elezioni amministrative nella nostra provincia.

Analisi del voto con ampio e costruttivo confronto all’ordine del giorno del coordinamento provinciale del Popolo della Libertà che si è riunito ieri presso la sede cittadina, alla presenza del coordinatore On. Tommaso Foti.

Il coordinamento ha espresso la piena soddisfazione per il risultato raggiunto nelle consultazioni amministrative della nostra provincia, evidenziando in particolare la vittoria ottenuta a Rottofreno, dove l’unità della coalizione oltre all’individuazione di un candidato giovane, capace e dinamico come Raffaele Veneziani si sono rivelati armi vincenti. Ottime notizie anche da Cortemaggiore e Borgonovo dove Gabriele Girometta e Roberto Barbieri hanno saputo interpretare la continuità della buona amministrazione seppure nel rinnovamento.
I componenti del direttivo hanno voluto sottolineare, dati alla mano, il grosso contributo offerto in termini di impegno e di voti dai rappresentanti del Popolo della Libertà: 18 nel complesso dei 7 comuni andati al voto i consiglieri PDL eletti, con un’ottima componente di giovani che hanno portato entusiasmo e freschezza.

Numerosi interventi svolti hanno sottolineato la leale collaborazione offerta dal Popolo della Libertà ai candidati Sindaco di altri partiti, come Fiorenzuola e Agazzano, così come testimoniano le tante preferenze conquistate dai rappresentanti del Popolo della Libertà. Si sono poi rimarcate le criticità espresse nel voto di Gropparello e Cadeo, dove la mancanza di una proposta unitaria del centrodestra ha contribuito in modo determinante alla mancata affermazione; si è convenuto per ciò di riunire quanto prima i direttivi locali al fine di una verifica politica e programmatica.
In definitiva il coordinamento ha auspicato, per il futuro, una convergenza ampia con le altre forze del centrodestra, ricercando anche – sulla base di candidati e programmi condivisi – una più vasta coalizione senza veti o sbarramenti precostituiti.

Segreteria provinciale PDL

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.