Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Arriva sugli schermi "Asfalto rosso". Riprese anche nel piacentino 

Il lungometraggio a carattere sociale contro le stragi sulle strade presentato oggi a Brera. Tra gli scenari: Bobbio e Vigolzone. Parma all’evento: “Presto un ‘pacchetto’ di iniziative per il nostro territorio”.

Più informazioni su

 Dagli scenari piacentini alle sale cinematografiche di tutta Italia: "Asfalto rosso", il film per il grande schermo che parla dei pericoli di alcol e droga alla guida, girato anche a Bobbio e Vigolzone, è pronto ad approdare nelle sale. Questa mattina in viale Formentini, a Milano, la presentazione alla stampa alla presenza del sottosegretario alla presidenza della Regione con delega al cinema Massimo Zanello e del regista Ettore Pasculli, già volto noto nel piacentino per aver ambientato alcune sequenze negli scenari autunnali di Valtrebbia e Valnure.

Con loro un ricco parterre di vip, che hanno prestato il loro volto e la loro notorietà per promuovere la causa del film. Due su tutti: il celebre giornalista Edoardo Raspelli e Susanna Messaggio. In sede di conferenza stampa ha portato il contributo della Provincia il vicepresidente e assessore alla cultura Maurizio Parma che ha annunciato un imminente “pacchetto” di iniziative sulla sicurezza stradale che comprende anche la proiezione di film come veicolo di comunicazione immediato e d’impatto.

“Stiamo inoltre approntando – ha annunciato Parma –  un progetto a carattere interassessorile (coinvolti anche gli assessori Sergio Bursi, Massimiliano Dosi, Andrea Paparo) per sensibilizzare i ragazzi e promuovere comportamenti virtuosi.  Il progetto prevede specifiche azioni sulla sicurezza all’interno del bando nazionale ‘AzioneProvinceGiovani’ 2011. Come Provincia capofila stiamo promuovendo una serie di incontri con altre Province interessate per costituire una partnership adeguata a rafforzare la nostra proposta di candidatura.

In questo contesto è con grande piacere che il nostro territorio ha ‘ospitato’ alcune scene di Asfalto rosso. La Provincia e i Comuni hanno garantito massima collaborazione allo staff, mettendosi a disposizione per una causa importante che tocca drammaticamente anche la nostra provincia. Siamo consapevoli, infatti, che oltre alla repressione è fondamentale indurre i giovani alla riflessione sui rischi che si corrono alla guida, invitandoli a fuggire le tentazioni sfrenate e i comportamenti esagerati".
Alla presentazione stampa il cast al completo, nel quale compaiono i piacentini: Mino Manni, Susanna Giaroli e lo stuntman e consulente tecnico per la parte automobilistica Gianmaria Gabbiani (figlio del pilota Beppe). Main sponsor del film è il colosso farmaceutico Bayer, Virgin Radio è media partner e il suo dj, Ringo, oltre ad avere una parte nel film, ha preso parte attiva nel piano generale di comunicazione progettato attorno alla pellicola. Pellicola realizzata interamente in digitale – come spiegato da Pasculli – con costi contenuti rispetto ai consueti standard cinematografici, da Nuovo Centro Internazionale Brera (Cib), ente no profit che ha sede nella storica accademia milanese. Il film – anche per il suo messaggio di valore sociale – gode dell’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica e tra i principali partner figura Regione Lombardia, questa mattina rappresentata dal sottosegretario Zanello.

La Provincia, con i Comuni di Bobbio e Vigolzone, hanno collaborato per garantire a operatori e attori riprese agevoli negli scenari piacentini. Giovedì la presentazione ufficiale, sempre a Milano, alle 20 all’Uci Cinemas Bicocca di viale Sarca 336. Questa mattina un assaggio, con la proiezione del trailer di 90 secondi.

La pellicola racconta la storia di un ex pilota, impersonificato da Riccardo Sardoné, vittima di un incidente stradale causato dall’abuso di alcol. Il tragico episodio gli farà maturare la scelta di ritirarsi in collina (l’ambientazione è bobbiese, affiancata da scene girate a San Patrignano). La sua storia si incrocerà presto a quella di una ragazza coinvolta in un giro di scommesse clandestine. E da lì sarà per lui il momento di una nuova vita, dedicata a battaglie quotidiane nel nome della legalità e della sicurezza. Un impegno che gli costerà caro, tra tentativi di ritorsione e atti intimidatori. Tra i teatri di scena scelti per le riprese, anche la comunità di San Patrignano e l’autodromo di Monza. Per l’occasione hanno prestato la loro voce i telecronisti Sky Lucio Rizzi e Paolo Ciccarone.
 
Il film verrà proiettato nella settimana del Gran Premio. Nei prossimi giorni regista e attori riceveranno anche il premio, oggi annunciato, di Confartigianato motori.

Per contenuti e coinvolgimento di privati ed enti il sottosegretario Zanello ha parlato di "modello da esportare". "Essere riusciti ad arrivare nelle sale con un’opera dal taglio sociale e di qualità è un modello – ha detto – che ci piace e vorremmo che si continuasse sulla stessa strada anche per altre esperienze". Per l’avvocato Domenico Musicco, legale dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada, "nel campo della prevenzione e della sensibilizzazione il film rappresenta un modo diretto e moderno per vagliare il messaggio alle giovani generazioni". Plauso ai giovani attori da Susanna Messaggio che si è detta "positivamente sorpresa" dalla capacità dei ragazzi di interpretare ruoli “drammatici" in maniera “sensazionale”.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.