Quantcast

Baby ladre in azione, in quattro nei guai

I furti, da poche decine di euro, nei negozi Pimkie e all’Oviesse. Inseguimento in città, la polizia denuncia due nigeriani: erano scappati dopo un controllo in ospedale dove chiedevano offerte per conto di una non meglio identificata associazione di studenti africani.

Più informazioni su

Sembra non aver sortito effetto l’appello lanciato dalla questura rivolto ai giovanissimi autori nelle ultime settimane di diversi furti all’interno di negozi del centro storico. Ieri pomeriggio le volanti sono dovute intervenire due volte per altrettanti colpi commessi in via XX Settembre, al negozio Pimkie e, ancora una volta, al supermercato Oviesse.

Quattro le ragazze finite nei guai. Si tratta, nel primo caso, di due 16enni, una di origine thailandese residente nel lodigiano e una piacentina, sorprese dopo aver rubato capi di abbigliamento per 12 euro. A settanta euro ammonta invece il bottino arraffato all’Oviesse, dove sono state fermate una seconda ragazza thailandese di 17 anni, insieme ad una 18enne residente in città. Tutte dovranno rispondere di furto.  

Chiedono offerte e scappano dopo un controllo, due denunce

Movimentato inseguimento ieri mattina per le vie cittadine. A scappare erano due nigeriani, di 25 e 41 anni, segnalati alla polizia perchè in più occasioni avevano infastidito diverse persone all’interno dell’ospedale chiedendo insistentemente offerte per conto di un’associazione a favore di studenti africani. Quando gli agenti in servizio nel nosocomio sono intervenuti, la coppia si è data alla fuga, scappando lungo via Taverna.

Sono però stati intercettati sullo Stradone Farnese dagli uomini della squadra mobile. Uno è stato immediatamente bloccato: il secondo invece ha tentato una nuova fuga, venendo però a sua volta fermato all’altezza di via Caccialupo. Per i due le accuse sono di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità. Ulteriori accertamenti sono in corso per verificare l’effettiva esistenza dell’associazione per conto della quale la coppia chiedeva le offerte e, nel caso, la loro appartenenza ad essa. Potrebbero infatti rischiare anche una denuncia per truffa. (Nella foto la conferenza stampa in questura)

Colpo fallito in un bar di viale Dante

Tentato furto nella notte al bar Le Petit Caffè di viale Dante. Ignoti hanno cercato di introdursi all’interno forzando una finestra ma, probabilmente disturbati nella loro azione, sono fuggiti abbandonando diversi arnesi da scasso. Sul posto la polizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.