Basket in carrozzina, sabato partita dimostrativa a Sarmato

L’appuntamento è atteso alle 10,30 alla palestra delle scuole elementari di Sarmato. In campo i cestisti del Regia Basket Villanova.

Più informazioni su

Una sfida dimostrativa sotto canestro per dimostrare che la carrozzina nulla toglie all’agonismo e alla sana competizione. L’appuntamento è atteso  sabato 14 maggio alle 10,30 alla palestra delle scuole elementari di Sarmato. In campo i cestisti del Regia Basket Villanova. Della squadra di basket in carrozzina si fronteggeranno due formazioni interne: i “verdi” contro i “bianchi”.  Verranno coinvolti anche i giovani studenti della scuola media di Sarmato dell’istituto comprensivo di Castelsangiovanni: decine di ragazzi a bordo campo assisteranno alla partita e, al termine, potranno provare le sensazioni di un cestista in carrozzina. L’idea e l’organizzazione – per il secondo anno – è dell’assessore  alle Politiche sociali del comune di Sarmato, Loredana Bossi.

 
All’iniziativa partecipa anche la Provincia, che ha concesso il proprio patrocinio. L’ente di via Garibaldi, per iniziativa dell’assessore Maurizio Parma, nel gennaio scorso si era fatto promotore di un incontro col Comitato Italiano Paralimpico e i Comuni per sensibilizzare gli amministratori locali a iniziative di questo tipo.
 “Dopo l’avvio del progetto il 22 maggio dell’anno scorso – spiega Bossi -, quest’anno abbiamo voluto riproporre questa bella iniziativa per dimostrare che anche nella disabilità si può essere competitivi, diversamente normali”.
"Manifestazioni come questa – commenta Franco Paratici del Comitato Italiano Paralimpico, sezione di Piacenza – sono importanti soprattutto per la visibilità che contribuiscono a dare agli sport che anche i disabili possono praticare. Come Cip ne organizziamo, nel complesso, ventisei, il basket è uno di questi. Per i ragazzi è un’occasione per capire che certe difficoltà possono essere superate purché si stia tutti insieme. Non tutti lo sanno, ma il basket in carrozzina può essere praticato anche da normodotati, purché la somma complessiva dei punteggi riferiti alla disabilità dei giocatori in campo non superi i 14,5".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.