Quantcast

Basket, per Piacenza la gara della stagione. La società chiede rispetto

Co.Mark Treviglio – Copra Morpho Bakery stasera (ore 18, diretta su Sportitalia 2) sul parquet per gara 4 della semifinale playoff  I biancorossi devono vincere per riportare la serie a Piacenza (eventuale gara 5 mercoledì al Palanguissola)

Più informazioni su

e’ arrivato il momento del dentro o fuori per la Copra Morpho Bakery Piacenza. Dopo un esaltante campionato chiuso in testa, la squadra di coach Piazza non merita di chiudere la stagione sul parquet di Treviglio, dove stasera (ore 18, diretta su Sportitalia 2) sarà impegnata per gara 4 della semifinale playoff. Il Co:Mark Treviglio conduce 2-1 sui biancorossi, che devono quindi assolutamente vincere per riportare la serie a Piacenza. L’eventuale gara 5 si giocherebbe infatti mercoledì 11 (ore 21) al Palanguissola, in palio il passaggio alla finale playoff per la promozione in A2, traguardo di grande prestigio: nell’altra semifinale, Brescia conduce 2-1 su Perugia.

Intanto a sole 24 ore dall’amara sconfitta a Treviglio su cui pesa l’episodio finale dei liberi non dati a Passera, chiediamo al Team Manager Marco Sambugaro qual è l’opinione della Società in merito a quanto successo durante Gara 3.

Marco, avete passato l’intera giornata ad analizzare le immagini dell’episodio in discussione, quali sono le vostre conclusioni? “Voglio innanzitutto dire che la serie è bellissima, stiamo assistendo a partite tirate, intense e decise dalle invenzioni e dal talento dei singoli.  Questo spettacolo non può che fare bene al basket e allo sport, però, affinché continui ad essere cosi, è necessario che protagonisti siano i giocatori e non i fischi arbitrali. Le immagini degli ultimi secondi di Gara 3 parlano chiaro: il fallo su Passera è evidentissimo, il giocatore stava tirando e il fischio è avvenuto prima del suono della sirena. Quei tiri liberi ci spettavano di diritto senza discussioni, non ci sono altre teorie a riguardo.”

Quella della società sembra soprattutto una richiesta di giustizia ed uguaglianza, non è vero Marco? “Non vogliamo piangere sulle spalle di nessuno, l’unica cosa che chiediamo ed esigiamo è il rispetto. Rispetto che deve essere nei confronti della Società, dei giocatori e dell’intera città, che merita di godersi una serie gestita in maniera corretta anche sotto l’aspetto arbitrale.”

I due tiri non dati a Passera hanno deciso una partita e forse una stagione, quale appello ti senti di fare in vista di Gara 4, che, ricordiamo, è fondamentale per il cammino dei biancorossi vero la LegaDue? “Ci devono tutelare, anche se siamo neopromossi e non abbiamo alle spalle la tradizione che possono avere altre compagini. Treviglio ha diritto ovviamente allo stesso trattamento, quel che però è importante è che i fischi vengano presi con coraggio, basandosi su ciò che succede in campo e non su cosa potrebbe succedere a seguito di quella chiamata. Noi le vittorie le vogliamo conquistare sul parquet, accetteremo pure una sconfitta se gli avversari si dimostreranno più forti di noi, ma nessuno ci deve togliere quel che è nostro. Di questo ne siamo sicuri.”

(Ufficio Stampa COPRA MORPHO BAKERY)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.