Quantcast

Compiani rieletto a Fiorenzuola, a Veneziani va Rottofreno, a Barbieri Borgonovo, Cignatta vince ad Agazzano foto

 

Più informazioni su

Ore 17.53 – A Cadeo Marco Bricconi (Lega e civici) è stato eletto sindaco, battendo così sia Luigi Ertiani del centrosinistra  e Angelo Cardis (Pdl e Udc). A Cortemaggiore Gabriele Girometta (Pdl-Lega nord) è stato eletto sindaco, battendo Federico Ferri (centrosinistra) ed Egidio Bandini (civica).

Ore 17.43 – I dati definitivi di Fiorenzuola. Giovanni Compiani del centrosinistra eletto con il 52% dei voti e alla lista andranno 11 consiglieri. Annalisa Guglielmetti, centrodestra, ha ottenuto il 34% delle preferenze (4 consiglieri), Roberto Martini dell’Udc l’8% (1 consigliere) e Flavio Antelmi di Fli-Api il 5,39% e nessun consigliere.

Ore 17.26 – Raffaele Veneziani (centrodestra) eletto sindaco a Rottofreno

Ore 17.20 –
 Giuseppe Barbieri (centrodestra) eletto sindaco a Borgonovo

Ore 17.18 – A Rottofreno Raffaele Veneziani, candidato del centrodestra ha 350 voti di vantaggio su Simona Bellan con oltre il 40 % dei consensi quando mancano ancora però cinque sezioni. 

Ore 17.05 – Giovanni Compiani (centrosinistra) ha vinto le elezioni comunali di Fiorenzuola

Ore 16.51 – Dopo lo scrutinio di quattro sezioni su sette a Borgonovo, è testa a testa fra i candidati di centrosinistra Giuseppe Braga e di centrodestra Roberto Barbieri

Ore 16.45 –
Dai primi dati che arrivano da Rottofreno, il candidato del Pdl Raffaele Veneziani è avanti in due sezioni. In totale nel comune sulla via Emilia sono dieci le sezioni.

Ore 16.15 – Nelle sedi elettorali oppure nei bar o nei point: i dati degli scrutini si attendono al telefono con i rappresentanti di lista, pronti a segnalare i primi numeri. Alla Lega nord sono già schierati il segretario Pisani assieme a un gruppo di militanti. Il candidato sindaco del Pdl di Rottofreno Raffaele Veneziani è con alcuni sostenitori in attesa delle notizie provenienti dai seggi.

Ore 15.45 – Con Gropparello si hanno tutte le affluenze. Si registra così una leggera crescita, dello 0,17%. Sono cinque su sette dunque i comuni in cui è calata l’affluenza: Rottofreno (-6,8%), Cortemaggiore e Cadeo (-3,5%), Fiorenzuola (-3%), Borgonovo (-1,8%). Due su sette i comuni in cui l’affluenza è cresciuta: Gropparello (+0,17%) e Agazzano (+0,5%). La media è del 74,5%, con un calo di 2,25% rispetto alla precedente elezione.

Ore 15.35 – Si conosce l’affluenza di sei comuni su sette. Crollo a Rottofreno, con un -6,8% rispetto a cinque anni fa. Dati negativi anche a Fiorenzuola (-3%), Borgonovo (-1,8%), Cortemaggiore (-3,5%), Cadeo (-3,5%). Cresce invece ad Agazzano l’affluenza seppur di poco (+0,5%).

Ore 15.23 – Calo del 3,5% dell’affluenza a Cortemaggiore, dove si è passati dall’81,61 al 77,11%

Ore 15.18 – Il primo Comune di cui si conosce l’affluenza è Agazzano, dove ha votato il 82,17% contro l’81,61% di due anni fa. Due le sezioni nel centro della Valluretta.

AGGIORNAMENTO ore 15
 - Urne chiuse nei sette comuni del piacentino al voto amministrativo: nei seggi si procede allo spoglio delle schede. Seguite i nostri aggiornamenti.

Dati nazionali: secondo i primi intention poll resi noti da Sky indicano uno scenario di questo tipo: Ballottaggio a Milano e Napoli (con il testa a testa tra i due candidati di centrosinistra per stabilire chi andrà al probabile ballottaggio). Centrosinistra in vantaggio a Torino e a Bologna. Secondi i dati elaborati da Digis il sindaco uscente Letizia Moratti (centrodestra) avrebbe raggiunto il 47,5% e il candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia il 43%.
A Napoli, come detto, sembra molto probabile, se non certo, il ballottaggio. Qui il candidato di centrodestra, Gianni Lettieri al 41%. Nel centrosinistra dunque è sfida tra il candidato sostenuto dal Pd e Sel, Mario Morcone, al 25%, e tra l’ex pm Luigi De Magistris (Idv), al 21%.

 

In vantaggio il centrosinistra a Torino con Piero Fassino, 52%, su Michele Coppola (centrodestra), 33%. Anche a Bologna, secondo gli Intention Poll, Virginio Merola (centrosinistra), 50%, sembra avere la meglio del candidato di centrodestra, il leghista Manes Bernardini, tra il 28,5% e il 31%.

LA PRIMA GIORNATA DI VOTO – Nella serata di domenica s’inverte il trend di crescita dell’affluenza al voto alle elezioni comunali in sette centri del piacentino: alla fine della prima giornata di urne aperte la partecipazione si ferma al 57,37 per cento, 3,3 punti in meno della precedente tornata.

Soltanto Gropparello fa segnare un aumento dei votanti, in tutti gli altri comuni si registra un calo sensibile (è Fiorenzuola il comune dove si è votato di meno con il 55,8 %). L’andamento della giornata era stato altalenante, con una partenza lenta, il recupero nel pomeriggio e in serata di nuovo un calo. Ricordiamo che le urne sono aperte lunedì mattina alle 7 per chiudersi definitivamente alle 15. Dopo inizia lo spoglio. PiacenzaSera.it seguirà lo scrutinio in tempo reale con i risultati in diretta e collegamenti video.

Ecco l’elenco completo dei dati. Per Agazzano il riferimento sono le elezioni di due anni fa, mentre per gli altri sei comuni quelle del 2006.

         

 

h 22 2011 Prec. Diff

 

AGAZZANO 64.15 68,00  - 3,85

 

GROPPARELLO 56,70 56,60  +0,1

 

BORGONOVO 59,00 61,73  - 1,73

 

CADEO 59,73 60,94  - 1,21

 

ROTTOFRENO 56,08 60,16  - 4,08

 

FIORENZUOLA 55,82 58,92  - 3,1

 

CORTEMAGGIORE 57,20 64,98  - 7,78

AGGIORNAMENTO ORE 19 – Rispetto alla scorsa consultazione elettorale l’affluenza alle 19 di domenica è in crescita media di due punti percentuali. In tutti e sette comuni piacentini al voto aumenta la partecipazione sul 2006 con l’eccezione di Cortemaggiore. Exploit di Agazzano con un più 11,5 per cento rispetto a due anni fa. La prossima rilevazione alle 22, dopo la chiusura delle urne. Si vota anche lunedì dalle 7 alle 15, poi inizia lo spoglio delle schede.

Ecco l’elenco completo dei dati. Per Agazzano il riferimento sono le elezioni di due anni fa, mentre per gli altri sei comuni quelle del 2006.

         

 

h 19 2011 Prec. Diff

 

AGAZZANO 52,85 41,34  +11,51

 

GROPPARELLO 47,83 41,87  +5,96

 

BORGONOVO 46,64 45,29  +1,35

 

CADEO 47,74 44,29  +3,45

 

ROTTOFRENO 44,20 42,40  +1,80

 

FIORENZUOLA 44,02 43,01  +1,01

 

CORTEMAGGIORE 46,64 48,44  -1,80

Aggiornamento ore 12. Rispetto alla scorsa consultazione elettorale l’affluenza a mezzogiorno è calata in media di tre punti e mezzo. Forte calo a Cortemaggiore (-8,5%), a Fiorenzuola (-5,84%). Crescita invece ad Agazzano (+3,72%). Prossima rilevazione alle 19. 

Ecco l’elenco completo dei dati. Per Agazzano il riferimento sono le elezioni di due anni fa, mentre per gli altri sei comuni quelle del 2006.

 

         

 

h 12 2011 Prec. Diff.

 

AGAZZANO 21,59 17,87 3,72

 

GROPPARELLO 17,93 17,66 0,27

 

BORGONOVO 19,51 21,37 -1,86

 

CADEO 17,56 19,64 -2,08

 

ROTTOFRENO 15,67 18,15 -2,48

 

FIORENZUOLA 14,58 20,42 -5,84

 

CORTEMAGGIORE 16,43 24,98 -8,55

Sono circa 36mila gli elettori mobilitati nel Piacentino per il rinnovo dei consigli comunali e l’elezione del sindaco in sette amministrazioni nelle giornate del 15 e 16 maggio. Tornata elettorale che vede una frammentazione dello scenario politico piacentino: sono complessivamente 24 le liste che si presentano all’appuntamento. Altra novità di quest’anno, la riduzione dei consiglieri comunali in proporzione rispetto al numero degli abitanti dello stesso comune, secondo le nuove norme varate per contenere i costi della politica, e che avranno anche ripercussioni sul numero dei componenti delle giunte comunali. Un provvedimento che vede, di conseguenza, anche la riduzione dei candidati nelle singole liste. Ad esempio per i Comuni fino a tremila abitanti, come Agazzano e Gropparello, il limite è di 9 consiglieri.  Da un minimo di 9 a un massimo di 12 per i comuni fino a diecimila abitanti (Cadeo, Cortemaggiore, Borgonovo e Rottofreno), almeno 12 e non più di 16 nei comuni con una popolazione da 10 a 15mila abitanti, come Fiorenzuola.

Si vota domenica 15 maggio dalle ore 8 alle ore 22 e lunedì 16 maggio dalle ore 7 alle ore 15: terminate le operazioni di voto si procede allo spoglio. L’eventuale turno di ballottaggio è previsto per il 29 e 30 maggio.

 

Come si vota. Nei Comuni inferiori ai 15 mila abitanti si può votare per una lista , tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si estende anche al candidato sindaco. Si può votare per un candidato a sindaco , tracciando un segno sul relativo rettangolo, il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata. Non è possibile esprimere voti disgiunti, e può essere espresso un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale.

Ecco i comuni e i candidati:

Agazzano

Borgonovo

Cadeo

Cortemaggiore

Fiorenzuola

Gropparello

Rottofreno

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.