Quantcast

Energie e sviluppo sostenibile, il convegno in Cgil

Si è svolto questa mattina alla Camera del Lavoro di Piacenza l’incontro pubblico “Energia, sviluppo sostenibile e lavoro qualificato”; al dibattito partecipano Paolo Lanna, Andrea Paparo, Pierangelo Carbone, Nicola Parenti, Floriano Zorzella, l’assessore regionale alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli e il segretario regionale Cgil Cesare Melloni.

Più informazioni su

Si è svolto questa mattina alla Camera del Lavoro di Piacenza l’incontro pubblico “Energia, sviluppo sostenibile e lavoro qualificato”; al dibattito hanno partecipano Paolo Lanna, segretario generale Cgil Piacenza,  gli assessori Andrea Paparo e Pierangelo Carbone, Nicola Parenti, presidente dei Giovani Industriali, Floriano Zorzella, segretario generale Filctem-Cgil Piacenza, l’assessore regionale alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli e il segretario regionale Cgil Cesare Melloni.

Il dibattito è stata l’occasione per presentare il documento che Cgil e Filctem Piacenza hanno preparato sulle proposte in merito alla valorizzazione energetica e allo sviluppo sostenibile. “Abbiamo presentato una serie di proposte per valorizzare il settore energia del nostro territorio e riqualificarlo in ottica regionale – ha spiegato Paolo Lanna, segretario provinciale Cgil – Piacenza può avere un ruolo da protagonista nell’ambito delle energie rinnovabili”.

E sul ruolo da protagonista della nostra città è convinto anche l’assessore regionale Muzzarelli: “Piacenza ha una funzione fondamentale nei progetti energetici regionali, grazie soprattutto alla presenza di due tecnopoli. Bisogna investire sempre di più in energie rinnovabili; investimenti non solo economici, ma anche sotto il punto di vista della ricerca e della valorizzazione dei territori. Entro giugno discuteremo in Regione un piano per arrivare alla produzione del 20% dell’energia totale tramite risorse rinnovabili. Il problema è che in Italia, rispetto ad altri Paesi europei, manca un piano energetico nazionale”. E prima dell’arrivo alla Camera del Lavoro, Muzzarelli ha visitato l’azienda Groppalli di Gragnano, definita dallo stesso assessore "un ottimo esempio di azienda a risparmio energetico".

Nel documento della Cgil si parla di nucleare, soprattutto in riferimento alla centrale di Caorso, di risparmio energetico, dello sviluppo delle fonti rinnovabili e del miglioramento del parco termoelettrico esistente. “Bisogna ripartire dalla ricerca sulle energie rinnovabili e sul miglioramento dei sistemi di produzione energetica  – ha spiegato Floriano Zorzella di Filctem Piacenza  – Soprattutto per quanto riguarda il risparmio energetico bisogna seguire la strada già tracciata da alcuni paesi europei come la Germania: riduzione dei consumi attraverso una minore dispersione e utilizzo delle migliori tecnologie per avviare un programma di riconversione ambientale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.