Quantcast

Guerra c’è, Donnarumma tra i meno colpevoli, un disastro la difesa

Brutta pagella per un Piace messo sotto dall’Albinoleffe nella partita della vita. Blocco difensivo imbrazzante, squadra in preoccupante calo psicofisico

Più informazioni su

DONNARUMMA 6: All’esordio nella gara più difficile dell’anno, non è certo lui a tradire. Tempestivo ed efficace nel salvare lo 0-0 su Grossi, l’unico appunto che gli si può fare è la mancata uscita sulla rete del pari bergamasco. Il meno colpevole

ZENONI DAMIANO 4,5: Perde nettamente il confronto con il gemello Cristian, che al suo confronto sembra Maicon. In difficoltà fisica e forse emotiva (DAL 35 st TREMOLADA SV)

GERVASONI 4: Disastro completo, e non è la prima volta. Nel valzer delle coppie di centrali del girone di ritorno, l’ex cremonese è sempre stato il punto fermo di Madonna, ma spesso è andato in netta difficoltà. Oggi Grossi è sembrato il nuovo Ibra

ZAMMUTO 4,5: Invocato da tutti, anche dal sottoscritto per la verità, come salvatore della patria, intesa come difesa biancorossa, questa volta tradisce anche Pietro. Non sfrutta l’occasione del raddoppio di testa, e dietro balla parecchio

AVOGADRI 4,5: Forse la delusione maggiore della giornata, considerata la sua recente crescita. La sua fascia nella ripresa diventa un’autostrada dove sfrecciano avversari, anche gente sui 35 anni. Imbarazzante sulla rete del raddoppio

CATINALI 5: Nel primo tempo è tra i migliori, ma nella ripresa sembra tra i primi ad issare la bandiera bianca. Non è più il mediano di lotta e di governo che aveva trasformato la squadra a novembre, questo è certo

COFIE 5: Classico andamento lento per il giovane ghanese, sulle ginocchia ormai da tempo  nonostante le prove sufficienti delle ultime uscite. Ammonito, salterà Varese: per lui sarà  l’occasione per ricaricare le pile in ottica playout

BIANCHI 5,5: Prima della sostituzione non aveva giocato sui livelli abituali, ma non aveva sfigurato. Meglio così, anche per lui un pò di riposo in vista dei playout (dal 34 st MARCHI SV)

PICCOLO 5,5: Una sola volata delle sue, da cui scaturisce la più grande occasione del primo tempo, gol a parte. Per il resto una gara di sacrificio sulla fascia, sulla linea del centrocampo e quindi lontano dalla porta (dal 19 st GRAFFIEDI 6: Pochi minuti gli bastano per procurarsi il rigore della speranza, non servirà)

GUZMAN 4,5: La punizione del primo gol è ben calciata, ma rimane l’unico acuto in una gara dove il paraguaiano scompare, quando avrebbe dovuto fare sfracelli, in contropiede e davanti alla difesa peggiore della categoria. Si rivede nel finale, il tempo di calciare sui guantoni di Layeni il rigore della speranza

GUERRA 6: Simone c’è, almeno lui. Grande sacrificio e voglia, e per una volta anche un golletto, di opprtunismo alla Pippo Inzaghi. Ma piace anche la gestione della palla in altre occasioni, per lui un passo avanti notevole sulla strada del recupero

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.