Quantcast

I commenti dopo il voto. Reggi: "Ora Berlusconi si dimetta"  foto

Elezioni amministrative, il giorno dopo. E' il tempo dei commenti e delle valutazioni sia sulle conseguenze nazionali del voto, sia su quelle locali. A parlare senza peli sulla lingua è il sindaco di Piacenza Roberto Reggi 

Più informazioni su

Elezioni, i commenti del giorno dopo. Reggi: "Berlusconi si dimetta"

Elezioni amministrative, il giorno dopo. E’ il tempo dei commenti e delle valutazioni sia sulle conseguenze nazionali del voto, sia su quelle locali. A parlare senza peli sulla lingua è il sindaco di Piacenza Roberto Reggi: "Sono molto soddisfatto dei risultati nazionali, se Berlusconi voleva un test sulla sua persona, direi che ha ottenuto una risposta chiara. Difatti ora dovrebbe dimettersi. Con un risultato del genere a Milano, città da sempre considerata suo feudo, non potrebbe fare altro. Spero che il dato milanese lo faccia rilfettere, che questo paese va governato e non lasciato alla deriva come adesso". Una valutazione anche sul piano locale: "A Fiorenzuola c’è stata un conferma molto positiva per Giovanni Compiani che è stato premiato perchè ha governato bene. Sono contento anche per Ghittoni a Gropparello, dove ha svolto una campagna seria e un po’ all’antica, cercando il rapporto con la gente. A Rottofreno si può dire che è stato fatto tutto quello che occorre fare per perdere, che fomenta le divisioni poi raccoglie la sconfitta. Queste elezioni ci hanno mostrato ancora una volta che l’unità paga. Quanto al Pd, è necessario che la gestione delle primarie sia più oculata e regolata da norme certe"

I primi commenti. Tommaso Foti (Pdl): "Grande soddisfazione".

“Grandissima soddisfazione per la vittoria ottenuta dal centrodestra e da Raffaele Veneziani a Rottofreno: le elezioni di Rottofreno costituivano e costituiscono senza dubbio un laboratorio politico su cui lavorare in vista delle elezioni nel capoluogo. Il risultato ottenuto è la dimostrazione che un candidato fresco con idee concrete e capacità di unire convincono l’opinione pubblica; tendenza questa che trova conferma anche negli eletti in consiglio comunale”.

“Certamente altrettanto contenti per i risultati di Cortemaggiore e Borgonovo dove Gabriele Girometta e Roberto Barbieri hanno saputo interpretare il rinnovamento nella continuità della buona amministrazione che i sindaci uscenti hanno espresso in questi anni. I più sinceri complimenti, quindi, ai nuovi Sindaci, ai neo consiglieri e a tutti coloro che si sono spesi per questi successi”.

“Dispiace dover registrare la sconfitta di Gropparello, dove le divisioni locali tra il Popolo della Libertà e la Lega Nord non hanno permesso una proposta unitaria. Ad Agazzano e Fiorenzuola, invece, nonostante il supporto convinto offerto dal Popolo della Libertà ai candidati sindaco della Lega non si è riusciti a raggiungere l’obiettivo di offrire agli abitanti dei due paesi una proposta amministrativa di centrodestra. A Fiorenzuola, in particolare, ha senza dubbio contato anche la presenza dei candidati del terzo polo”.

“Per quanto riguarda Cadeo, rivolgo i personali complimenti al neo Sindaco Bricconi per un risultato che si è faticosamente guadagnato. All’amico Cardis, indicato da tempo dalla sezione locale del Popolo della Libertà come candidato, non posso che esprimere comunque i ringraziamenti sentiti per il determinato impegno profuso in campagna elettorale”.
 
Dal segretario provinciale del Partito Democratico Vittorio Silva viene un primo commento a caldo: "Risultato in chiaroscuro nei comuni piacentini al voto – ha affermato - con l’importante riconferma di Compiani a Fiorenzuola, la delusione per la sconfitta per pochi voti ad Agazzano. Soddisfazione anche per la vittoria della civica collegata al Pd a Gropparello, mentre a Rottonfreno abbiamo scontato la situazione di profonda divisione venutasi a creare. Rammarico anche per la sconfitta a Borgonovo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.