Quantcast

Il Giro Donne fa tappa a Piacenza e omaggia Giorgia Bronzini foto

Da Fontanellato (PR) a Piacenza:128 chilometri di emoz ioni che il Giro Donne ha voluto dedicare all’iridata Giorgia Bronzini con un arrivo proprio nella sua città natale.

Più informazioni su

Tappa piacentina al Giro donne 2011 dedicato alla nostra illustre concittadina, la campionessa del mondo 2010 Giorgia Bronzini. Dopo il giro maschile, transitato in città lo scorso 8 maggio, Piacenza vedrà sfilare il prossimo 6 di luglio anche il corteo femminile a due ruote.
A presentare la sesta tappa della gara ciclistica femminile internazionale, l’assessore alla cultura e allo sport Paolo Dosi, Enrico Campolunghi (preparatore atletico di Giorgia Bronzini e organizzatore assieme a Sara Brambilla della tappa cittadina) e il cavaliere Franco Zeppi (primo allenatore della Bronzini, nella cui società ha esordito la campionessa mondiale). L’evento si svolge con il patrocinio di Comune e Provincia, e ha il supporto dell’agenzia Mood che si occupa della ricerca di sponsorizzazioni. 

“Il Girodonne è come il Tour de France per gli atleti maschili – ha spiegato Campolunghi – e questo primo passaggio in città è dedicato alla nostra atleta e concittadina Giorgia Bronzini, campionessa del Mondo nel 2010”. 

La tappa partirà verso mezzogiorno da Fontanellato (Pr) e attraverserà val Nure, val d’Arda e val Trebbia per concludersi, in volata, sul Facsal.

La tappa

La sesta tappa, da Fontanellato (PR) a Piacenza sembrerebbe una frazione del Giro Donne adatta al le velociste, in realtà sarà una vera e propria giornata di ciclismo che si snoda lungo 128 chi lometr i per nulla banali. Un inizio pianeggiante attraverso San Secondo, Busseto, la città di Verdi. Poi la corsa piegherà verso Caorso in direzione dell’Appennino dove entrerà nel vivo: dopo Fiorenzuola si sale dolcemente sino a Carpaneto Piacentino, raggiungendo Ponte dell’Olio ed oltre, passando per Vigolzone e Grazzano Visconti, gioiello medioevale della storia italiana: una melodia che attraversa la storia, la cultura, la bellezza paesaggistica nel nostro Paese e che a Piacenza troverà un entusiasmante epilogo. In allegato la mappa del percorso

Il comunicato ufficiale

La Sala Consiliare del Comune di Piacenza è stata oggi teatro della presentazione della Sesta Tappa del Giro Donne 2011, alla presenza dell’assessore comunale allo Sport e Cultura, Paolo Dosi del Responsabile Organizzativo della tappa piacentina, Enrico Campolunghi e del Cavaliere Franco Zeppi che supporterà con il suo Gruppo Sportivo “Franco Zeppi” l’organizzazione, la stessa società che ha tenuto a battesimo l’iridata Giorgia Bronzini, nativa di Piacenza. Nel clima di entusiasmo che ha caratterizzato la presentazione non potevano cerco mancare i saluti ed i ringraziamenti della Campionessa del Mondo Giorgia Bronzini, non presente perché impegnata in Cina alla Prova di Coppa del Mondo, per l’arrivo di tappa nella sua città. 
 
Sarà, infatti, un Giro Donne entusiasmante perché omaggia l’anniversario dell’Unità d’Italia, ha Marina Romoli come Madrina ed una tappa a lei dedicata e sulle note della canzone “Ne ho ancora”, bandiera della corsa, mercoledì 6 luglio la carovana del ciclismo femminile arriverà proprio nella città natale di Giorgia Bronzini.
  
 La sesta tappa, da Fontanellato (PR) a Piacenza sembrerebbe una frazione del Giro Donne adatta alle velociste, in realtà sarà una vera e propria giornata di ciclismo che si snoda lungo 128 chilometri per nulla banali. Un inizio pianeggiate attraverso San San Secondo, Busseto, la città di Verdi. Poi la corsa piegherà verso Caorso in direzione dell’Appennino dove entrerà nel vivo: dopo Fiorenzuola si sale dolcemente sino a Carpaneto Piacentino, raggiungendo Ponte dell’Olio ed oltre, passando per  Vigolzone e Grazzano Visconti, gioiello medioevale della storia italiana: una melodia che attraversa la storia, la cultura, la bellezza paesaggistica nel nostro Paese e che a Piacenza troverà un entusiasmante epilogo.
  
 Insomma, forse le splendide colline piacentine non faranno la differenza ma spezzeranno il ritmo alle velociste aprendo il finale, visto l’arrivo in discesa che permetterà alle atlete in difficoltà sulla salita un recupero, a soluzioni alternative alla volata. Sulla carta, infatti, una frazione non per velociste pure: attesissima appunto sul traguardo l’iridata a Melbourne Giorgia Bronzini.
  
 Per la Campionessa del Mondo che si distingue per classe, talento e determinazione in corsa come nella vita, anche vincitrice della medaglia di bronzo ai Mondiali Strada del 2007  e del titolo iridato ai mondiali pista del 2009 nella corsa a punti, il Giro Donne ha voluto, con l’arrivo di tappa nella sua città, omaggiarla per le splendide emozioni che ha regalato al ciclismo italiano femminile proiettandolo sempre di più ai vertici internazionali.

Con questa grande opportunità, l’organizzazione del Giro Donne ringrazia per la collaborazione Maurizio Parma, Assessore Sport e Turismo della Provincia di Piacenza; Paolo Dosi, Assessore Comune di Piacenza ed il suo staff ed un ringraziamento particolare a Mood e a tutti gli sponsor che hanno aderito all’iniziativa.

Percorso Tappa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.