Quantcast

Ilva Moretti, 6 mesi per il mancato versamento dei contributi dei dipendenti 

Sei mesi di reclusione per il mancato versamento all’Agenzia delle Entrare dei contributi delle buste paga dei propri dipendenti. E’ questa la condanna espressa dal giudice Adele Savastano per la titolare di Privataassistenza Ilva Paola Moretti, finita nelle indagini delle forze dell’ordine a seguito del fallimento dell’azienda nel 2008.

Più informazioni su

Sei mesi di reclusione per il mancato versamento all’Agenzia delle Entrate dei contributi delle buste paga dei propri dipendenti. E’ questa la condanna espressa dal giudice Adele Savastano per la titolare di Privataassistenza Ilva Paola Moretti, finita nelle indagini delle forze dell’ordine a seguito del fallimento dell’azienda nel 2008. La sentenza  coincide con la richiesta fatta dal pubblico ministero Antonio Rubino; l’avvocato difensore Michele Morenghi ha già annunciato di ricorrere in appello.

L’accusa rivolta alla Moretti è il mancato versamento di 61mila euro all’Agenzia delle Entrate nel 2005: nonostante ai dipendenti dell’azienda venisse sottratta regolarmente dalla busta paga la somma prevista per i contributi, la società non ha mai versato alla Stato tale somma.

All’inizio di quest’anno Ilva Paola Moretti aveva già patteggiato a due mesi e venti giorni a seguito dell’accusa per il mancato pagamento dell’Iva per un totale di qualche migliaio di euro, e nell’inchiesta partita nel 2009 è anche accusata di truffa ai danni dello Stato, evasione fiscale e impiego di forza-lavoro pagata in nero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.