Quantcast

In 200 da Marsiglia per studiare la via Francigena

Inizierà oggi alle 18.30 l’attività dei 200 giovani studenti dell’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture di  Marsiglia che insieme a 10 docenti francesi parteciperanno al Workshop Internazionale di Progettazione Architettonica e Urbana che si terrà in accordo con il Polo territoriale di Piacenza del Politecnico di Milano dal 2 al 7 maggio 2011

Da Marsiglia a Piacenza per studiare e ripensare la via Francigena. Saranno oltre 200 i giovani studenti dell’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture di Marsiglia che, insieme a 10 docenti francesi, parteciperanno al Workshop Internazionale di Progettazione Architettonica e Urbana che si terrà in accordo con il Polo territoriale di Piacenza del Politecnico di Milano dal 2 al 7 maggio 2011 (Responsabili: Guya Bertelli e Hervé Dubois).

Si tratta di un evento innovativo di alto profilo internazionale che vedrà anche la presenza di 40 studenti e numerosi docenti della Scuola di Architettura e Società, impegnati in un diretto confronto su temi riguardanti la rigenerazione dell’ambiente urbano e la riqualificazione degli spazi pubblici, i cui risultati saranno discussi da un JURY internazionale. In particolare Il tema del Workshop sarà orientato alla riqualificazione degli spazi pubblici lungo la via Francigena, tracciato storico con forte connotazione culturale già oggetto di interesse da parte dell’Amministrazione comunale, che nell’inverno scorso ha indetto un apposito Concorso di idee orientato alla sua futura riqualificazione.

L’evento s’inquadra nell’ambito delle politiche di internazionalizzazione avanzata perseguita dal Politecnico di Milano come privilegiato fattore di sviluppo delle potenzialità scientifico-didattiche dell’Ateneo ed è patrocinata di concerto da Polipiacenza, dall’Ordine degli Architetti, da Urban Center e dall’Amministrazione Comunale di Piacenza.

Nello specifico il Workshop internazionale si propone come un ‘laboratorio di discussione’ intorno alla trasformazione dei nuclei storici abitati, che trova in questa città uno dei luoghi di maggiore interesse e applicazione. Ospitato negli straordinari spazi della Cavallerizza, gentilmente concessi dall’Amministrazione comunale, vuole essere infatti la prima fase di un percorso di ricerca  parallelo, consolidato dalla redazione di  una apposita convenzione internazionale tra le due Scuole di Architettura (Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano, Scuola nazionale di Architettura di Marsiglia).

Entro tale più ampio interesse, l’iniziativa si colloca in continuità con le cadenze annuali dell’International Summer School “Open City” tenuta presso il Polo Territoriale di Piacenza, di cui è già varata l’edizione 2011.

La scelta operata evidenzia infatti la costante attenzione sia per il lancio su scala internazionale dell’immagine del Polo Territoriale di Piacenza, Scuola di Architettura e Società, sia per il coinvolgimento diretto del contesto locale, delle sue potenzialità ed energie, ai livelli delle forze economiche, sociali e amministrative, nonché per l’acquisizione di crescente consenso e sostegno alle attività universitarie e culturali effettivamente produttive espresse dalla presenza del Politecnico di Milano.

INAUGURAZIONE IL 2 MAGGIO CON IL RETTORE DEL POLITECNICO

L’apertura dei lavori si terrà con l’inaugurazione dell’evento il 2 maggio alle ore 18.30 presso gli spazi della Cavallerizza, Stradone Farnese 39, con la presenza, tra gli altri, del Rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone,  del Preside della Scuola di Architettura e Società Piercarlo Palermo, del Prorettore del Polo territoriale di Piacenza Dario Zaninelli, il Sindaco della città Roberto Reggi e il Presidente dell’Ordine degli Architetti Benito Dodi.

Sullo sfondo la proiezione di un documentario sulla Storia della Via Francigena prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia sede Lombardia diretto da Bartolomeo Corsini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.