Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Marco Bellocchio Leone d’Oro alla carriera. “A 71 anni mi fa bene” 

È stato attribuito al regista italiano Marco Bellocchio il Leone d’oro alla carriera della 68esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 31 agosto al 10 settembre. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Marco Müller.

Più informazioni su

Piacenza – È stato attribuito al regista italiano Marco Bellocchio il Leone d’oro alla carriera della 68esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 31 agosto al 10 settembre. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Marco Müller.

Nella presentazione al Cda della proposta di Leone d’oro alla carriera 2011, il direttore della Mostra Marco Müller ha scritto tra l’altro: «Seguire il cinema di Marco Bellocchio ti porta, in ogni suo nuovo film, sempre verso altre destinazioni da quelle che ci sembrava di aver raggiunto e scoperto. Camminatore instancabile, traghettatore di idee, esploratore del confine instabile tra se stesso, il cinema e la storia, ha utilizzato come mappa, per orientarsi, il mondo che comincia oltre i confini della realtà visibile (e nell’inconscio). E ha così trovato i modi di espressione più vitali e “giusti” – per raccontare l’urgenza di saperi, individuali e collettivi, indeboliti, o svaniti».

’’I premi servono, anche quelli che non si ricevono, a corroborare una certa resistenza ad andare avanti. E poi a 71 anni i premi fanno bene’’. Cosi’ un saggio Marco Bellocchio, commenta a caldo all’Ansa il premio alla carriera alla 68/a mostra internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, che si svolgera’ dal 31 agosto al 10 settembre 2011. ’’Il problema e’ continuare a fare dei buoni film. Sono ottimista perche’ i progetti non mi mancano’’, dice ancora.

 Le congratulazioni del sindaco Roberto Reggi 

“Caro mestro, è con grande piacere e con la mia più viva soddisfazione che desidero esprimerle le più sincere felicitazioni per questo grande e prestigioso riconoscimento che rende onore alla comunità piacentina”. Così attacca la nota che il sindaco Roberto Reggi ha immediatamente inviato al regista Marco Bellocchio per il Leone d’oro alla carriera della 68° Mostra Internazionale d’arte cinemtografica di Venezia: “Dai Pugni in tasca a “Sorelle mai”, il suo cinema ha saputo individuare forme di comunicazione e di espressione che ci hanno indotto a riflettere. I nuovi linguaggi artistici che ella ha costruito in tanti anni di attività ai massimi livelli, sono la testimonianza di un lavoro in cui l’arte e immagine s’intersecano con un percorso personale che si fa espressione universale. Lo sguardo inquieto che emerge dalle sue opere, è infatti una preziosa bussola sul nostro tempo per capire il passato e interpretare il presente. Nell’attesa di incontrarla personalmente la saluto con sincera cordialità”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.