Memorial Dadati – Rossi, giovani rugbysti in campo al Beltrametti

Domenica 15 maggio rappresentative under 14 da tutto il nord Italia a Piacenza. E c’è anche il Comite’ du Var. Parma: “Eccellente organizzazione”. Raccolta fondi per l’Airc.

Più informazioni su

Ragazzi in campo nel segno del ricordo eccellente dei decani del rugby piacentino Melchiorre Dadati – storico fondatore dei Lyons, professore e allenatore di intere generazioni di sportivi –  e Paolo Rossi, vicepresidente del team e manager societario. Domenica 15 maggio, dalle 11, l’appuntamento è al campo Beltrametti, per il terzo torneo under 14 delle Province dell’Emilia Romagna e terzo memorial dei due eccellenti protagonisti della storia della palla ovale piacentina. Ospiti dalla Francia, anche quest’anno, i ragazzi del Comité departemental de Rugby du Var. A sfidarsi anche le rappresentative di Lombardia Est ed Ovest, Romagna, Emilia Romagna Under 13, Piemonte. E ancora, i club piacentini dovranno vedersela anche con i colleghi di Bologna, Ferrara, i Crociati e il Gran Ducato di Parma, Reggio e Modena. Ai gironi preliminari – programmati dalle 11 alle 13 circa, faranno seguito, dalle 15, le semifinali e la finale. Premiazioni previste per le 17. Il ricavato andrà all’Airc, l’associazione italiana per la ricerca sul cancro. Promotore dell’iniziativa: la famiglia del “Dado”, con un vasto coinvolgimento di amici e sponsor.
L’evento è stato presentato questa mattina in conferenza stampa in Provincia.
Dall’assessore provinciale Maurizio Parma – che anche l’anno scorso ha partecipato alla manifestazione – plauso all’”eccellente organizzazione”. “E’ bello vedere tanti giovani da varie parti del Paese – ha aggiunto – che praticano uno sport sano, nel ricordo di chi ha dato molto al mondo del rugby”.
“Ci stiamo allargando sempre più – ha sottolineato il presidente del comitato regionale della Feder Rugby Mario Spotti –, con partecipazioni da tutto il Nord Italia. L’organizzazione è sempre ottima e il successo non mancherà”.
“Ogni anno l’entusiasmo è tanto tra ragazzi e genitori – ha spiegato Arianna Dadati –. Raccogliendo fondi per l’Airc vogliamo che si pensi anche oltre il rugby, ciò che insegniamo ai nostri ragazzi da piccoli rimane per la vita”.
“Oltre all’agonismo – ha sottolineato il fratello Mario Dadati, tecnico regionale della Federazione Italiana Rugby – l’obiettivo principale è educativo. Il rugby insegna a stare bene insieme. Nel terzo tempo i ‘picchi emozionali’ del campo si trasformano in fraterna amicizia, questo è il messaggio che ad ogni partita facciamo nostro”.
L’occasione, domenica, sarà offerta dalla memoria di due esponenti illustri della palla ovale piacentina. Come hanno ricordato Arianna e Mario Dadati, affiancati dalla madre Graziella: “Il ‘Dado’ ci ha salutato dal campo di rugby e noi qui lo vogliamo ricordare, in una giornata fatta di agonismo, divertimento e amicizia. E’ il modo migliore per farne memoria”. La stessa memoria che ha fatto dire a Milena Rustioni, consigliere provinciale dell’Airc, di aver incontrato nella sua vita “un amico e una persona straordinaria”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.