Quantcast

Niente da fare per la Copra Morpho Bakery, Treviglio vince gara 2 (70-80) foto

Dopo la sofferta vittoria all’overtime di domenica, i ragazzi di coach Piazza erano attesi al bis contro Treviglio. Piacenza ha pagato per tutto il resto della partita l’assenza di Perego sotto canestro e la precisione dalla distanza dei bergamaschi. Venerdì 6 gara 3 a Treviglio

Più informazioni su

Niente da fare per la Copra Morpho Bakery al PalAhguissola nella seconda gara delle semifinali playoff per la promozione in serie A2. Dopo la sofferta vittoria all’overtime di domenica, i ragazzi di coach Piazza erano attesi al bis contro Treviglio. Piacenza dopo un’ottima partenza ha pagato per tutto il resto della partita l’assenza di Perego sotto canestro, la precisione dalla distanza dei bergamaschi e la maggiore determinazione degli avversari. Mai in partita, i biancorossi si sono trovati sotto di 8 già all’intervallo lungo, e non sono riusciti a recuperare nonostante qualche fase di rimonta alla fine del terzo quarto. Bene Bolzonella al rientro, e positivo Rizzitiello (19 punti) in un ruolo non usuale; da rivedere Cazzaniga, poco lucido in fase di regia Passera. Ora il bilancio è sull’1-1 e occorre vincere a Treviglio (gara 3 venerdì 6 o gara 4 domenica 8 maggio) per riportare la serie a Piacenza (eventuale gara 5 mercoledì 11 al PalAnguissola).

Un minuto e trenta alla fine, Copra sempre sotto di 8 punti. Tre possessi di palla di vantaggio per i bergamaschi. Time out per Piazza.

Una bomba di Rizzitiello riaccende le speranze, ma Treviglio risponde immediatamente. Nei biancorossi rientra Trapella

Copra Morpho Bakery sotto di 8 punti a 5 minuti dalla fine, serve una grande rimonta per portare a casa gara 2

Copra Morpho sotto di 8 all’intervallo lungo, Treviglio gioca meglio

COPRA MORPHO BAKERY, Impresa Treviglio: la serie torna in parità
Tutto di nuovo in parità. Dopo la vittoria in extremis di Piacenza in Gara 1, al termine dell’odierna sfida in campo a festeggiare rimangono solo i ragazzi di Lottici che, meritatamente, hanno espugnato la tana dei biancorossi. Questa volta non c’è stato bisogno di nessun supplementare, Treviglio ha imposto il suo gioco per 40 minuti dimostrando sia di avere le idee più chiare sul da farsi sia giocando con maggiore lucidità nei momenti importanti. Non si può dire che Piacenza non abbia provato a fermare la corsa degli avversari, soprattutto quando in campo c’era Bolzonella (rientrato dopo cinque mesi dall’infortunio), ma ogni volta che arrivava vicino al sorpasso, la Co.Mark trovava il canestro che cancellava le illusioni.
Nella metà campo biancorossa ha pesato l’assenza di Perego, fermato da un dolore alla gamba,  e il fatto di non essere quasi mai riuscita a scalfire le certezze di Marino e Co. Treviglio è stata superiore in tutto, dalla precisione al tiro ai rimbalzi, permettendosi perfino il lusso di mandare a segno dai 6.75 ben sette giocatori.
Venerdì 6, ore 21, la serie cambierà scenario e si sposterà al PalaFacchetti di Treviglio per Gara 3 e Gara 4. La COPRA MORPHO BAKERY, per continuare a credere nella promozione, dovrà compiere l’impresa di espugnare almeno una volta il Palazzetto avversario. Esattamente come stasera ha fatto il quintetto di Lottici.

Cosi Paolo Piazza: “Bisogna riconoscere i meriti degli avversari. Treviglio ha disputato un’ottima partita sia dal punto di vista del gioco che della distribuzione del minutaggio dato ad ogni singolo giocatore. Noi siamo partiti bene, ma non siamo stati in grado di mantenere il vantaggio e anzi siamo stati subito superati. Da li in poi loro hanno sempre trovato tiri decisivi per rompere la nostra risalita, e se a ciò aggiungiamo anche i fischi sempre contrari alla nostra panchina, capite che diventa difficile vincere. Ci siamo trovati senza Perego, una situazione sfavorevole perché quello è un giocatore che non ha alter-ego nel suo ruolo, è l’unico che lo interpreta cosi. La sua assenza si è fatta sentire, però sono felice di registrare il rientro di Bolzonella, la vera nota positiva di tutta la serata. Il suo contributo è stato fondamentale.
Adesso andiamo a Treviglio e la pressione passerà sulle spalle della Co.Mark, che dovrà provare a confermarsi davanti ad un Palazzetto gremito. Vedremo come riusciranno a gestire la situazione.”

LA PARTITA: Rispetto a Domenica, la COPRA MORPHO BAKERY dimostra da subito un approccio alla sfida totalmente differente, prova ne sono i 10 punti realizzati in meno di quattro minuti, di cui la metà siglati dal miglior realizzatore biancorosso di gara 1 Rizzitiello. E a proposito di miglior marcatori, per Treviglio non arrivano buone notizie perché il loro, Marino, è costretto ad abbandonare il campo per un infortunio alla caviglia. Il primo vantaggio ospite arriva con la tripla di Planezio (13-15), e nel frattempo rientra sul parquet anche il numero 11 di Treviglio, sempre pericolosissimo con le sue bombe ed incursioni a canestro. A 1.22 da giocare arriva il momento tanto atteso dai tifosi: Bolzonella torna a calcare il campo dopo mesi e mesi di stop per infortunio. Non vuole però partecipare alla festa la Co.Mark che allunga fino al +5 (17-22).

Coach Piazza alla ripresa schiera un quintetto inedito con i due giovani Loschi e Cornacchione, il recuperato Bolzonella, Plateo e Trapella. La situazione non cambia, Treviglio inchioda il +10 sulla schiacciata di Borra poi gli animi si scaldano, i contatti diventano duri, durissimi e Piacenza si rimette completamente in scia (29-32). Spinta dalla velocità di Bolzonella, la COPRA MORPHO BAKERY agguanta la parità, ma è un fuoco di paglia perché Treviglio continua a macinare gioco e punti, rimanendo saldamente davanti (32-39). Gli ultimi istanti di parziale servono solo a confermare lo stato di grazia della Co.Mark e di Vitale: sua la bomba del 34-42 .
La pausa di metà gara fa bene solo ai ragazzi di Lottici che incrementano il gap andando in doppia cifra (+11). Il time out di Piazza arriva quando gli avversari sono padroni della partita, giocano convinti e precisi, trovano gli spazi giusti per fare male e mettono più lucidità sotto canestro. Nella metà campo di Piacenza sembra sceso il blackout (36-49). Il coach biancorosso ripropone Bolzonella e lui risponde ancora presente: la sua tripla apre la strada alla rimonta e permette alla squadra di riacquistare la fiducia persa (47-51). Adesso tutto è cambiato, l’imprevedibilità del basket stupisce ancora una volta e anche la COPRA MORPHO BAKERY stupisce andando a chiudere il penultimo quarto sotto di 4.

Quarto parziale di fuoco con Bolzonella sempre più trascinatore e Treviglio che tenta in ogni modo di non scialacquare tutto il vantaggio acquisito. Ci riesce benissimo visto che in meno di cinque minuti vola a + 8, spinta dal trio Marino – Vitale- Reati. Scorre inesorabile il tempo e la Co.Mark rimane li davanti, brava a stringersi in difesa e a sfruttare le occasioni (soprattutto ai liberi) servitele (66-76). La partita finisce con ancora 50" da giocare, la squadra del presidente Mazza è troppo avanti per essere ripresa, questa volta per decretare i vincitori non ci sono bisogno di supplementari.

 

Copra Morpho Bakery Piacenza – Co.Mark Treviglio 70-80 (17-22, 17-20, 20-16, 16-22)

PIACENZA: Cazzaniga 4, Bolzonella 12, Antozzi, Passera 15, Plateo , Trapella 5, Rizzitiello 19, Cornacchione, Scarone 12, Loschi 3. All. Piazza
TREVIGLIO: Reati 12, Marulli, Planezio 5, Borra 6, Milani 7, Marino 8, Zanella 11, Gotti, De Min 10, Castelli 6, Vitale 15,  All. Lottici

 

Ufficio Stampa COPRA MORPHO BAKERY
Davide Rancati
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.