Quantcast

Paracycling, 16 paesi in gara in Valtidone a fine maggio

Torna per il terzo anno consecutivo la gara internazionale di paraciclismo Piacenza paracycling, in calendario nel week end 27-29 maggio. Duecento atleti in gara, 16 nazioni rappresentate.

Più informazioni su

Torna in Valtidone, per il terzo anno consecutivo, la gara internazionale di paraciclismo Piacenza paracycling, in calendario nel week end 27-29 maggio. Duecento atleti in gara, 16 nazioni rappresentate, “quest’anno abbiamo richieste anche dalla Colombia, ancora al vaglio”, ha annunciato questa mattina in conferenza stampa Stefano Magnani, presidente del pedale castellano che, insieme al Velosport borgonovese (rappresentato da Barbara Barbieri, anche vicepresidente regionale Federciclismo), organizzano la manifestazione. PiacenzaSera.it seguirà l’evento con ampi servizi.

Si parte sabato 28 maggio, da piazza XX settembre, a Castelsangiovanni per la gara in linea lungo le vie del Comune, con ritorno alla partenza. Concorrenti sulla linea di partenza dalle 9. In corsa le categorie: dalla C1 alla C5 per le biciclette singole, T1 e T2 per i “tricicli”, dall’H1 all’ H4 per l’handbike e i tandem (pilota + non vedente). Domenica 29 maggio protagonisti i ciclisti della cronometro. Il circuito interessa i comuni di Castello, Sarmato e Borgonovo, partenza e arrivo dallo stabilimento Garbi di Sarmato. Il primo atleta sulla linea di partenza alle 8,30. Alle 13,30 le premiazioni. Antipasto della due giorni agonistica la cerimonia d’inaugurazione di venerdì 27 maggio, alle 21 in piazza XX settembre, a Castelsangiovanni. La kermesse attirerà i riflettori di Sky Sport 24 ed è stata “benedetta” anche da un messaggio di buon auspicio del presidente nazionale della Federazione ciclistica italiana Renato Di Rocco, che ringrazia “di cuore gli organizzatori della Piacenza Paracycling, così come tutti coloro che li sostengono”, e si dice “certo che la terza edizione premierà appieno i loro sforzi”. Parlando della manifestazione piacentina Di Rocco rimarca la “grande qualità organizzativa” e il “prestigio internazionale” dell’evento, “lievitato” sempre più nel corso delle tre edizioni.  

“Un evento importante – ha commentato l’assessore provinciale Maurizio Parma, introducendo la presentazione dell’evento – che abbina alla promozione sportiva e territoriale la presenza di grandi campioni, obiettivi condivisi e sostenuti dalla Provincia che anche quest’anno garantisce il suo pieno appoggio all’iniziativa”. Tra i campioni attesi Alex Zanardi che l’anno scorso si è imposto a Castello al fotofinish, e lo spagnolo vicecampione olimpico Jose Vicente. Tra gli italiani  alcuni nomi noti, come quello di Annalisa Minetti, la cantante che sta cercando la qualificazione alle prossime Olimpiadi di Londra. Per Gianni Scotti del Comitato italiano paralimpico, sezione di Piacenza, (affiancato dal presidente Franco Paratici) si tratta di un “momento di confronto tra atleti di altissimo livello da tutto il mondo”, in vista proprio delle paralimpiadi londinesi, che centra vari obiettivi: “La promozione, la motivazione degli atleti che hanno perso stimoli, l’integrazione”. Giovanni Cerioni della Federciclismo provinciale ha sottolineato che “l’attività paralimpica rientra a pieno titolo nell’ambito dell’attività agonistica” ed ha rimarcato il valore di promozione del territorio che la Paracycling tornerà ad esprimere, “coinvolgendo centinaia di persone per più giorni”. Da Castelsangiovanni l’assessore Elena Marzi ha ricordato l’edizione 2010, che ha avuto tra i teatri proprio Castello, “con grande partecipazione di cittadini ed entusiasmo dei commercianti”. L’assessore, citando anche eventi come il Valtidone Wine Fest, ha rimarcato “la capacità della vallata di fare nuovamente squadra”. Da Sarmato il consigliere comunale con deleghe allo sport Stefano Parmigiani ha evidenziato l’alto valore umano e sportivo della kermesse. E di “alto valore sociale oltre che sportivo” ha parlato anche l’assessore borgonovese Matteo Lunni che ha fatto pervenire un messaggio, in cui sottolinea “la caparbietà” e “il coraggio” degli atleti ed evidenzia come “il valore sociale di un territorio” sia elemento essenziale del “turismo sociale”, che marca la differenza con le visite “mordi e fuggi”, “che usano la meta turistica senza apprezzarne tutti gli aspetti”.

Molti gli eventi collaterali. Il comitato organizzatore, in collaborazione con il comune di Sarmato, le scuole del territorio, la Calciobalilla Sport, Varese Calciobalilla e Omnia Eventi, organizzano “Sfida il campione”, un’esibizione del campione del mondo di calciobalilla disabili, Fabio Cassanelli, che sabato 28 maggio a Sarmato dalle 9 alle 12 accetterà le sfida degli studenti piacentini.  Presso la piscina comunale sarà allestito un “campo” dove allenarsi, divertirsi e lanciare la sfida all’iridato 2010, che sarà accompagnato da un altro giocatore della nazionale. Altra novità: quest’anno tra i nuovi patrocini si aggiunge anche il Museo dei Campionissimi di Novi Ligure (Alessandria) che tra l’altro espone – il primo in Italia – la maglia iridata di un atleta paralimpico: Eduard Novak, ciclista rumeno che ha partecipato a tutte le edizioni della Piacenza Paracycling (nel 2009 ha vinto la gara in linea di Piacenza con traguardo sul viale Pubblico Passeggio). Entusiasta il sindaco di Novi Ligure, Lorenzo Robbiano che ha fatto pervenire un proprio contributo. “Siamo lieti – dice – di aver dato il nostro contributo. In rappresentanza della mia città, città di Coppi e Girardengo, auguro tanta fortuna a questa manifestazione e un augurio di buon lavoro.

Oltre alla Provincia, ai tre Comuni coinvolti e al Museo di Novi Ligure, hanno dato il proprio patrocinio: la Regione Emilia Romagna, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, la Camera di Commercio, l’Unicef di Piacenza e la Confcommercio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.