Quantcast

Passera trascina il Copra a Treviglio, continua il sogno promozione

Mercoledì al Palanguissola si giocherà gara 5, in palio la finale per la promozione in serie A2.

Più informazioni su

COPRA MORPHO BAKERY, Piacenza: che colpaccio..la serie si decide a Gara 5

Nel giorno della verità la COPRA MORPHO BAKERY rispedisce indietro i fantasmi di una prematura eliminazione e si regala la chance di giocarsi il tutto per tutto davanti al pubblico di casa in Gara 5.
Costretti assolutamente a vincere, i piacentini mettono in scena una prova aggressiva, concreta, fatta di tanta sostanza e poche sbavature, dove nessuno fa mancare il proprio contributo(4/6 da tre e 60% al tiro dopo 20min). Tutto questo almeno per tre dei quattro parziali, si perché quello restante, cioè il terzo, è stato assolutamente da dimenticare, la squadra aveva perso la bussola mentre Treviglio, con un break di 18-6, era andata per la prima volta avanti nel match. Proprio quando sembrava che i padroni di casa avessero la spinta e le energie per chiudere la semifinale, la COPRA MORPHO BAKERY centimetro dopo centimetro ha reagito ed ha portato a segno il colpo grosso, affidandosi alle mani fatate  di un “puro” Passera che, nei cinque minuti conclusivi dell’incontro, ha chiarito a tutti il concetto di “fuoriclasse” (21p, 11 rimbalzi, 32 di valutazione)

Treviglio, imbrigliata nelle maglie difensive biancorosse, non è riuscita a tirare con le stesse percentuali delle altre sfide (40% al tiro totale e solo 4/19 da tre), la chiave però della partita può essere trovata nella quantità di rimbalzi tirati giù dai piacentini rispetto agli avversari (43 a 28). Con questi numeri sotto canestro la squadra di Montefusco, subentrato al posto dello squalificato Piazza, ha tolto certe sicurezze ai bergamaschi e aperto le porte di Gara 5. Per vedere come andrà a finire questo film bisognerà attendere Mercoledì 11, ore 21; al momento quel che è certo è che comunque, da quanto visto fino ad oggi in termini di spettacolo e suspense, un bell’oscar non glielo toglie proprio nessuno.

A termine dell’incontro un euforico Enrico Montefusco, capo allenatore per una sera, rivive cosi la sfida: "Sapevamo che la partita sarebbe stata composta di momenti, abbiamo condotto per tutta la gara poi loro dopo l’intervallo lungo hanno messo in campo tutto quello che avevano e sono rientrati completamente. Quello per la Co.Mark era l’unico momento utile e lo hanno sfruttato. Se si cercava una conferma della nostra condizione, l’ultimo quarto l’ha data chiaramente, stiamo alla grande fisicamente e mentalmente. A livello tecnico la differenza l’hanno fatta i rimbalzi strappati dai miei ragazzi, ci hanno permesso di rigiocare più volte l’azione per trovare il canestro. Sono stati tutti super, da Passera a Cazzaniga ritrovato dopo gara3, passando per Loschi che ha segnato una tripla pesantissima nel momento del bisogno. Ora andiamo a gara 5 per compiere l’ultimo passo."

"Abbiamo giocato sotto una pressione incredibile", attacca Coach Piazza fermo in tribuna, "voglio abbracciare Enrico e tutta la squadra per la partita disputata. I ragazzi hanno giocato in maniera egregia, il parziale del terzo quarto ci avrebbe potuto mandare fuori di testa e invece abbiamo reagito, appoggiandoci ai nostri uomini più significativi e centrando una vittoria fondamentale. Per gara 5 a Piacenza chiedo di assistere ad un Palazzetto pieno in ogni ordine di posti, voglio vedere la gente appesa ai muri!!"

LA PARTITA: Palpabile la tensione per l’importanza della sfida, entrambe le formazioni sono decise a fare l’ impresa e Piacenza dà idea di partire meglio (2-9), recuperando palloni in difesa e centrando pesanti tiri dai 6.75 con Scarone, Rizzitiello e Cazzaniga (7-15). E’ una battaglia tutta sotto le plance quella che va in scena nel primo parziale: Zanella segna punti su punti in pick and roll e dall’altra parte del campo Cazzaniga fa vedere di avere ritrovato lo smalto perso in gara3. Sugli scudi anche Richi Perego che, su assist di Passera, appoggia a canestro per il +12, prima che Borra "sistemi" un tiraccio di Marino permettendo a Treviglio di chiudere sotto di 9.

Torna in campo molto aggressiva la Co.Mark, facendosi sentire all’ombra del tabellone grazie alle sportellate di Castelli e Borra, Piacenza dal canto suo insiste sugli esterni, soprattutto sull’Ammiraglio Rizzitiello. La COPRA MORPHO BAKERY paga le numerose infrazioni di passi fischiate, ma riesce comunque a mantenere dieci lunghezze di vantaggio (31-41) quando mancano due giri di lancette alla fine. Passera compie un’autentica magia sul 44esimo punto, De Min gli risponde con una schiacciatona e proprio queste due perle cestistiche chiudono il secondo quarto.

Come nel primo tempo, la differenza Piacenza la fa al rimbalzo e in difesa, mettendo sotto pressione costante gli avversari che faticano a trovare soluzioni facili (fino ad ora Treviglio tira con il 20% da tre, 1/5). Non essendo in serata dall’arco, Lottici chiede ai suoi di attaccare il canestro e qualcosa di positivo arriva subito: 43-47 con Marino di nuovo trascinatore. Il PalaFacchetti esplode sulla tripla di Reati, la Co.Mark passa a condurre per la prima volta nell’incontro. Non vogliono proprio fermarsi i padroni di casa, Marino scarica tutta la sua adrenalina nell’ennesima bomba del parziale e il break si fa sempre più pesante: 17-1. I canestri piacentini arrivano solo sul finale, ma non bastano per riprendersi la testa della gara (54-52).

Il duo Bolzonella-Trapella rispedisce i biancorossi davanti ad inizio dell’ultimo quarto, Piacenza sembra più consapevole dei propri mezzi, difende meglio e alza nettamente le percentuali al tiro rispetto ai precedenti 10 minuti (nel terzo quarto aveva 0/7 da tre e il 13% ai tiri totali). La bomba di Loschi appena entrato fa respirare i compagni (56-63) poi un contestato fallo tecnico fischiato a Cazzaniga ridona fiducia a Treviglio (58-63). E’ nuovamente + 6 Piacenza con la realizzazione dall’arco di Passera (60-66), Perego insiste ai liberi, il Capitano lo imita e Treviglio pare aver smarrito la freddezza mostrata nelle tre sfide giocate fino ad oggi (62-71). Il +10 lo firma ancora Passera (6/6 ai liberi tirati nei cinque minuti finali), quando la Co.Mark invece è solo l’ombra di quella vista a metà gara: sbaglia canestri su canestri e non tiene le giocate avversarie. I liberi di Scarone (65-74) sono l’ultima cosa che gran parte degli oltre mille tifosi di Treviglio vedranno di questa semifinale: Mercoledì si lotterà al Palanguissola e sarà sfida senza ritorno.

Co.Mark Treviglio – Copra Morpho Bakery Piacenza 65-74 (20-29, 16-17, 18-6, 11-22)
TREVIGLIO: Reati 14, Marulli, Planezio, Borra 4, Milani 1, Marino 15, Zanella 8, Gotti, De Min 9, Castelli 8, Vitale 6,  All. Lottici
PIACENZA: Cazzaniga 9, Bolzonella 8, Antozzi, Passera 21, Perego 11, Trapella 4, Rizzitiello 12, Cornacchione, Scarone 6, Loschi 3. All. Piazza

Ufficio Stampa COPRA MORPHO BAKERY
Davide Rancati

LA CRONACA

Si chiude sul 65-74 una gara che Piacenza aveva dominato fino all’intervallo, e che Treviglio aveva clamorosamente ribaltato con un break di 16 punti nel terzo lempo. Quando ormai la sfida sembrava girata è arrivata la reazione del Copra Morpho Bakery, che si è riportato avanti all’inzio del quarto e ultimo tempo e ha poi chiuso con un vantaggio di nove punti. Grande prova di Passera, soprattutto nelle fasi più difficili del match (19 punti per il playmaker biancorosso), bene anche Perego sotto canestro e Bolzonella. Mercoledì (ore 21) al Palanguissola si giocherà quindi gara 5, in palio la finale per la promozione in serie A2.

Un minuto alla fine, +11 per Piacenza

Novanta secondi alla fine, +7 e palla in mano per Piacenza

Treviglio recupera fino al 60-63, poi un tiro da 3 di Passera ristabilisce le distanze

Una tripla di Loschi permette a Piacenza di allungare, canestro importante: 56-63. Rientra Scarone tra i biancorossi

Il peggio è passato, ora Piacenza è decisamente in partita. Parziale di 11-3 per i biancorossi, che ora conducono 56-58 a sei minuti dalla fine

Inizia il quarto e ultimo tempo, Piacenza è in campo con Passera, Trapella, Loschi, Perego e Bolzonella.

Quando ormai la partita sembrava girata definitivamente è Passera a mettere dentro un canestro fondamentale, a cui replica Bolzonella. Partita riaperta, si va all’intervallo con Treviglio avanti di due: 54-52. Manca solo il quarto tempo, Piacenza deve vincere per allungare la serie

Disastroso terzo tempo per Piacenza, che mette un solo tiro nel cesto avversario e subisce un clamoroso break: 17-1 dall’intervallo. Treviglio comanda 53-47 a tre minuti dal termine del terzo tempo.

Grande impatto sulla gara per il Copra Morpho Bakery Piacenza, impegnato a Treviglio nella quarta partita della serie di semifinali playoff per la promozione in serie A2. All’intervallo lungo, dopo i primi due quarti, i biancorossi orfani di coach Piazza squalificato sono davanti di dieci punti: 36-46. Molto bene Passera, che mette sistematicamente in difficoltà la difesa dei bergamaschi: ci si aspettava una reazione dopo due sconfitte consecutive, e la reazione è arrivata.

L’intera stagione in una sola partita. Più precisamente nella partita di Domenica 8 Maggio, ore 18, quando la COPRA MORPHO BAKERY affronterà per la quarta volta in questa semifinale i pari categoria di Treviglio con un unico pensiero in testa: vincere. Mai come questa volta sarà importante, anzi necessario, uscire trionfanti dal PalaFacchetti, perché un risultato diverso comporterebbe l’addio prematuro alla corsa verso la promozione in LegaDue.

Vinta di un punto Gara 1 dopo un supplementare, le successive due sfide sono finite nelle mani dei bergamaschi capaci di espugnare il Palazzetto biancorosso e di imporsi non più di due giorni fa anche fra le mura amiche, di nuovo al termine di un overtime. Rimangono ancora vivi nella memoria della Società e dei tifosi  i due tiri liberi non dati sul finale di gara 3, ma adesso i giocatori dovranno pensare solo al nuovo match, individuare la ricetta per domare una Treviglio lanciata dalle ultime vittorie e mettere sul parquet tutta quella grinta, quella motivazione e quel gioco che hanno sempre contraddistinto Passera e Co. durante la stagione regolare.

L’incontro tra Treviglio e Piacenza verrà trasmesso sul canale televisivo SPORTITALIA 2 (ore 18).

Ricordiamo che il pullman per i tifosi partirà alle ore 16 da Largo Anguissola.

Ufficio Stampa COPRA MORPHO BAKERY

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.