Piace alla prova verita’. Madonna: “Niente alibi, contano i fatti”

Oggi al Garilli (ore 15) i biancorossi affrontano l’Albinoleffe di Mondonico in quello che si può definire un autentico spareggio salvezza: con una vittoria il Piace sarebbe salvo al 90%, mentre un pareggio garantirebbe almeno il quintultimo posto. Fuori Cacia, Cassano, Anaclerio e Rickler, possibile il rientro di Graffiedi dal primo minuto

Più informazioni su

E venne il giorno della verità, del dentro o fuori, per il Piacenza. Oggi al Garilli (ore 15, nell’articolo a parte le iniziative della società per avvicinare i tifosi alla squadra) i biancorossi affrontano l’Albinoleffe di Mondonico in quello che si può definire un autentico spareggio salvezza: con una vittoria il Piace sarebbe salvo al 90% (matematicamente in caso di sconfitta dell’Ascoli a Reggio Calabria o di una mancata vittoria del Sassuolo a Frosinone), mentre un pareggio garantirebbe almeno il quintultimo posto, un grande vantaggio per l’eventuale playoff. L’allenatore Armando Madonna ha poca voglia di parlare: “Non contano le parole, serve a poco raccontarsi storielle su cosa dobbiamo fare e cosa non dobbiamo fare: in campo servono solo i fatti”.

La squadra come sta? “Ovviamente i ragazzi sono carichi, consapevoli dell’importanza dell’appuntamento. A questo punto del campionato e con una simile posta in palio, conta soprattutto l’approccio mentale e la capacità di sapere gestire al meglio le emozioni. Non faremo nessun calcolo in base all’attuale vantaggio in classifica, dobbiamo cercare una vittoria che ci garantirebbe la salvezza quasi certa”.

Albinoleffe in caduta libera? Emozioni particolari per Armando Madonna? “Preferisco guardare in casa mia, non voglio giudicare il momento dell’Albinoleffe. Mi sembra che nel secondo tempo del derby con l’Atalanta, quando ha rimontato dallo 0-3 al 2-3, la formazione di Mondonico abbia dimostrato di essere in salute. Si tratta di una squadra esperta, abituata ad affrontare la lotta per la salvezza, guidata da un allenatore molto esperto. Mi dispiace dovermi giocare la salvezza contro i bergamaschi, d’altra parte siamo professionisti. Avrei preferito non accadesse, sono rimasto legato con parecchi ragazzi”.

Venendo al Piace, quanto conteranno le assenze? “Sarebbe un errore recrimninare sulle assenze, che pure avranno un loro peso. Per quanto riguarda Cacia, come gli ho detto scherzando, non ricordo nemmeno più di averlo avuto a disposizione. In merito a Cassano (squalificato per 3 giornate, la società ha presentato ricorso, ndr) abbiamo la massima fiducia in Donnarumma, a cui non ho fatto discorsi particolari. Graffiedi in compenso sta sempre meglio, l’ho visto bene e lo considero pronto anche per partire dall’inizio”.

Fuori gli squalificati Cassano, Rickler, Anaclerio e Cacia squalificati, il Piace potrà contare sui rientri di Marchi e Piccolo, assenti a Livorno. Scelte quasi obbligati per Madonna, che dovrebbe affidarsi al modulo 4-3-1-2 con Guzman e Piccolo a cercare la giocata vincente, e uno tra Guerra e Graffiedi come terminale offensivo. A centrocampo probabile il trio Catinali-Cofie-Bianchi, con Marchi carta da giocarsi a partita in corso; in difesa Avogadri sarà dirottato sulla fascia mancina, mentre in mezzo si prospetta un ballottaggio tra Zammuto e Conteh, con il primo favorito.

Questi i 19 convocati: Donnarumma, Maggio; Avogadri, Conteh, Gervasoni, Mei, Zammuto, Zenoni Damiano; Bianchi, Catinali, Cofie, Mandorlini, Marchi, Tremolada, Volpi; Graffiedi, Guerra, Guzman, Piccolo.

E questa la probabile formazione (4-3-1-2): DONNARUMMA; ZENONI DAMIANO, GERVASONI, ZAMMUTO, AVOGADRI; CATINALI, COFIE, BIANCHI; GUZMAN; PICCOLO, GRAFFIEDI (GUERRA). All. Madonna. A disposizione: Maggio, Conteh, Mei, Marchi, Sbaffo, Volpi, Guerra.

Nell’Albinoleffe, reduce dalla doppia sconfitta nel recupero con la Reggina e nel derby con l’Atalanta, rimangono fuori Girasole, Foglio, Momentè, Pesenti, Previtali, Garlini e Salvi, mentre appare sulla strada del recupero l’esperto Mingazzini, che potrebbe giocare in mezzo al posto dell’ex biancorosso Passoni. Squalificato Luoni, al rientro invece dopo lo stop Cristian Zenoni, gemello di Damiano. L’allenatore Emiliano Mondonico, bestia nera del Piace: “Lo dico da tempo, è la partita a cui tengo maggiormente”.

Questi i convocati da Mondonico: Layeni, Offredi, Tomasig, Bergamelli, Klun, Lebran, Piccinni, Regonesi, Sala, Cia, Grossi, Hetemaj, Martinez, Passoni, Zenoni Cristian, Bombardini, Cissè, Cocco, Torri.

Questa la probabile formazione dell’Albinoleffe: TOMASIG, BERGAMELLI, SALA, PICCINNI, ZENONI CRISTIAN, HETEMAJ, MINGAZZINI (PASSONI), REGONESI, BOMBARDINI, GROSSI, TORRI. All. Mondonico. A disposizione: Layeni, Lebran, Cia, Passoni, Martinez, Cocco, Cissè.

Si gioca al Garilli alle ore 15, dirige il sig. Stefanini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.