Piace, con il Sassuolo uno spareggio. Madonna: "La squadra è di tutti"

Vigilia intensa quella di Piacenza-Sassuolo, un inatteso spareggio salvezza di scena oggi (ore 15) al Garilli. L’allenatore biancorosso Armando Madonna: "Chiediamo ai tifosi di starci vicini. La partita è importante ma non decisiva".

Più informazioni su

Vigilia intensa ma tutto sommato serena quella di Piacenza-Sassuolo, un inatteso spareggio salvezza in scena oggi (ore 15) al Garilli per la trentanovesima giornata di ritorno del campionato di serie B. L’allenatore biancorosso Armando Madonna: "Non vediamo l’ora di essere in campo, e di chiudere una settimana di lavoro in cui abbiamo cercato di preparare al megliio la partita. Dopo Torino c’è nuovamente la consapevolezza di potersela giocare con tutti, anche se ci sono chiare allo stesso tempo le difficoltà che incontriamo nelle partite casalinghe. Non è facile in questi casi trovare la chiave giusta per incidere in modo determinante sull’atteggiamento dei ragazzi e della squadra".

Spareggio importante ma non ultima spiaggia? "Non c’è alcun dubbio che sarebbe importante vincere, perchè i tre punti ci permetterebbero di avvicinarci all’obiettivo della salvezza senza passare per la coda dei playout. Ma una vittoria non sarebbe determinante, perchè mancano ancora quattro partite e può succedere tutto. Certamente un pareggio non sarebbe un dramma, perchè ci consentirebbe di muovere la classifica e tenere a debita distanza le ultime tre, avvicinando il nostro primo obiettivo, che deve essere quello di evitare la retrocessione diretta. in casa siamo reduci da tre sconfitte consecutive, facciamo più fatica soprattutto quando incontriamo avversari che si chiudono. Dovremo avere pazienza e non farci prendere dall’ansia se non riusciremo a sbloccare il risultato, consapevoli che la partita durerà 95 minuti".

Vi attendete un aiuto anche dal pubblico? "In settimana è intervenuto anche il presidente per chiedere ai tifosi di stringersi attorno alla squadra, ed in particolare ai giocatori più giovani che possono risentire in modo negativo di un atteggiamento ostile da parte del pubblico. Chiediamo ai tifosi di starci vicini e di incoraggiarci anche nei momenti meno brillanti durante la partita: se la squadra giocherà male potranno fischiare alla fine, eventualmente. Deve essere chiaro che il Piace appartiene a tutti i piacentini, e in questo momento ha bisogno di tutti".

Sassuolo squadra in ripresa: "Mi hanno impressionato nella partita di Trieste, dove pure hanno perso. Hanno giocatori di qualità, attaccanti veloci e fuori casa sanno esprimersi al meglio. Abbiamo preparato qualche soluzione per metterli in difficoltà, speriamo possano funzionare". Fuori Cacia, rientrerà Graffiedi? "Mattia ha bruciato le tappe ed è già disponibile, quando il programma prevedeva un suo ritorno per le ultime due partite. Probabilmente sarà convocato, ma è fuori da tanto tempo, per cui non è detto che venga utilizzato. Certo è un recupero importante. Purtroppo invece Zammuto non è ancora al meglio per un fastidio muscolare, deciderò solo dopo la rifinitura".

Capitolo formazione: il dubbio maggiore riguarda il modulo tra il 4-4-2 dellle ultime uscite e il 4-3-1-2 diventato nel corso dell’anno l’assetto base della squadra di Madonna. Probabile che il mister biancorosso opti per il rombo, modulo adottato anche dall’avversario, con Catinali vertice basso, Bianchi e uno tra Cofie e Marchi (favorito il ghanese) interni e il ritrovato Guzman dietro la coppia Piccolo e Guerra, con Graffiedi eventuale carta per il finale di partita. Dietro Zenoni a destra, Avogadri per lo squalificato Anaclerio a sinistra, e conferma per la coppia centrale Gervasoni-Rickler.

Questa la probabile formazione del Piacenza (4-3-1-2): CASSANO, ZENONI, CONTEH, GERVASONI, AVOGADRI; CATINALI, COFIE, BIANCHI; GUZMAN; PICCOLO, GUERRA. All. Madonna. A disposizione: DONNARUMMA, CONTEH (ZAMMUTO), MARCHI, VOLPI, MANDORLINI, SBAFFO, GRAFFIEDI.

In casa modenese diversi problemi di formazione soprattutto in difesa per l’allenatore Gregucci: sono infatti indisponibili Piccioni e Bocchetti, oltre a Noselli, Donazzan, Girelli e Bianco. Ha iniziato a lavorare a parte Salvatore Bruno, quindi davanti è ballottaggio tra Quadrini e Catellani per fare coppia con Martinetti, mentre in mezzo dovrebbe essere negli undici titolari l’indimenticata bandiera biancorossa Gigi Riccio.

Questa la probabile formazione del Sassuolo: Pomini; Rea, Rossini, Polenghi, Consolini; De Falco, Magnanelli, Valeri, Riccio; Martinetti, Catellani. All. Gregucci.

Si gioca oggi alle ore 15, dirige il Sig. Marco Guida di Torre Annunziata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.