Quantcast

Piacenza sconfitto a Livorno. Sempre più vicini i play-out

LIVORNO-PIACENZA 1-0 Il Piacenza cede solo nel finale con un gol all’80esimo minuto di Dionisi. Biancorossi in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo per le espulsioni di Rickler e Anaclerio. Piace superato in classifica dal Cittadella; ora è solo uno il punto di distacco dai play-out.

Più informazioni su

Commento:

Poteva essere la partita-salvezza ed invece la sconfitta di Livorno avvicina ulteriormente i playout. Con la vittoria del Cittadella con il Crotone, ora è solo uno il punto di distanza dallo spareggio per non retrocedere. Fondamentale ora sarà la partita di sabato prossimo con l’Albinoleffe, ma che il Piace dovrà affrontare senza gli squalificati Rickler e Anaclerio (espulsi oggi), Cassano (quarta ammonizione quest’oggi) e Cacia.

La squadra di Madonna oggi ha pagato soprattutto l’inferiorità numerica del secondo tempo. Dopo l’espulsione di Rickler per somma di ammonizioni al 50’, la squadra di Novellino ha infatti cominciato a spingere per cercare il gol del vantaggio. Dopo aver arginato bene le azioni offensive della squadra toscana, il Piacenza era riuscito addirittura a recuperare l’inferiorità numerica a seguito dell’espulsione per fallo da ultimo uomo di Luci. Ma la solita ingenuità costa cara alla squadra di Madonna: Anaclerio, già ammonito, commette un fallo evidente su D’Alessandro, e costringe i biancorossi a rimanere in 9 per l’ultimo quarto d’ora di gara. Il Livorno attacca a testa bassa e trova il vantaggio a 10 minuti dalla fine grazie al decimo gol in campionato di Dionisi. A nulla serve la reazione del Piace nel finale.

Livorno che si è dimostrato più forte dell’avversario, anche se prima dell’episodio dell’espulsione di Rickler non aveva creato grossi pericoli a Cassano. Madonna ha pagato, oltre all’inesperienza di molti suoi giocatori (vedi Cassano, diffidato, che si fa ammonire per perdita di tempo), la mancanza di alternative in attacco. Un Guzman non in giornata, e un Guerra lasciato spesso troppo solo, non sono bastati per far correre qualche pericolo a De Lucia.

Ora il Piace deve recuperare energie in vista della sfida-salvezza con l’Albinoleffe. La squadra di Mondonico recupererà lunedì sera la 40esima giornata; affronterà un’Atalanta già matematicamente in serie A ma che vorrà fare bene nel derby. Unica nota positiva il rientro di Graffiedi, che è sembrato molto voglioso e già in forma.

Tabellino:

LIVORNO – PIACENZA 1-0

Reti: Dionisi (L) 35’ ST

Piacenza (4-4-2): CASSANO 7, ZENONI 5,5, RICKLER 5, GERVASONI 6, ANACLERIO 5; AVOGADRI 5,5 (dal 30 st Zammuto sv), CATINALI 6 (dal 35 st Graffiedi sv), COFIE 6,5, BIANCHI 5,5; GUZMAN 5 (dal 5 st Conteh 5,5); GUERRA 5,5. All. Madonna.

Livorno: De Lucia; Pieri (D’Alessandro), Miglionico, Knezevic (Tavano), Lambrughi; Parravicini (Barusso), Iori, Luci, Schiattarella; Danilevicius; Dionisi. All. Novellino.

Ammoniti: Cassano, Cofie, Pieri, D’Alessandro

Espulsi: Rickler, Luci, Anaclerio

Cronaca:

MINUTO 50 ST: Dopo 5 minuti di recupero è finita la partita: il Livorno vince meritatamente per 1 a 0 su un Piacenza condizionato dall’inferiorità numerica. Dagli altri campi vittoria del Cittadella sul Crotone e sconfitte di Frosinone, Portogruaro, Sassuolo e Triestina. Classifica: Cittadella 47, Piacenza 46, Sassuolo 45, Ascoli 45, Albinoleffe 43, Triestina 40, Portogruaro 40, Frosinone 38.

MINUTO 46 ST: Ottima reazione del Piacenza che è pericoloso in più di un’occasione con i tiri da fuori di Zenoni e Graffiedi. Nel finale Schiattarella anticipa di un soffio Guerra pronto a concludere sul secondo palo. Ammonito Cofie.

MINUTO 35 ST: Livorno in vantaggio con il gol di Dionisi. L’attaccante è bravo a fintare prima il tiro e poi a scagliare la palla sotto la traversa. Intanto esce Catinali ed entra Graffiedi

MINUTO 30 ST: Piace in 9 uomini per l’espulsione di Anaclerio: fallo su D’Alessandro e doppia ammonizione. Madonna costretto di nuovo al cambio: entra Zammuto ed esce Avogadri. Nel Livorno fuori Parravicini, già ammonito, e spazio a Barusso

MINUTO 25 ST: Ritorna la parità numerica: Luci viene espulso per fallo da ultimo uomo su Guerra lanciato a rete.

MINUTO 23 ST: Ammonito anche Cassano per perdita di tempo. Cartellino pesante perchè il portiere era diffidato e salterà lo scontro con l’Albinoleffe. Nel Livorno esce Knezevic ed entra “ciccio” Tavano.

MINUTO 20 ST: Livorno pericolosissimo in questa fase centrale del secondo tempo. Prima un tiro di Dionisi respinto molto bene in scivolata da Gervasoni. Poi tiro da fuori di Iori e miracoloso Cassano a respingere il pallone all’incrocio dei pali.

MINUTO 15 ST: Livorno che aumenta la pressione dopo l’espulsione di Rickler. Punizione rasoterra di Iori; bravo Cassano a respingere di piede. Scintille in mezzo la campo: a farne le spese Anaclerio e D’Alessandro, entrambi ammoniti .

MINUTO 10 ST: Livorno due volte pericoloso: prima un tiro respinto di Luci e poi l’ex Miglionico manca di poco il colpo di testa in area

MINUTO 5 ST: Piace in 10 per l’espulsione per doppia ammonizione di Rickler. Madonna corre percio ai ripari e inserisce Conteh al posto di Guzman. Livorno invece più’ offensivo con D’Alessandro al posto di Pieri, gia ammonito.

MINUTO 1 ST: Riparte il secondo tempo con gli stessi 22. Piacenza che parte forte con la doppia occasione per Guerra. Entrambi i tiri finiscono a lato di De Lucia.

MINUTO 46 PT: Finisce sullo 0 a 0 il primo tempo. Livorno che nel finale ha provato ad attaccare con più insistenza, ma senza creare veri pericoli alla porta difesa da Cassano. Un Piacenza costretto sulla difensiva in questo primo, ma che ha creato un paio di occasioni pericolose in contropiede. Negli altri campi solo il Cittadella è in vantaggio sul Crotone per 1 a 0, e affianca provvisoriamente il Piace in classifica. Classifica provvisoria: Ciitadella 47, Piacenza 47, Sassuolo 46, Ascoli 45, Albinoleffe 43, Triestina 41, Portogruaro 41, Frosinone 39.

MINUTO 38 PT: Ancora pericoloso Danilevicius che non arriva per un soffio alla deviazione di testa in area piccola.

MINUTO 35 PT: Livorno che spinge per cercare il vantaggio: tiro a giro di Schiattarella che finisce di poco a lato alla sinistra del portiere biancorosso. Pochi secondi dopo ottima girata di Danilevicius che finisce alta.

MINUTO 27 PT: Piacenza pericoloso con un tiro alto di Guzman a seguito di un contropiede portati avanti da Catinali

MINUTO 25 PT: Tiro pericoloso di Schiattarella respinto dalla difesa biancorossa. Ammonito Rickler per fallo su Dionisi.

MINUTO 20 PT: Piace che si fa vedere in attacco: cross di Guzman dalla destra e Bianchi anticipato di un soffio in area.

MINUTO 10 PT: Partenza lenta per le due squadre: il Livorno tiene spesso il possesso palla ma il Piacenza si difende bene ed e’ sempre pronto a ripartire.

Livorno e Piacenza in campo per la 40esima giornata del campionato di Serie Bwin. Piacenza che deve rinunciare agli squalificati Cacia e Piccolo, e all’infortunato Marchi. Madonna può contare sul ritorno di Anaclerio sulla sinistra e schiera un obbligato 4-4-2, con Guerra e Guzman in attacco. Anche il Livorno con un 4-4-2; in attacco le punte sono Dionisi e Danilevicius. Arbitra l’incontro il sig. Tommasi di Bassano.


Formazioni:

Livorno: De Lucia; Pieri, Miglionico, Knezevic, Lambrughi; Parravicini, Iori, Luci, Schiattarella; Danilevicius; Dionisi. All. Novellino.

PIACENZA: CASSANO; ZENONI, ZICKLER, ZAMMUTO, ANACLERIO; AVOGADRI, COFIE, CATINALI, BIANCHI; GUZMAN, GUERRA. All. Madonna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.