Quantcast

Premio Scenario, ecco i 15 finalisti

Scelti i 15 finalisti del Premio Scenario 2011, che andranno alla fase conclusiva del concorso ospitata all’interno del prossimo Festival di Santarcangelo dei Teatri: tra nuovi linguaggi e impegno civile (per il quale è previsto un apposito premio intitolato a Ustica), emerge uno sguardo articolato sulla varietà delle nuove tendenze del teatro d’oggi.

Più informazioni su

Scelti i 15 finalisti del Premio Scenario 2011, che andranno alla fase conclusiva del concorso ospitata all’interno del prossimo Festival di Santarcangelo dei Teatri: tra nuovi linguaggi e impegno civile (per il quale è previsto un apposito premio intitolato a Ustica), emerge uno sguardo articolato sulla varietà delle nuove tendenze del teatro d’oggi. A fare le valutazioni, dopo aver visionato una cinquantina di progetti nell’ambito di due Tappe di selezione (Piacenza, Teatro Gioco Vita – dal 20 al 22 marzo; Napoli, Libera Scena Ensemble, dal 19 al 21 aprile), un Osservatorio formato da soci dell’Associazione Scenario e da due membri esterni: Daniela Nicolò (regista, drammaturga e cofondatrice della compagnia Motus) e Emanuele Valenti (attore, regista, direttore artistico di Punta Corsara).

Dei 15 finalisti, 8 sono stati visti a Piacenza durante la prima Tappa di selezione organizzata dall’Associazione Scenario e da Teatro Gioco Vita. Si tratta di “Spic & Span” (foscarini:nardin:dagostin, Sernaglia della Battaglia – TV), “MW” (Garten, Pagazzano – BG), “Nil admirari” (inQuanto Teatro – Firenze), “Wonder Woman + Gesù Cristo” (La quarta scimmia – Torino), “L’Italia è il paese che amo” (ReSpirale Teatro – Bologna), “RaeP – la parola è uno spazio significante” (Mauro Santopietro – Roma), “Madama Bovary” (Lorena Senestro – Torino) e “Senso Comune” (Teatro dei Venti, Modena).

Di questi  “L’Italia è il paese che amo”, “RaeP – la parola è uno spazio significante e “Senso Comune” concorrono potenzialmente al Premio Scenario per Ustica.
Dalla Tappa di Napoli sono emersi 7 progetti per la finale di Santarcangelo: “Due passi sono” (Carullo-Minasi / Il Castello di Sancio Panza – Messina), che concorre anche al Premio per Ustica, “Salomè ha perso il lume. Creta, pedine e piume di pavone” (Costanza Givone – Firenze), “Bairdo” (Antonio Ianniello – Roma), “La solitudine delle ombre” (LaCorsa – Melito di Napoli), “Infactory” (Matteo Latino – Mattinata, FG), “Malaprole” (Nessunteatro – San Benedetto del Tronto, AP) e “La carezza del vetro” (Three minutes ago – Roma).

Alla 13a edizione del Premio Scenario si sono candidati quasi 300 progetti, valutati da 11 Commissioni di zona. Da questi sono emersi 50 lavori presentati nelle due Tappe di selezione. La finale del Premio Scenario sarà ospitata a Santarcangelo e Longiano all’interno del progetto triennale Santarcangelo 2009-2011 e si terrà a Santarcangelo e Longiano dall’11 al 13 luglio 2011 con la collaborazione di Santarcangelo dei Teatri e Teatro Petrella. La giuria assegnerà un Premio Scenario per la scena della ricerca (8.000 euro), un Premio Scenario per Ustica per la scena dell’impegno civile (5.000 euro) e due Segnalazioni speciali (1.000 euro).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.