Quantcast

Sanità, la Regione "taglia" le risorse: a Piacenza 480 milioni

Nel 2011 il sistema sanitario regionale potra’ contare su un budget di 7.871 milioni. Una disponibilita’ di risorse "significativamente inferiore rispetto agli anni precedenti": per questo "viene chiesto a tutto il sistema un impegno particolare per il recupero di efficienza".

Più informazioni su

Nel 2011 il sistema sanitario regionale potra’ contare su un budget di 7.871 milioni. Una disponibilita’ di risorse "significativamente inferiore rispetto agli anni precedenti": per questo "viene chiesto a tutto il sistema un impegno particolare per il recupero di efficienza". I conti sono contenuti in una delibera della giunta regionale in corso di approvazione.

In particolare, si legge nella delibera, 7.459 milioni vengono destinati al finanziamento dei livelli di assistenza (Lea); 73,4 milioni invece vanno al sistema integrato servizio sanitario regionale-Universita’; 32 milioni sono trattenuti a finanziamento delle strutture e dei progetti reginali; 232 milioni serviranno a ripianare i conti delle Ausl per assicurare il loro equilibrio economico-finanziario; 50 milioni vanno a incrementare ulteriormente il Fondo regionale per la non autosufficienza (che quest’anno ammonta complessivamente a 461 milioni); 23,6 milioni infine sono riservati al finanziamento di prestazioni extra Lea.

Tolte altre voci minori, alle aziende sanitarie andranno poco piu’ di sette miliardi. Questa la ripartizione: Bologna 1,4 miliardi, Modena 1,08 miliardi, Reggio Emilia 805 milioni, Parma 712 milioni, Ravenna 636 milioni, Ferrara 612 milioni, Rimini 499 milioni, Piacenza 480 milioni, Cesena 320 milioni, Forli’ 306 milioni, Imola 210 milioni.

In un quadro che mette a disposizione minori risorse, scrive la Regione, "per garantire la sostenibilita’ economica del sistema sanitario regionale, un maggior impegno viene chiesto a quelle realta’ che sono sottoposte a piani di rientro e che hanno beneficiato da tempo, in misura significativa, di risorse distribuite a garanzia dell’equilibrio economico-finanziario".

Per quanto riguarda i fondi che garantiscono l’equilibrio economico-finanziario, questi, si legge nella delibera, "traggono origine sia dall’esigenza di sostenere le aziende con difficolta’ nel conseguimento dell’equilibrio, sia di garantire un passaggio piu’ graduale verso i nuovi criteri di finanziamento".

La voce complessiva destinata a quest’obiettivo e’ di 136,4 milioni per le Ausl, e di 58,8 milioni per le aziende ospedaliere. Nel dettaglio a Bologna andranno 35,7 milioni; a Forli’ 25,2 milioni; a Ferrara 24,5 milioni; a Ravenna 13 milioni; a Modena 12 milioni; a Piacenza 10 milioni; a Cesena 6,2 milioni; a Imola 5 milioni; a Reggio Emilia 3 milioni; a Parma 1,7 milioni.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.