Stangata sul Piace, 3 giornate di stop per Cacia

Fermati anche Anaclerio e il ds De Falco. Daniele rientrerà solamente all’ultima giornata a Varese.

Più informazioni su

Una vera e propria stangata si è abbattuta sul Piacenza con le decisioni del giudice sportivo 17esima giornata di ritorno del campionato di serie B: tre giornate di squalifica all’attaccante biancorosso Daniele Cacia. Il capitano del Piace paga "per aver colpito, al 13esimo del secondo tempo, un avversario con uno schiaffo al volto". Una punizione assolutamente spropositata, considerato che il gesto di Daniele era parso tutt’altro che grave, tanto da mettere in discussione la stessa espulsione, avvenuta in avvio di ripresa sul risultato di parità tra Torino e Piacenza. Cacia salterà quindi entrambi gli spareggi salvezza previsti al Garilli contro Sassuolo e Albinoleffe, e rientrerà solamente per l’ultima partita a Varese. La società ha comunque annunciato che presenterà ricorso contro la decisione.

Fermato per una giornata anche il difensore Michele Anaclerio, mentre il dirigente Totò De Falco è stato inibito fino a fine campionato (30 maggio) "per avere, al 13° del secondo tempo, contestato platealmente e furiosamente una decisione arbitrale, rivolto espressioni ingiuriose agli Ufficiali di gara e proferito locuzioni blasfeme; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale e dal collaboratore della Procura federale". Oltre al danno la beffa, verrebbe da pensare riferendosi all’arbitraggio di Nasca da Bari, una vera e propria sciagura nel momento più delicato della stagione. Un turno di stop anche per Soriano, Fabbrini, Lazzari (Empoli), Bellini (Atalanta), Ben Djemia, Pestrin, Guidi (Frosinone), Dettori (Triestina), Gemiti, Lisuzzo (Novara), Gessa (Pescara), Giampà (Modena), Moretti (Ascoli).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.